Vai al contenuto

La Cina propone l’abolizione dell’organismo di sicurezza sul lavoro


FONTE  CHINA LABOUR BULLETTIN

Nell'ambito di un'ampia riforma del governo e della struttura amministrativa della Cina, presentata oggi al Congresso nazionale del popolo a Pechino, il governo ha proposto di eliminare l'Amministrazione statale per la sicurezza sul lavoro (SAWS) e di unire le sue funzioni in una nuova gestione nazionale delle emergenze.

Dipartimento

Il nuovo dipartimento, sotto il Consiglio di Stato, assorbirà anche le responsabilità di gestione delle calamità attualmente ai sensi dei ministeri degli affari civili, dell'agricoltura, delle risorse idriche, del territorio e delle risorse, nonché i dipartimenti responsabili del terremoto, della siccità e dell'alluvione.

La logica del nuovo dipartimento è di fornire una risposta efficiente e coordinata a un'ampia gamma di disastri dagli incendi boschivi alle esplosioni di miniere di carbone, ma sembra eliminare il ruolo di SEGHE nell'assicurare un ambiente di lavoro sicuro.

I vigili del fuoco nello Shanxi durante un salvataggio di terremoto di pratica.

La mossa sembra confermare il sospetto che, sulla questione della sicurezza del lavoro, il governo cinese sia più interessato alla gestione e al controllo delle calamità piuttosto che a prevenire gli incidenti sul lavoro in primo luogo.

Come abbiamo sottolineato nel nostro articolo di riferimento sulla sicurezza del lavoro, SAWS e le sue affiliate locali non sono mai stati molto propositivi nel loro approccio alle ispezioni sul posto di lavoro e avevano un potere limitato per far rispettare l'ampia legislazione cinese in materia di sicurezza sul lavoro. Tuttavia, semplicemente sbarazzarsi di SAWS non risolverà nulla.

I dettagli del nuovo dipartimento di gestione delle emergenze sono ancora vaghi ed è possibile che includa l'ispezione sulla sicurezza del lavoro nel suo mandato. Se questo è il caso, è essenziale che il nuovo organismo non emuli semplicemente l'approccio reattivo e coercitivo di SAW alla sicurezza sul lavoro, ma adotta una strategia molto più proattiva e costruttiva che vede il governo collaborare con imprenditori e dipendenti per assicurarsi che le pratiche di lavoro e di lavoro sono il più sicure possibile.

La mappa degli infortuni sul lavoro del CLB ha chiaramente dimostrato che i principali disastri rappresentano solo una piccola parte degli incidenti sul lavoro in Cina. La stragrande maggioranza degli incidenti coinvolge solo una manciata di lavoratori e di solito è correlata al fallimento del datore di lavoro nel fornire attrezzature di base per la sicurezza e formazione per i dipendenti.

Se la sicurezza del lavoro deve davvero migliorare in Cina, deve esserci un cambiamento fondamentale nei rapporti di lavoro sul posto di lavoro, al fine di impedire ai datori di lavoro di costringere i dipendenti a lavorare in un ambiente pericoloso e di garantire che i lavoratori siano adeguatamente curati e compensati in caso di incidenti si verificano

In particolare, se SAWS è davvero in via di uscita, è più importante che mai che il sindacato colmi il vuoto e svolga un ruolo molto più costruttivo nella sicurezza del lavoro. I funzionari dell'Unione dovrebbero garantire che i dipendenti siano adeguatamente formati e che dispongano delle attrezzature di sicurezza di cui hanno bisogno per svolgere i compiti loro assegnati. Dovrebbero incoraggiare i lavoratori a sollevare problemi di sicurezza e proteggere gli informatori dalle rappresaglie del management. Una volta rilevati i pericoli, il sindacato dovrebbe agire immediatamente per rettificare la situazione e chiedere la chiusura della produzione, se necessario, in conformità con la legge.