L’IPCC distribuisce la bozza finale del rapporto di sintesi al sesto rapporto di valutazione

Comunicato Stampa IPCC. La traduzione è stata fatta con google translator. Per un uso professionale fare riferimento al testo originale in lingua inglese . vedi IPCC 

 

GINEVRA, 25 novembre – Il gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) ha distribuito ai governi la bozza finale del riepilogo per i responsabili politici e un rapporto più lungo del rapporto di sintesi del sesto rapporto di valutazione per revisione e commenti. La distribuzione finale del governo, che va dal 21 novembre 2022 al 15 gennaio 2023, è l’ultima fase dei preparativi prima dell’approvazione plenaria da parte del gruppo di esperti di questa rata finale del sesto rapporto di valutazione dell’IPCC, prevista per marzo 2023 .

Il rapporto di sintesi integra i risultati dei tre contributi del gruppo di lavoro pubblicati rispettivamente nell’agosto 2021, e poi nel febbraio e nell’aprile 2022, e i tre rapporti speciali pubblicati nel 2018 e nel 2019. Fornirà ai responsabili politici una panoramica di alto livello -datare la comprensione del cambiamento climatico, dei suoi impatti e dei rischi futuri e delle opzioni per affrontarlo. Il rapporto di sintesi confluirà nel Global Stocktake del prossimo anno, una componente fondamentale dell’accordo di Parigi che monitora la sua attuazione e valuta i progressi collettivi verso gli obiettivi concordati.

“Con il cambiamento climatico che si sta rapidamente abbattendo sull’umanità, il rapporto di sintesi sottolineerà l’urgenza di intraprendere azioni più ambiziose”, ha affermato il presidente dell’IPCC Hoesung Lee.

“Fornirà inoltre ai governi mondiali un solido elenco di opzioni per migliorare i modi per adattarsi e prevenire il cambiamento climatico. Spetterà a ciascun governo determinare quali opzioni perseguire, ma il rapporto di sintesi chiarirà molto chiaramente che l’inazione non è più un’opzione”.

I governi si incontreranno e prenderanno in considerazione il rapporto di sintesi del sesto rapporto di valutazione durante la prossima plenaria dal 13 al 17 marzo 2023 a Interlaken, in Svizzera. Durante tale incontro, il gruppo composto da 195 governi membri dell’IPCC condurrà un’approvazione riga per riga del Riepilogo per i responsabili politici e adotterà la relazione più lunga sezione per sezione.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare:

Unità di supporto tecnico del rapporto di sintesi IPCC,
Lance Ignon, ignon@ipcc-syr.org

Ufficio stampa IPCC, e-mail: ipcc-media@wmo.int
Andrej Mahecic, +41 22 730 8516 o Werani Zabula, +41 22 730 8120

Note per gli editori

A proposito dell’IPCC

L’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) è l’organismo delle Nazioni Unite per la valutazione della scienza relativa ai cambiamenti climatici. È stato istituito dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e dall’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO) nel 1988 per fornire ai leader politici valutazioni scientifiche periodiche sul cambiamento climatico, le sue implicazioni e i suoi rischi, nonché per proporre strategie di adattamento e mitigazione. Nello stesso anno l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato l’azione dell’OMM e dell’UNEP nella creazione congiunta dell’IPCC. Ha 195 stati membri.

Migliaia di persone provenienti da tutto il mondo contribuiscono al lavoro dell’IPCC. Per i rapporti di valutazione, gli esperti offrono volontariamente il loro tempo come autori dell’IPCC per valutare le migliaia di articoli scientifici pubblicati ogni anno per fornire un riepilogo completo di ciò che si sa sui driver del cambiamento climatico, i suoi impatti e i rischi futuri e su come l’adattamento e la mitigazione possono ridurre tali rischi.

L’IPCC ha tre gruppi di lavoro: Gruppo di lavoro I , che si occupa delle basi scientifiche fisiche del cambiamento climatico; Gruppo di lavoro II , che si occupa di impatti, adattamento e vulnerabilità; e il gruppo di lavoro III , che si occupa della mitigazione del cambiamento climatico. Dispone inoltre di una task force sugli inventari nazionali dei gas a effetto serra che sviluppa metodologie per la misurazione delle emissioni e degli assorbimenti.

Le valutazioni dell’IPCC forniscono ai governi, a tutti i livelli, informazioni scientifiche che possono utilizzare per sviluppare politiche climatiche. Le valutazioni dell’IPCC sono un contributo chiave ai negoziati internazionali per affrontare il cambiamento climatico. I rapporti IPCC sono redatti e rivisti in più fasi, garantendo così obiettività e trasparenza.

Informazioni sul sesto ciclo di valutazione

Rapporti di valutazione scientifica completi vengono pubblicati ogni 6-7 anni; l’ultimo, il quinto rapporto di valutazione , è stato completato nel 2014 e ha fornito il principale contributo scientifico all’accordo di Parigi.

Nella sua 41a sessione nel febbraio 2015, l’IPCC ha deciso di produrre un sesto rapporto di valutazione (AR6). Nella sua 42a sessione dell’ottobre 2015 ha eletto un nuovo ufficio di presidenza che avrebbe supervisionato il lavoro su questa relazione e sulle relazioni speciali da produrre nel ciclo di valutazione. Nella sua 43a sessione nell’aprile 2016, ha deciso di produrre tre relazioni speciali, una relazione metodologica e AR6.

Il contributo del gruppo di lavoro I al Sixth Assessment Report Climate Change 2021: the Physical Science Basis è stato pubblicato il 9 agosto 2021. Il contributo del gruppo di lavoro II, Climate Change 2022: Impacts, Adaptation and Vulnerability , è stato pubblicato il 28 febbraio 2022. Il contributo del Gruppo III, Climate Change 2022: Mitigation of Climate Change , è stato pubblicato il 4 aprile 2022.

L’IPCC sta attualmente lavorando all’ultima parte del sesto rapporto di valutazione, il rapporto di sintesi, che integrerà i risultati delle tre valutazioni del gruppo di lavoro, nonché i tre rapporti speciali pubblicati nel 2018 e nel 2019. La sua pubblicazione è prevista per marzo 2023.

Global Warming of 1.5°C , un rapporto speciale dell’IPCC sugli impatti del riscaldamento globale di 1,5 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali e sui relativi percorsi globali di emissione di gas a effetto serra, nel contesto del rafforzamento della risposta globale alla minaccia del cambiamento climatico, sviluppo e gli sforzi per sradicare la povertà sono stati avviati nell’ottobre 2018.

Climate Change and Land , un rapporto speciale dell’IPCC su cambiamento climatico, desertificazione, degrado del suolo, gestione sostenibile del territorio, sicurezza alimentare e flussi di gas a effetto serra negli ecosistemi terrestri è stato lanciato nell’agosto 2019 e il Rapporto speciale sull’oceano e la criosfera in un cambiamento Il clima è stato rilasciato a settembre 2019.

Nel maggio 2019 l’IPCC ha pubblicato il 2019 Refinement to the 2006 IPCC Guidelines on National Greenhouse Gas Inventories , un aggiornamento della metodologia utilizzata dai governi per stimare le proprie emissioni e rimozioni di gas serra.

Per maggiori informazioni visita www.ipcc.ch .

Il sito Web include materiali di sensibilizzazione, inclusi video sull’IPCC e registrazioni video di eventi di sensibilizzazione condotti come webinar o eventi in streaming dal vivo.

La maggior parte dei video pubblicati dall’IPCC è disponibile sul nostro canale YouTube .

 291 total views,  2 views today