Vai al contenuto

Migliaia di lavoratori del Regno Unito non hanno l’accesso alla toilette: lo afferma il sindacato Unite.

Il sindacato punta il dito contro le banche, i cantieri e le compagnie di autobus Il sindacato .

Sintesi dell'articolo apparso sul TheGuardian  ----> Leggi l'articolo alla fonte TheGuardian

Migliaia di persone non hanno accesso ai servizi igienici di base sul loro posto di lavoro nel Regno Unito, secondo un importante sindacato.

Unite ha detto di aver scoperto prove che il personale delle filiali delle grandi banche di high street hanno l'obbligo di urinare in secchi, nei cantieri edili non riescono a fornire servizi igienici femminili.

Ai conducenti di autobus erano state negate interruzioni di servizi igienici per un massimo di cinque ore e ai lavoratori dei call center per le grandi istituzioni finanziarie è stato detto di marcare il cartellino per la pausa toilet.

In totale, Unite ha detto che decine di migliaia di lavoratori in tutto il Regno Unito soffrono di una mancanza di "dignità da toilette", in cui non sono forniti di servizi igienici adeguati o sono soggetti a restrizioni nell'utilizzo di strutture,

Il sindacato ha affermato che chiedeva ai datori di lavoro di agire per garantire che i lavoratori avessero servizi igienici decenti senza restrizioni inutili o arbitrarie. Ha detto che le peggiori pratiche che ha trovato sono state nella guida di autobus e camion, nel settore delle costruzioni, nella logistica, nell'agricoltura e nel settore bancario e finanziario. Le donne in particolare rischiano di soffrire, ha detto Unite, che a settembre ha lanciato una campagna "dignità d'epoca" per evidenziare le problematiche relative ai luoghi di lavoro.
Leggi di più
Ha affermato che i problemi riscontrati da molti lavoratori britannici su base giornaliera potenzialmente hanno gravi rischi per la salute e potrebbero aggravare molte condizioni, ma che i datori di lavoro continuano a violare i doveri di salute, sicurezza e benessere non fornendo servizi adeguati.

Gail Cartmail, segretario generale aggiunto di Unite, ha detto che gli esempi sono "semplicemente sconcertanti", aggiungendo: "È chiaramente profondamente umiliante per gli operai a cui viene negata la dignità del gabinetto. I datori di lavoro non hanno assolutamente scuse per garantire la dignità del bagno e se non lo fanno dovrebbero essere perseguiti dall'HSE (Health and Safety Executive).

"L'unione non sarà passiva su questo tema, se ai lavoratori viene negata la dignità del gabinetto, nomineremo e vergogneremo i colpevoli".

La ricerca di Unite è stata pubblicata in collegamento con il World Toilet Day lunedì 19 novembre. Gli organizzatori dell'evento affermano che 4,5 miliardi di persone in tutto il mondo vivono senza servizi igienici sicuri e 1,8 miliardi utilizzano fonti di acqua potabile che potrebbero essere state contaminate dalle feci...

Hits: 28