Vai al contenuto

Rapporto tra condizioni di lavoro e malattie neurodegenerative

FONTE ETUI

26 giugno 2019

Rapporto tra condizioni di lavoro e malattie neurodegenerative

Medico che tiene in mano sclerosi laterale amiotrofica

I ricercatori svedesi hanno appena pubblicato una revisione della letteratura e una meta-analisi delle esposizioni professionali e delle malattie neurodegenerative.

66 sulla base letteratura originale, questo studio illumina il rapporto tra le condizioni di lavoro e le malattie neurodegenerative stato osservato tre costante aumento negli ultimi anni: il morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson e la sclerosi laterale amiotrofica (SLA ) conosciuta anche come "morbo di Lou Gehrig." Gli studi si concentrano sui fattori di rischio tre diffuse nel mondo del lavoro: i campi elettromagnetici, metalli e pesticidi.

Per questi tre fattori, c'è un netto aumento del rischio di malattie neurodegenerative. Nel caso di campi elettromagnetici a bassa frequenza, l'impatto è osservato per il morbo di Alzheimer e quello di Charcot. Gli studi esistenti suggeriscono un aumento del rischio di circa il 10%. Per i pesticidi, le conclusioni sono ancora più allarmanti. Le esposizioni professionali ai pesticidi aumentano il rischio del 50% per tutte e tre le malattie. Finora, la maggior parte degli studi si riferisce al morbo di Parkinson. L'aumento del rischio è anche dell'ordine del 50% per le esposizioni professionali ai metalli. I dati epidemiologici disponibili riguardano principalmente il piombo nel caso delle malattie di Parkinson e Charcot.

Le malattie neurodegenerative occupano un posto crescente nei problemi di salute. Ad esempio, il morbo di Alzheimer colpisce circa cinque milioni di persone in Europa e si prevede che i numeri raddoppieranno entro il 2030. Sei milioni di persone nel mondo sono affette dal morbo di Parkinson.

Le politiche di sanità pubblica per queste malattie evidenziano diversi fattori come l'invecchiamento della popolazione o le predisposizioni genetiche. L'attenzione alle condizioni di lavoro è bassa, mentre l'eliminazione delle esposizioni professionali potrebbe essere uno strumento preventivo efficace. Uno dei principali ostacoli alla prevenzione è che la maggior parte di queste malattie si sta sviluppando gradualmente e sta interessando le persone anziane. Pochi dottori sono preoccupati per le loro precedenti condizioni di lavoro.

Riferimenti: Gunnarsson LG, Bodin L (2019), Esposizione professionale e Malattie neurodegenerative: una revisione sistematica della letteratura e meta-analisi , rivista internazionale di ricerca ambientale e salute pubblica vol. 337 16.3.  

  • Newsletter : se desideri ricevere un riepilogo mensile delle notizie sulla salute e sulla sicurezza, iscriviti gratuitamente alla newsletter bilingue HesaMail (francese e inglese).

Credito fotografico: ankabala di Adobe Stock, sclerosi laterale amiotrofica