Notizie internazionali sulla lotta per la messa al bando dell’amianto dal 16 al 26 gennaio 2024

 

Fonte:   Segretariato internazionale per la messa al bando dell’amianto che ringraziamo per lo straordinario lavoro di informazione sensibilizzazione e coordinamento delle lotte su scala globale per la messa al bando dell’amianto. 

 

Amianto nelle reti di distribuzione dell’acqua

26 gennaio 2024

Il pericolo rappresentato dalla continua fornitura di acqua attraverso reti di tubazioni in decomposizione di cemento-amianto nei paesi europei è stato evidenziato nell’articolo citato di seguito. Poiché i tubi si deterioravano, esisteva la possibilità che le fibre di amianto potessero penetrare nell’acqua; l’ingestione di queste fibre potrebbe causare tumori al colon, allo stomaco e all’esofago. Nei vari stati membri dell’UE, i dati sui tubi di cemento-amianto (AC) sono, nella migliore delle ipotesi, frammentari. In Danimarca ci sono 1.119 km di tubi AC e l’acqua potabile non viene regolarmente testata. Nel Regno Unito ci sono 37.000 km di tubazioni AC; Il 4,4% delle condutture in Slovenia sono realizzate in AC, ma in alcune città il 30% delle condutture idriche erano in AC. Vedi: Una minaccia nascosta: fibre di amianto nella nostra acqua potabile .

 

°°°°°°°°
 

Diversificazione delle aziende che producono amianto

26 gennaio 2024

Una filiale del secondo conglomerato di amianto più grande della Russia (Uralasbest) ha avviato la produzione di prodotti agricoli ottenuti dalla lavorazione dei rifiuti minerari dell’amianto. Ogni mese verranno prodotte venti tonnellate di deumidificatori per lettiere per animali, necessari per l’allevamento di bestiame e pollame nei complessi agricoli e nelle fattorie private, che verranno venduti in Russia ed esportati in Kazakistan e Bielorussia. La stessa azienda produce anche sali da bagno, magnesia sportiva e componenti in acciaio per trasformatori realizzati con rifiuti di amianto lavorato. Vedi: “Дочка” Ураласбеста запустила производство продукции для сельхозпредприятий [Una filiale di Uralasbest ha lanciato la produzione di prodotti per le imprese agricole].

°°°°°°°°°°

 

Selezione per la campagna sull’amianto

26 gennaio 2024

Una serie di articoli del Sunday Times sono entrati nella rosa dei candidati per i premi annuali della stampa 2023. La serie, intitolata Act on Asbestos, ha affrontato vari aspetti del multiforme scandalo dell’amianto nel Regno Unito, inclusi articoli sull’amianto nelle scuole, negli ospedali e nei negozi e sull’avvelenamento delle persone che vi hanno lavorato o che li hanno utilizzati. Gli articoli facevano parte di una campagna nazionale che chiedeva una rimozione graduale dell’amianto dalle infrastrutture nazionali. Altri candidati nella categoria Campagna dell’anno erano: Campagna Clean It Up; Prigozhin e la legge; il progetto Bruno e Dom; Campagna Biglietterie; e È tempo di agire sui cani pericolosi. Vedere: Agire ora sull’amianto .

Ultimo scandalo amianto nel NSW

26 gennaio 2024

La scoperta di amianto legato nel pacciame riciclato utilizzato vicino a un parco giochi a Rozelle Parklands, Sydney, Nuovo Galles del Sud (NSW) ha causato una tempesta mediatica che non sembra destinata a finire presto. Da quando è stata trasmessa la notizia del sito tossico iniziale, sono state fatte altre scoperte nelle sottostazioni elettriche e nel paesaggio di diversi siti al confine con le autostrade di Sydney. La NSW Environmental Protection Agency sta indagando. Le autorità stanno cercando di minimizzare il rischio per la popolazione rappresentato dalla presenza di fibre cancerogene depositate illegalmente in città. Vedere: Quanto è pericoloso l’amianto legato presente nel pacciame di Sydney?

Leggi tutto

IBAS. Mortalità globale dovuta all’amianto: aggiornamento

Fonte:   IBAS 

 

27 novembre 2023

Un documento sottoposto a revisione paritaria intitolato “Stime globali, regionali e nazionali del carico di malattie e incidenti legato al lavoro nel 2019”, redatto da ricercatori finlandesi e italiani, è stato pubblicato sullo Scandinavian Journal of Work, Environment & Health il 12 novembre 2023. Dopo quattro anni di ricerca, gli autori hanno concluso che le precedenti stime globali sulla mortalità da amianto erano troppo basse: “una stima più realistica delle morti correlate all’amianto potrebbe essere di 289.621 sul posto di lavoro e 304.841 se si includono anche fattori ambientali e ambientali. causalità semi-professionali”. Vedi: Stime a livello globale, regionale e nazionale del carico di malattie e infortuni legati al lavoro nel 2019 .

Speranza (e dove trovarla)

9 novembre 2023

Fonte  LKA  

 

Autrice : Laurie Kazan Allen

Avendo studiato per oltre trent’anni il panorama mondiale dell’amianto, posso dire con certezza che non si ottengono successi dall’oggi al domani. Ogni pietra miliare legislativa, svolta giudiziaria e scoperta medica è il risultato di anni di scrupoloso lavoro. Spesso, quello che si potrebbe considerare un fatto compiuto – come un divieto nazionale sull’amianto – viene contrastato e talvolta addirittura ribaltato dalle pressioni esercitate da interessi acquisiti.

Il modo migliore per predire il futuro è studiare le foglie di tè – in questo caso, i piccoli barlumi di speranza segnalati dai recenti sviluppi in luoghi come Ucraina, Cambogia, Cina, Russia e Belgio.

Dopo anni di lavoro da parte del Ministero della Salute ucraino, delle organizzazioni non governative e dei gruppi della società civile, il divieto sull’amianto in Ucraina è finalmente entrato in vigore il 1° ottobre 2023. Commentando questa notizia il parlamentare gallese Mick Antoniw, lui stesso di origini ucraine, ha dichiarato:

“Sono entusiasta di sapere che gli sforzi degli ucraini sono riusciti a superare gli ostacoli giudiziari, legali, sociali ed economici posti sulla loro strada dai profittatori di amianto in patria e all’estero. Il fatto che ciò sia stato raggiunto in un periodo in cui il Paese era in guerra con la Russia rende questo risultato ancora più straordinario”. 1

Leggi tutto

Asia Development Bank (ADB) mette al bando dai suoi progetti di finanziamento l’uso di una serie di prodotti con amianto

Fonte IBASS

In un recente documento della Asia Development Bank (ADB), l’uso di prodotti contenenti amianto è stato vietato in tutti i progetti finanziati dall’ADB. La nuova restrizione è apparsa alle pagine 23-24 del Quadro ambientale e sociale: “il finanziamento della produzione, del commercio o dell’uso di fibre di amianto è completamente vietato dalla nuova politica. Si tratta di una modifica rispetto all’attuale SPS [Dichiarazione sulla politica di salvaguardia], che consente l’uso di lastre di cemento-amianto incollate con un contenuto di amianto inferiore al 20%. Tale divieto non si applica ai progetti che prevedono lo smaltimento dell’amianto esistente, a condizione che venga adottato un idoneo piano di gestione dell’amianto per lo smaltimento…” Vedi: Working Paper. Quadro ambientale e sociale. Ottobre 2023 .

Le esportazioni di amianto sono sicure, dicono i russi, ma i radiatori contenenti guarnizioni d’amianto cinesi sono tossici!

Fonte  LKA Blog

 

Autrice : Laurie Kazan-Allen

A volte non è proprio possibile far quadrare il cerchio. Secondo le parti interessate all’amianto in Russia – il principale produttore mondiale di amianto crisotilo (bianco) – l’uso dell’amianto è perfettamente sicuro. Questo minerale è, secondo la lobby del crisotilo, una risorsa vitale per i paesi in via di sviluppo; ciò che gli interessi acquisiti non dicono è che si tratta di una fonte inestimabile di valuta estera, senza la quale l’industria morirebbe.

Dal 2016, la spesa annuale della Cina per l’amianto russo è cresciuta del 93%, passando da 28 a circa 54 milioni di dollari. 1 Nel 2022, l’importazione di circa 174.000 tonnellate di amianto russo ha rappresentato quasi i 2/3 di tutto l’amianto consumato in Cina. 2

Considerando che i mercati per le esportazioni di amianto russo si stanno contraendo – ad esempio in Sri Lanka e Indonesia – e che le sanzioni occidentali hanno creato un incubo logistico per il settore – secondo un produttore di prodotti da costruzione dello Zimbabwe, le spedizioni di amianto russo sono cessate nel 2022- 3  voi pensereste che le parti interessate del settore avrebbero adottato misure per dare priorità agli interessi del Paese che l’anno scorso ha acquistato quasi il 30% di tutta la produzione russa.

Leggi tutto

L’enigma dell’amianto in Cina

 Fonte: Segretariato Internazionale per la messa al bando dell’amianto IBAS 

Autrice  Laurie Kazan-Allen  che ringraziamo

15 settembre 2023

 

Questa settimana sono apparsi rapporti sui portali di notizie in Cina che confermano la crescente dicotomia nel discorso nazionale sull’amianto. Nel secondo paese al mondo per consumo di amianto e nel suo terzo produttore, c’è una crescente divergenza tra le politiche sostenute da interessi acquisiti a sostegno della tecnologia dell’amianto e da esperti e funzionari che cercano di proteggere la popolazione dall’esposizione a un noto agente cancerogeno. 1

Fino a poco tempo fa in Cina circolavano poche informazioni sui rischi per la salute umana legati al lavoro e/o alla convivenza con l’amianto. 2 Il 14 settembre 2023 mi sono imbattuto in due nuovi articoli che, se presi insieme, rivelano la spaccatura sempre crescente nel dialogo sull’amianto in Cina. Mentre il 12 settembre è apparso un articolo sulle cause del cancro ai polmoni che evidenziava il pericolo per le persone che lavorano con l’amianto, 3 ore prima era circolato un rapporto sull’incontro annuale del Chrysotile Asbestos Professional Committee (il Comitato), un’associazione di categoria che rappresenta gli interessi di stakeholder dell’amianto. 4

A giudicare dalle scarse informazioni disponibili, sembra che, sebbene il governo cinese accetti che non si possa permettere che le esposizioni mortali all’amianto sul posto di lavoro continuino, non farà molto al riguardo. Una dichiarazione sul sito web della China Government Network datata 4 agosto 2023 ha confermato i piani del Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione e della Commissione Sanitaria Nazionale per:

“rafforzare la gestione standardizzata della produzione presso le imprese che utilizzano crisotilo, attuare misure di controllo per prevenire le malattie professionali, diffondere informazioni sulle precauzioni raccomandate per il rischio di polveri da utilizzare con sostanze come il crisotilo – prestando particolare attenzione ai rischi professionali e per la salute pubblica posti dalla demolizione di edifici contenenti amianto… la sensibilizzazione e l’educazione alla tutela della salute possono ridurre l’incidenza delle malattie professionali e tutelare i diritti e gli interessi sanitari dei cittadini”. 5

Questa è la stessa retorica che abbiamo visto in altri paesi in cui realizzare profitti e preservare posti di lavoro erano priorità più importanti della protezione delle vite umane. Non si sa quanti moriranno a causa del fallimento della Cina nell’eliminare gradualmente l’estrazione, la lavorazione e l’uso dell’amianto crisotilo.

1 Tra il 2016 e il 2020, la Cina ha utilizzato 245.000 tonnellate (t) ogni anno, diventando così il secondo maggior consumatore di amianto al mondo dopo l’India; con una produzione annua di amianto di circa 140.000 tonnellate, è anche il terzo produttore mondiale di amianto dopo Russia e Kazakistan.

2 Kazan-Allen, L. La fine dell’industria dell’amianto: aggiornamento 2023. 10 agosto 2023.
http://ibasecretariat.org/lka-the-demise-of-the-asbestos-industry-2023-update.php

3Fattori di rischio di cancro al polmone nascosti nell’ambiente di lavoro . 12 settembre 2023.
https://new.qq.com/rain/a/20230912A0A1AE00

4 Secondo l’articolo sotto citato, il Comitato ha il compito di promuovere la vendita dell’amianto; l’espansione del settore; e sostenere gli interessi del settore. È preoccupante che uno degli interessi principali del Comitato sia “l’utilizzo completo dei residui di amianto”. È un fatto noto che i rifiuti delle miniere di amianto contengono quantità significative di fibre di amianto
. 11 settembre 2023
https://new.qq.com/rain/a/20230911A04FTD00

5Il Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione ha risposto alla domanda “L’esposizione a lungo termine ai materiali da costruzione dell’amianto e ad altri prodotti può causare il cancro?” https : / /www.gov.cn/hudong/202308/content_6896551.htm

Documentario Arte.tv : “Amianto – Una storia senza fine”

 

 

SCHEDA

Amianto – Una storia senza fine

L’amianto non brucia, respinge l’umidità, può essere miscelato con cemento e trasformato in tessuti. Per decenni, la sostanza ha isolato gli scheletri d’acciaio dei grattacieli ed è stata trovata negli pneumatici delle auto, nei pavimenti e negli asciugacapelli. Sebbene l’amianto sia stato ampiamente vietato nell’UE dal 2005, questo documentario rivela come il materiale pericoloso venga comunque prodotto e commercializzato.
Regia Thomas Dandois Alexandre Spalaïkovich

Paese Francia
Anno 2022

Per vedere questo straordinario documentario  clicca

ARTE.  Amianto – Una storia senza fine

Uno straordinario documentario di ARTE.tv sui rischi e sull’uso dell’amianto in Europa e in altre parti del mondo come nella Federazione Russa. Un documentario accurato che disvela quali interessi siano ancora dietro l’industria dell’amianto e come vi sia un fronte teso riabilitare l’amianto crisotilo descrivendolo come poco nocivo. Un falso smentito dalle evidenze delle migliaia di lavoratori che si sono ammalati estraendo e lavorando l’amianto bianco. Questo documentario offre una rappresentazione su scala globale dei paesi nei quali ancora si estrae e si utilizza in grande quantità l’amianto. Un documentario da diffondere e fare conoscere .

 

https://www.arte.tv/it/videos/096315-000-A/amianto-una-storia-senza-fine/

Rompere l’omertà sull’amianto russo

11 luglio 2023

Fonte: Ibasecretariat.org

Autrice:  Laurie Kazan-Allen

 

C’era una volta un igienista industriale specializzato in questioni legate all’amianto, che mi raccontò uno scambio che ebbe in Russia. Durante le discussioni con i suoi ospiti di Mosca, ha descritto di aver trovato alti livelli di tumori e malattie respiratorie nelle località del Regno Unito in cui era stato utilizzato l’amianto; ha chiesto informazioni sull’incidenza di queste malattie in Russia. La risposta quando è arrivata era auto esplicativa: “Non c’erano”, gli è stato detto, “nessuna malattia correlata all’amianto nel paradiso dei lavoratori”. Questo riassume praticamente l’atteggiamento russo nei confronti dell’amianto: l’amianto russo era sicuro da estrarre, utilizzare, vendere ed esportare.

Leggi tutto

Amianto.Una storia di due città 2023!

Laurie Kazan Allen

Fonte : Ibasecretariat.org

18 maggio 2023

Una storia di due città 2023!

Il 7 maggio 2023 decine di membri dell’Asian Ban Asbestos Network (ABAN) si sono riuniti a Bangkok per l’ultima conferenza ABAN; altri membri di ABAN hanno monitorato l’evento online. 1 Questo è stato il primo evento di persona organizzato da ABAN dopo la pandemia di Covid; sebbene un evento ABAN virtuale nel 2021 abbia consentito la partecipazione di centinaia di delegati, lo sviluppo delle relazioni, lo scambio di informazioni e la costruzione della fiducia si realizzano meglio di persona. 2Il materiale è stato presentato durante la giornata dai delegati provenienti da Australia, Bangladesh, Cambogia, India, Indonesia, Giappone, Laos, Malesia, Nepal, Pakistan, Filippine, Corea del Sud, Sri Lanka, Taiwan, Tailandia e Vietnam. La traduzione dal tailandese e dall’inglese ha facilitato le interazioni verbali, mentre la generosa disponibilità di tempo per la discussione ha permesso di affrontare le questioni chiave.

Leggi tutto

Celebrazioni in favore dell’amianto sospese nella Federazione Russa .Svista curiosa o deliberata: decidi tu!

 

Fonte: Blog LCA

Autrice: Laurie Kazan Allen

18 aprile 2023

La Giornata internazionale per la protezione del crisotilo – una festa inventata dalla lobby dell’amianto per celebrare la generosità fornita da massicci depositi di amianto crisotilo – doveva aver luogo il 16 aprile. In passato il 16 aprile c’erano manifestazioni di fervore pro-crisotilo da parte della popolazione locale così come i lavoratori dell’industria nelle città minerarie di amianto russe e kazake nelle regioni di Sverdlovsk, Orenburg e Kostanay. 1C’erano incontri, concerti e persino gare sportive per condividere la propaganda del crisotilo con le giovani generazioni. Anche quando non c’erano eventi di persona, c’erano articoli online, blog e post su Facebook, tutti usati per esaltare le virtù del “lino di montagna” (un soprannome russo per crisotilo) e denunciare i suoi critici. Quest’anno il 16 aprile è andato e venuto e non ci sono stati comizi, articoli, celebrazioni o post su Facebook. Di questo appuntamento fisso del calendario, c’era solo un silenzio riverberante.

Leggi tutto

Giappone: campagna delle vittime per la giustizia dell’amianto

 

Fonte : IBASECRETARIAT.ORG

di Laurie Kazan Allen

1 marzo 2023

Tra poche settimane, il governo giapponese amplierà gli obblighi legali delle aziende per proteggere non solo i propri dipendenti ma anche i lavoratori autonomi che potrebbero subire esposizioni tossiche sul posto di lavoro. Le norme di applicazione riviste della legge sulla sicurezza e salute sul lavoro, che entreranno in vigore il 1° aprile 2023, riflettono un approccio più completo da parte del governo ai diritti dei lavoratori. 1

Il cambiamento di politica è, si potrebbe sostenere, il risultato di recenti sentenze giudiziarie, molte delle quali sono state favorevoli alle vittime dell’amianto. 2 L’ondata di azioni collettive contro l’amianto e cause legali per lesioni personali ha raggiunto un alto profilo pubblico grazie alla mobilitazione e all’attività di lobbying di gruppi che rappresentano le vittime dell’amianto giapponesi e membri dei sindacati.

La situazione retributiva dei lavoratori giapponesi, che si è evoluta in modo frammentario nel corso di decenni, è complessa. A quanto ho capito, c’è:

UN) un regime di assicurazione contro gli indennizzi dei lavoratori che copre tutti i lavoratori, compresi i lavoratori autonomi, che pagano i premi;
B) un regime di soccorso per risarcire i feriti non coperti dal regime assicurativo di indennizzo dei lavoratori.

Ad esempio, un operaio edile occupato con lesioni da amianto può ricevere benefici da a); un lavoratore autonomo edile danneggiato dall’amianto può ricevere prestazioni da (a) o (b) a condizione che abbia versato contributi al regime nazionale. Gli importi del risarcimento accessibili attraverso queste vie sono il minimo legale. Sia i lavoratori subordinati che i lavoratori autonomi possono chiedere pagamenti aggiuntivi alle parti responsabili come il loro datore di lavoro, il governo, i produttori di materiali da costruzione contenenti amianto, ecc.

Leggi tutto

L’affondamento della portaerei San Paolo

Fonte:   IBASECRETARIAT  

Laurie Kazan Allen

6 febbraio 2023. Ambientalisti, attivisti ed esperti legali di tutto il mondo sono rimasti scioccati dalla notizia che la Marina brasiliana aveva effettuato una serie di esplosioni il 3 febbraio 2023 per affondare la São Paulo, la sua ex ammiraglia. 1 È stato affermato che il presidente brasiliano Lula da Silva ha firmato i piani della Marina nonostante le obiezioni del ministro dell’Ambiente e del cambiamento climatico Marina Silva, di altri membri della nuova amministrazione e dei sostenitori del Partito dei lavoratori. Sotto il predecessore di Lula, il presidente Bolsonaro, prevaleva un’agenda anti-ambientale; Lula aveva promesso di invertire la distruzione ambientale. Dopo solo un mese in carica, i brasiliani hanno buone ragioni per dubitare delle sue intenzioni.

Leggi tutto

Umiliazione per il Brasile, Vittoria per la Turchia

12 settembre 2022

immagine della portaerei SAO PAULO (foto wikipedia)

 

Fonte Blog LKA – Segretariato internazionale per l’abolizione dell’amianto

Il 7 settembre 2022 avrebbe dovuto essere un giorno glorioso per tutto il Brasile. Dopotutto, era il 200° anniversario dell’indipendenza del paese dal Portogallo. Sfortunatamente, il fervore nazionalistico che ci si sarebbe aspettato è stato in qualche modo oscurato quando il governo si è trovato nel mezzo di un furore internazionale per il suo tentativo fallito di scaricare una nave piena di rifiuti tossici in Turchia.

Il fatto che l’ex nave da guerra São Paulo contenesse amianto, PCB, vernice al piombo/cadmio e possibili tracce di materiale radioattivo era già abbastanza grave, ma ancora peggio era la moltitudine di trattati e protocolli internazionali che l’esportazione della nave mortale aveva infranto. In violazione del diritto internazionale, un’agenzia federale (IBAMA) aveva deciso di consentire alla nave di salpare da Rio de Janeiro il 4 agosto 2022. 1

Leggi tutto

Vittime amianto Marina Militare, sentenza storica: condannati i vertici in Corte d’Appello a Venezia!

E’ una sentenza importante. La responsabilità nella valutazione e gestione dei rischi per la salute delle persone subordinate  vale anche per i dirigenti delle forze armate. Il fatto che non esistano “zone franche” potrebbe/dovrebbe cambiare in meglio le condizioni di sicurezza sul  lavoro  per i dipendenti.

Un ringraziamento per l’impegno in questa lotta a Medicina Democratica e a Fulvio Aurora.

 

medicinademocratica.org-Vittime amianto Marina Militare sentenza storica condannati i vertici in Corte dAppello a Venezia

Per scaricare il file clicca QUI 

Un vaccino per l’amianto? Un appello di ricercatori, epidemiologi, igienisti e medici del lavoro, ingegneri, Tecnici della Prevenzione e scienziati.

 

Un vaccino per l'amianto_con firme

Per scaricare il testo pdf dell’appello clicca QUI 

Diario Prevenzione condivide gli obiettivi di questo Appello . Gino Rubini, editor di diario-prevenzione.it

Genocidio e oppressione visti attraverso un filtro dall’amianto

Fonte :  Blog LKA 

di  Laurie Kazan Allen

3 marzo 2022

Mentre guardavamo l’attacco del 2001 al World Trade Center svolgersi davanti ai nostri occhi in TV, il mondo tratteneva il respiro e aspettava. 1 Come tutti gli altri, ero paralizzato dalla paura per il destino di tutti coloro che si trovavano negli aerei dirottati e negli edifici attaccati. In attesa di notizie, non ho ritenuto opportuno diffondere informazioni sulla presenza di amianto negli edifici. I voraci imputati dell’industria dell’amianto, tuttavia, non ebbero tale rimorso e iniziarono a far circolare notizie spazzatura sul disastro quasi immediatamente.

Oggi mi siedo davanti allo schermo del mio computer e alla TV, ancora una volta paralizzato da ciò che vedo svolgersi davanti ai miei occhi. Ero ben consapevole della guerra commerciale che gli interessi dell’amianto dell’Europa orientale avevano dichiarato all’Ucraina e della loro feroce determinazione a impedire all’Ucraina di vietare l’amianto in preparazione all’adesione all’Unione europea, ma non avevo idea di come sarebbero andate a finire queste e altre questioni.

Leggi tutto

Divieto di amianto in Ucraina: aggiornamento 2022  

Fonte IBASECRETARIAT

di Laurie Kazan-Allen

Anche se le truppe russe hanno continuato la loro formazione militare al confine con l’Ucraina lo scorso anno (2021), all’interno del paese la battaglia per l’amianto crisotilo (bianco), una sostanza cancerogena che la Verkhovna Rada [Parlamento ucraino] si è impegnata a vietare in linea con requisiti per entrare a far parte dell’Unione Europea – ha continuato a imperversare. 1 Sotto l’immensa pressione delle parti interessate all’amianto, nazionali ed estere, 2 un dibattito sulla bozza di divieti sull’amianto programmato dalla Commissione parlamentare per la salute il 15 dicembre 2021 è stato annullato senza preavviso; la mattina del previsto dibattito l’argomento è stato escluso dall’ordine del giorno che è stato caricato sul sito web della commissione.

Leggi tutto

Il paesaggio dell’amianto in Australia 2021  

Fonte Ibasecretariat.org

di Laurie Kazan-Allen

La frequenza degli allarmi in Australia sulle importazioni illegali di amianto continua senza sosta con segnalazioni di prodotti per l’edilizia contenenti amianto, 1 traghetti, 2 parti di automobili 3 e giocattoli 4 che si fanno ripetutamente strada nei media. Solo poche settimane fa, un sindacalista attento a Brisbane ha lanciato l’allarme su un prodotto che si ritiene contenga amianto nel sito di sviluppo di Queen’s Wharf; i lavoratori hanno abbandonato il cantiere fino a quando non è stato dato il via libera. 5Mentre l’incidente di Brisbane è stato un falso allarme, altri incidenti simili a Perth, Sydney e Melbourne purtroppo non lo sono stati. Secondo una dichiarazione del produttore e fornitore di materiali da costruzione USG Boral, è stato riscontrato che campioni di materiale ignifugo in cartongesso importato dalla Cina contengono “livelli molto bassi di amianto”. L’azienda ha consigliato ai lavoratori “di astenersi dall’installare, distribuire o fornire i prodotti”. 6

Leggi tutto

L’industria dell’amianto 2021: smentita, screditata e defunta 

 

Fonte Ibasesecretariat.org 

di Laurie Kazan-Allen

Gli occhi del mondo sono stati puntati sull’esito delle discussioni di questo mese alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Glasgow. 1 Questo evento ha attirato l’attenzione delle parti interessate dell’industria dell’amianto? Immagino di no. Perchè no? Perché la loro prima direttiva è sempre stata la generazione di profitti indipendentemente dall’impatto delle loro operazioni sugli esseri umani o sull’ambiente.

Sebbene sia palesemente ovvio, va detto che la miopia commerciale dell’industria dell’amianto è più fuorviante ora di quanto non lo sia mai stata. Il 2021 non è il 2001 e le azioni che risultano dalla mentalità normale degli interessi acquisiti dall’amianto costituiscono un assalto alla vita umana e all’ambiente. I produttori di amianto, come i fornitori di carbone, petrolio e gas naturale, sono venditori ambulanti di sostanze che stanno distruggendo il nostro pianeta e le persone che ci vivono.

Leggi tutto

2 luglio 2021 . Giornata d’azione sul mesotelioma 2021!

Fonte Blog LKA – Segretariato internazionale per la messa al bando dell’amianto

Autrice Laurie Kazan-Allen

2 luglio 2021 . Giornata d’azione sul mesotelioma 2021!

In qualità di partecipante attiva alla campagna globale per vietare l’amianto, ho visto come gli attivisti di base creativi ed efficaci sono stati nella lotta per porre fine al massacro dell’amianto e sostenere i feriti. Progetti di sensibilizzazione di successo e collaborazioni multinazionali hanno rafforzato la nostra lotta e massimizzato i nostri sforzi. Questo mese (luglio 2021) fornisce eccellenti esempi in Europa e in Asia dell’adattabilità e dell’intraprendenza degli attivisti che lavorano con le persone colpite da tumori mortali dell’amianto e le loro famiglie.

Il 2 luglio 2021, i gruppi di sostegno alle vittime dell’amianto del Regno Unito, gli enti di beneficenza del mesotelioma e i gruppi di campagna segneranno il 16° Action Mesothelioma Day nazionale (AMD). 1Nel corso degli anni, AMD è diventata una giornata nazionale di attività e ricordo negli hotspot dell’amianto in tutto il paese. È stato un giorno in cui i feriti, i loro parenti e coloro che avevano perso qualcuno a causa del mesotelioma – il caratteristico cancro all’amianto – si sono riuniti per sensibilizzare sulla tragica eredità dell’amianto in Gran Bretagna. Si sono incontrati nelle sale delle chiese, nei giardini dei villaggi, nei centri civici, nelle sale conferenze e altrove per imparare, comunicare e fornire supporto. In alcuni incontri, l’accento era posto sullo spirituale, in altri sulla raccolta di fondi per la ricerca. Sebbene ogni incontro fosse diverso, tutti condividevano la stessa motivazione e lo stesso obiettivo: ricordare i morti e combattere per i vivi. 2

Leggi tutto

Psicosi da amianto

8 giugno 2021

Autrice:
Laurie Kazan-Allen

Fonte : Ibasesecretariat.org

Albert Einstein definì la follia come “fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”. 1 Eppure, decennio dopo decennio, questo è ciò che fanno gli interessi acquisiti dell’amianto nella speranza che lo sfruttamento commerciale dell’amianto possa generare un altro flusso di entrate.

Un articolo in lingua russa caricato su un sito web del Kazakistan il 7 giugno 2021 ha esaminato i guadagni finanziari realizzati dall’industria dell’amianto crisotilo (bianco) del paese durante la pandemia globale, osservando che “la società [amianto] ha sempre mostrato una crescita negli anni di crisi (2008) e 2015).” 2 Per decenni il Kazakistan è stato tra i primi cinque produttori mondiali di fibra di crisotilo e nel 2008 l’industria ha ricevuto il sostegno del governo. 3

Leggi tutto

Un killer multi-tasking e di lunga durata!

 

Fonte  Foto Wikimedia Commons 

Fonte Blog LKA

13 maggio 2021

Un killer multi-tasking e di lunga durata!

La quarta diapositiva di una delle prime presentazioni al 15 ° incontro dell’International Mesothelioma Interest Group 1 la scorsa settimana mi ha fermato sui miei passi. Nella presentazione online di Steven Kazan e Faith Melzer intitolata: Shipbreaking: Creating Accountability, 2 l’autore principale ha citato un estratto da un editoriale del 2007 di William Beckett sul Journal of Occupational and Environmental Medicine:

“Si può ipotizzare che un singolo lotto di amianto estratto negli anni ’30 avrebbe potuto causare placche e asbestosi nei minatori canadesi negli anni ’60, cancro ai polmoni e mesotelioma nei lavoratori dei cantieri navali statunitensi negli anni ’70 e, in futuro, provocare malattie polmonari in Demolitori di navi indiani e pakistani negli anni 2010 e mesotelioma negli anni 2030 in indiani e pakistani esposti attualmente da bambini a rifiuti di amianto scartati in modo improprio “. 3

Leggi tutto