Vai al contenuto

CANC TUM 2018: Epidemiologia e rischio di cancro da lavoro in Italia
Fonte SNOP.IT

I materiali dei seminari ASUR - ARS Marche - SNOP del 28-29 e 30 giugno 2018

  Leggi i materiali del 30 giugno

  Leggi i materiali del 29 giugno

  Leggi i materiali del 28 giugno

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Luglio 2018 12:36

 

Ancora un morto sul lavoro oggi in Lombardia. Un tecnico di 51 anni, manovratore esperto di piattaforme aeree della ditta Banfi, ha perso la vita nel ribaltamento del mezzo in una cartiera di Cesano Maderno, in provincia di Monza, la ditta MD Foils, che nei giorni scorsi a causa del maltempo aveva subito danni al tetto. Per ripararlo l’azienda ha chiamato un’impresa che a sua volta ha noleggiato la piattaforma con il tecnico addetto. Salvo per miracolo un operaio che è riuscito ad allontanarsi in tempo.
In Lombardia – secondo i dati ufficiali ATS, quindi relativi solo agli infortuni mortali nei luoghi di lavoro – sono 25 dall’inizio dell’anno, mentre erano 22 nello stesso periodo dell’anno precedente.
Secondo i dati Inail, che tengono conto anche di chi perde la vita andando a lavorare, come nel caso delle lavoratrici scomparse nel disastro ferroviario di Pioltello, nei primi cinque mesi del 2018 si passa da 49 a 61 infortuni mortali, quindi 12 in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Uno su due ha riguardato lavoratori con età compresa fra 50 e 64 anni.
Le cause sono ricorrenti: cadute dall’alto, urto con mezzi in movimento, ribaltamento mezzi agricoli.
Nel panorama nazionale gli infortuni con esito mortale nei primi cinque mesi del 2018 sono 389, 14 in più rispetto allo stesso periodo del 2017, legati, secondo Inail, ad un aumento degli incidenti mortali in itinere.

...continua a leggere "Ancora un morto sul lavoro. Cgil Lombardia e Monza Brianza: più impegno per fermare la strage quotidiana"

Bologna, 3 luglio 2018

Il giorno 20 luglio 2018 si terrà a Milano presso la sede della CGIL Lombardia in via Palmanova, 22 il convegno di presentazione del “Progetto Amianto”, una iniziativa volta a informare e tutelare i lavoratori dell’edilizia dal rischio amianto, nel corso dei lavori di ristrutturazione edile.

Guarda la Locandina dell’evento.

Si tratta di presentare un lavoro che ha prodotto un depliant informativo sul rischio amianto che corrono i lavoratori dell’edilizia. Lavoro che è stato possibile dalla comune volontà di alcune strutture della CGIL e più precisamente dalla FILLEA CGIL Nazionale e Lombarda, dalla CGIL Nazionale, Lombardia ed Emilia Romagna e dalla Camera del Lavoro di Milano. Il gruppo di lavoro era composto da: Tiziana Scalco (FILLEA Lombardia), Ermira Behri (FILLEA Nazionale), Claudio Iannilli (CGIL Nazionale), Massimo Balzarini (CGIL Lombardia), Andrea Caselli (CGIL Emilia Romagna), Addo Buriani (CDLM Milano), Carlo Vizzi (RLST Edilizia Parma) e col contributo di Emanuele Colombo per l’idea e la realizzazione grafica. ...continua a leggere "Milano 20 luglio 2018: Presentazione del progetto Amianto per la protezione dei lavoratori edili"

FONTE : OSHA.EU
Educazione dei giovani a lavorare in condizioni di sicurezza con le sostanze chimiche

Questo studio di caso di un programma di formazione realizzato in Germania mostra come scuola e impresa possano collaborare per sensibilizzare i giovani alla salute e sicurezza sul lavoro (SSL). Nell’esempio studiato, su iniziativa di un insegnante, una scuola e un’impresa chimica di Amburgo hanno collaborato per insegnare agli alunni la produzione sicura delle materie plastiche e la manipolazione sicura delle sostanze chimiche in laboratorio. Gli alunni hanno approfondito la loro conoscenza delle pratiche in materia di SSL, l’entusiasmo degli insegnanti per l’insegnamento della SSL è aumentato e la cultura in materia di SSL dell’impresa è migliorata.

Downloadin:EN