Vai al contenuto

Cosa può fare il medico per ridurre le disuguaglianze in sanità? La FNOMCeO presenta il Manifesto per l’Equità della Salute

FONTE DORS.IT

Nadia Coggiola, Scuola di specializzazione in Igiene e medicina preventiva, Università degli Studi di Torino

 

Lo scopo è quello di fornire linee guida per indirizzare l’operato del medico e dei sistemi sanitari verso l’eliminazione della disuguaglianza in sanità. Alcune riguardano la formazione, la partecipazione attiva nella condivisione di informazioni ed esperienze e la collaborazione con gli altri settori; ad esse si aggiungono suggerimenti specifici per gli operatori delle cure primarie. L’equità nell’accesso alle cure è principio fondante del nostro Servizio Sanitario Nazionale e informa tutto il Codice di Deontologia Medica. Per esempio, l’articolo 3 prescrive al medico di agire “senza discriminazione alcuna, quali che siano le condizioni istituzionali o sociali nelle quali opera”. L’articolo 5 è dedicato proprio alla Salute Globale, e raccomanda che “Il medico, nel considerare l'ambiente di vita e di lavoro e i livelli di istruzione e di equità sociale quali determinanti fondamentali della salute individuale e collettiva, collabora all’attuazione di idonee politiche educative, di prevenzione e di contrasto alle disuguaglianze alla salute e promuove l'adozione di stili di vita salubri, informando sui principali fattori di rischio”.


La Federazione nazionale degli Ordini dei Medici ha sentito la necessità di prendere posizione esplicita sul tema delle disuguaglianze perché molte sono, ancora oggi, le discriminazioni nel raggiungimento degli obiettivi di salute. Non vi è solo un divario tra Nord e Sud del mondo, ma anche nel nostro paese, all’interno delle nostre città, comunità, famiglie, esistono diseguaglianze che è difficile colmare.
In questo senso il Manifesto non è una semplice dichiarazioni di intenti ma si propone di fornire ai medici e ai sistemi sanitari suggerimenti operativi, dalla formazione, alla programmazione, all’assistenza, alla comunicazione.

Per rendere più incisiva questa scelta strategica, è stato predisposto anche il nuovo corso di formazione a distanza gratuito “Salute globale ed equità” (10 crediti ECM), coordinato dal gruppo di lavoro FNOMCeO “Salute globale, sviluppo e cooperazione internazionale”. Il corso è online sulla piattaforma FadInMed https://portale.fnomceo.it/fnomceo/showVoceMenu.2puntOT?id=112

Il corso viene proposto in un momento storico in cui nel nostro paese si affacciano nuove povertà e i flussi migratori sono ormai un fenomeno strutturale, e intende fornire ai colleghi uno strumento per acquisire conoscenze e competenze utili per affrontare nella loro professione i bisogni emergenti dettati da questa nuova realtà.

In allegato è possibile scaricare il manifesto completo. 

Manifesto FNOMCeO per l'equità

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *