Vai al contenuto

Cina: un’altra esplosione mortale in Jiangsu ha ucciso almeno sette persone

FONTE CHINA LABOUR BULLETTIN

[ TRADUZIONE GOOGLE TRANSLATOR ]

Appena dieci giorni dopo la massiccia esplosione in una fabbrica chimica a Jiangsu che ha ucciso almeno 78 persone , un'altra esplosione in una fabbrica nella stessa provincia ha ucciso sette persone e ferito altre cinque, una in modo critico.

Screenshot del filmato riportato sul sito dell'esplosione di domenica che circola sui social media cinesi

L'esplosione alla Han Ding Precision Metal Co., una fabbrica di ricambi auto di proprietà di Taiwan a Kunshan, è avvenuta domenica mattina. L' account ufficiale Weibo del governo di Kunshan ha affermato che la fonte dell'esplosione era un container di spedizione che era stato riempito di rottami metallici. Il fuoco risultante è stato portato sotto controllo entro le 10:00 del mattino, ha aggiunto.

Han Ding Precision Metal è stata fondata nel 2004 e impiega circa 2.500 dipendenti nella produzione di accessori e leghe per la conduzione elettrica. Lo stabilimento è una filiale della Waffer Technology Corp di Taiwan.

Quattro anni fa, un'altra fabbrica di ricambi auto di proprietà taiwanese a Kunshan, Zhongrong Metal Products, è stata teatro di uno dei peggiori incidenti industriali della Cina negli ultimi anni . Un'esplosione nello stabilimento la mattina del 2 agosto 2014 ha ucciso almeno 146 persone, molte delle quali sono state ricoverate in ospedale per lunghi periodi prima di soccombere alle loro ferite.

Le autorità locali hanno affermato che la causa dell'incidente di domenica era sotto inchiesta e ha sottolineato che "la dirigenza comunale di Partito e Governo di Suzhou e Kunshan si sono subito affrettate verso il sito per supervisionare le operazioni di salvataggio e gestione degli incidenti".

Il ministero della gestione delle emergenze (MEM) aveva promesso di condurre "un'ispezione speciale di un mese nei settori delle sostanze chimiche pericolose, delle miniere e della sicurezza antincendio" in seguito all'esplosione di Yancheng il 21 marzo.

 

Le lezioni dovrebbero essere apprese dagli incidenti recenti, e il paese deve analizzare a fondo i suoi sistemi di sicurezza produttiva e limitare con decisione il verificarsi di incidenti gravi, ha detto il MEM un rapporto Xinhua del 28 marzo, aggiungendo che "i big data, l'Internet delle cose e altro mezzi scientifici e tecnologici dovrebbero essere utilizzati per rafforzare il monitoraggio in tempo reale dei dipendenti e delle sostanze chimiche pericolose. "

Il Consiglio di Stato aveva in precedenza emanato nuovi regolamenti sulla risposta alle emergenze agli incidenti sulla sicurezza della produzione , che entrano in vigore oggi. In base a queste nuove norme, "tutte le società operative devono stabilire un piano di risposta alle emergenze" e questo piano "deve rispettare le leggi, i regolamenti e gli standard applicabili e essere reso noto ai dipendenti dell'azienda".

Il China Labour Bulletin continua a sostenere che, allo scopo di scoraggiare le imprese dal prendere scorciatoie di sicurezza e prevenire veramente gli incidenti industriali, i lavoratori stessi dovrebbero ricevere conferme sulla supervisione e l'applicazione della sicurezza sul posto di lavoro.

La legge sulla sicurezza del lavoro del 2002 (安全 生产 法), citata nella nostra sezione sulla sicurezza sul lavoro , fornisce il quadro giuridico principale per i diritti e le responsabilità dei lavoratori, dei datori di lavoro e delle agenzie governative nella creazione e nel mantenimento di un luogo di lavoro sicuro. Sebbene la legge conferisca ai lavoratori e ai funzionari sindacali il diritto di monitorare e partecipare alla gestione della sicurezza del lavoro, la realtà sul campo è che i datori di lavoro continuano a ignorare i loro obblighi, i dipendenti non sono consapevoli dei loro diritti in materia di sicurezza sul lavoro e i funzionari sindacali falliscono nell'intervenire o porre rimedio a violazioni di sicurezza.

Negli ultimi quattro anni, dal 1 ° aprile 2015, la mappa degli incidenti sul lavoro del Bulletin del lavoro in . Cina  ha registrato un totale di 206 esplosioni in tutta la Cina, prevalentemente in impianti industriali e manifatturieri.