Il padiglione “Science for Climate Action” di WMO, IPCC e MERI Foundation ospiterà la scienza sui cambiamenti climatici alla COP27, Egitto

Dotato delle ultime conoscenze sui cambiamenti climatici, il padiglione mira a fornire la scienza al centro dei colloqui internazionali, del processo decisionale e dell’azione per il clima.  

Sotto lo slogan “Connected”, il padiglione si concentrerà sull’impatto delle attività umane su comunità, economie ed ecosistemi, al fine di passare ad azioni concrete di mitigazione e adattamento.

“Il messaggio della comunità scientifica è molto chiaro. Gli impatti dei cambiamenti climatici sono già molto visibili e peggioreranno. La COP27 deve accelerare i livelli di ambizione sulla mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici”, ha affermato il segretario generale dell’OMM, il prof. Petteri Taalas, aggiungendo che “l’OMM informerà i negoziati alla COP27 con le ultime scoperte scientifiche sulle concentrazioni di gas serra e sullo stato del clima, nonché come aggiornamenti sulle osservazioni, il monitoraggio e la ricerca sul clima. L’OMM svelerà un piano d’azione per ottenere gli allarmi precoci per tutti e iniziative per aumentare la resilienza”.

“Il momento dell’azione per il clima è adesso. La scienza è fondamentale nel plasmare le politiche e le azioni per affrontare la sfida del cambiamento climatico globale”, ha affermato il presidente dell’IPCC Hoesung Lee.

“Gli eventi dell’IPCC al padiglione ‘Science for Climate Action’ durante la COP27 metteranno la solida scienza del cambiamento climatico al centro e al centro per i responsabili politici del mondo”.

Francisca Cortés Solari, Presidente Esecutivo della Fondazione MERI, ha dichiarato: “La scienza è l’unico strumento di cui disponiamo per muoverci verso misure di mitigazione e adattamento efficaci, che ci consentano di affrontare i cambiamenti climatici ed evitare la nostra stessa estinzione. Raggiungere il capovolgimento di questa situazione, e rispettare gli annunci dei vertici precedenti, richiede un cambio di paradigma che richiami ampie volontà e consenta dialoghi per rafforzare la collaborazione tra il settore pubblico e privato e la società civile. Otterremo soluzioni sostenibili solo con lo sforzo e la presenza di tutte le parti”, ha spiegato.

Dal 6 al 18 novembre si terrà a Sharm el Sheikh, in Egitto, la conferenza annuale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Sotto il motto “Insieme per l’attuazione”, la Conferenza delle parti di quest’anno (COP27) cerca di concretizzare gli impegni, le azioni e gli accordi raggiunti lo scorso anno a Glasgow, nel Regno Unito.

Il programma provvisorio del padiglione “Scienza per l’azione per il clima” WMO/IPCC/MERI è disponibile qui .

Le tre organizzazioni trasmetteranno in streaming i rispettivi eventi in diretta attraverso le seguenti pagine:
WMO: wmo.int/ cop27
IPCC:  https://apps.ipcc.ch/outreach/viewevent.php?e=5
Fondazione MERI: www.fcs.tv

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare:

Per WMO:
Clare Nullis +41797091397 cnullis@wmo.int .

Per IPCC:
Ufficio stampa IPCC, e-mail: ipcc-media@wmo.int
Andrej Mahecic, +41 22 730 8516 o Werani Zabula, +41 22 730 8120

 

 264 total views,  1 views today