giovedì 30 giugno 2016
you are here: Home arrow Notizie arrow Manuali e Strumenti di Lavoro arrow 02/05/12 - RIMINI: SICUREZZA SUL LAVORO, HERA ENTRA NELLA TOP 5 ITALIANA E RICEVE IL PREMIO
02/05/12 - RIMINI: SICUREZZA SUL LAVORO, HERA ENTRA NELLA TOP 5 ITALIANA E RICEVE IL PREMIO Stampa E-mail
Inserito da Editor   
mercoledì 02 maggio 2012
02/05/12 - RIMINI: SICUREZZA SUL LAVORO, HERA ENTRA NELLA TOP 5 ITALIANA E RICEVE IL PREMIO

Hera, posizionandosi tra le prime 5 classificate, è stata premiata nei giorni scorsi a Roma per la sicurezza del lavoro.

Al premio imprese della sicurezza, promosso da Confindustria ed Inail, sotto il patronato della Repubblica, hanno partecipato più di 250 aziende.

Questo riconoscimento, consegnato nell’ambito del convegno nazionale “La sicurezza conviene sempre”, pensato per diffondere la cultura della sicurezza e viene dato alle ditte che sono state in grado di mantenere e aumentare il proprio vantaggio competitivo attraverso di essa.

Lo scorso anno Hera è stata capace di ridurre del 24% il numero di infortuni sul lavoro rispetto al 2010 grazie all’assunzione di specifici standard di qualità e sicurezza: Iso 9001 e Iso 14001 per il sistema di gestione della qualità e ambientale e Ohsas 18001 sulla salute e la sicurezza sul lavoro.

Fonte: "Il Corriere di Romagna"

Commento: Una buona notizia, congratulazioni al management e ai lavoratori HERA per il traguardo raggiunto. Qualche perplessità tuttavia permane: il calo del 24% degli incidenti 2011 rispetto al 2010 è avvenuto a numero ore lavorate e numero dipendenti invariati ? Nel computo degli incidenti sono compresi gli incidenti sul lavoro avvenuti anche nelle aziende che lavorano in appalto per HERA ? Infine sarebbe bene valutare le serie storiche dei trend infortunistici: almeno 5 anni, ovvero cosa è successo dal 2007 al 2011.



Ultimo aggiornamento ( mercoledì 02 maggio 2012 )
< Prec.   Pros. >
Eu Cookies
Informativa Generale sull'applicazione della norma  " Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" (Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) per saperne di più >>> clicca qui 


Notizie Salute Sicurezza Lavoro Ambiente Giugno 2016
Newsletter


Vuoi ricevere la newsletter

di diario prevenzione 

gratuita nella tua email ?



Per iscriverti alla lista

clicca >> qui

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate su riviste e siti italiani e internazionali che si occupano di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.









Rassegna SSL


Rassegna.it - Salute e sicurezza
  • Edilizia, quattro morti in tre giorni

    "Non abbiamo più parole per esprimere la rabbia e il dolore per la strage infinita che si consuma quotidianamente nei cantieri italiani. Negli ultimi tre giorni dobbiamo registrare quattro vittime e
    numerosi feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni – affermano Ermira Behri e Dario Boni, segretari nazionali della Fillea Cgil –. Pochi giorni fa, l'Inail ha confermato quanto denunciamo da anni, e cioè lË™incremento degli infortuni mortali. Si tratta di una tendenza che per il settore dellË™edilizia è in atto dal 2009, anno in cui la crisi ha cominciato a generare: da una parte, una forte riduzione degli addetti; dallË™altra, un generale abbassamento delle condizioni di lavoro e un depotenziamento del sistema dei controlli. E mentre con euforia si affermava che il numero di morti sul lavoro andava scendendo, i nostri numeri dimostravano che, al contrario, la frequenza oraria di infortuni mortali in edilizia cresceva vertiginosamente".

    LEGGI ANCHE: Approvata la piattaforma unitaria
    A 67 anni non si può stare su un'implacatura
    Lapidei, 32 morti dal 2010

    "Nessuno ci ha dato ascolto, nessuno ha agito per arginare le cause di questa strage, che risiedono nella palude prodotta dalla crisi nel settore, una palude fatta di appalti con ribassi del 60%, di irregolarità, di risparmi dei costi sulla sicurezza, di utilizzo di lavoro nero e grigio, di voucher, di false partita Iva, di turni di lavoro massacranti. Condizioni che, alla già gravosa e pericolosa condizione di lavoro degli edili, hanno aggiunto ulteriori elementi di rischio. Il governo agisca velocemente e con più determinazione; proclami e parole di cordoglio non servono a eludere le responsabilità. Ora basta, si metta mano alle risorse per rafforzare il sistema ispettivo e le sanzioni, s'introduca il reato di omicidio sul lavoro, si realizzi un sistema premiale - a partire dalla patente a punti - che estrometta dal mercato e da ogni vantaggio le imprese che non rispettano le regole e il lavoro", concludono i due dirigenti sindacali.

     

Podcast






***

E' online il Podcast
Notizie di Diario Prevenzione
 puntata n° 37  
28 giugno 2016

Il Notiziario


***

Intervista ad Andrea Marchetti sullo stato
dell'arte della salute e sicurezza nel lavoro a Ravenna 


***
Per ascoltare le puntate precedenti
clicca qui





Emeroteca Rss

EMEROTECA RSS
di diario prevenzione



i titoli degli articoli e/o degli abstract appena pubblicati dalle Riviste scientifiche più importanti in materia di ambiente lavoro e salute.

EMEROTECA RSS


OH&S Global News
OH&S GLOBAL NEWS

Health and Safety NewsWire from Hazards

Act Now !


I contenuti di diario prevenzione sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 2.5 Unported
Privacy Policy

visite dal 23 settembre 2013