Vai al contenuto

Lavoro e salute 30 anni dopo la direttiva europea 89/391

 

TAO RESERARCH PROGRAMS 

PROGRAMMA INTERDISCIPLINARE DI RICERCA “ORGANIZATION AND WELL-BEING”
UNIVERSITÀ DI BOLOGNA – DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI
46° SEMINARIO DEL PROGRAMMA INTERDISCIPLINARE DI RICERCA
“ORGANIZATION AND WELL-BEING”

Bologna, 14 Ottobre 2019
14.15 – 18.00

Dipartimento di Scienze Aziendali - Università di Bologna
Via Capo di Lucca, 34
Lavoro e salute 30 anni dopo la direttiva europea 89/391
Coordina
BRUNO MAGGI – Università di Bologna
Discutono
FRANCESCO MARIA BARBINI – Università di Bologna
DUCCIO CALDERINI – Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria, Direzione Sanitaria
MICHELA MARCHIORI – Università di Roma Tre
GIOVANNI MASINO – Università di Ferrara
MASSIMO NERI – Università di Modena e Reggio Emilia
BIANCA MARIA ORCIANI – Università Politecnica delle Marche
PAOLO PASCUCCI – Università di Urbino
GIOVANNI RULLI – Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria, Direzione Generale

 

Trenta anni sono trascorsi dalla emanazione della direttiva europea 89/391, che al fine di “promuovere il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori durante il lavoro”, ha posto la salute del lavoratore al centro dell’organizzazione e indicato le misure per una prevenzione primaria. La legislazione nazionale ha recepito i principi dalla direttiva? Come è intesa la prevenzione nelle imprese? Come incidono le  trasformazioni del lavoro? Quale realtà emerge dalle statistiche degli incidenti e delle malattie professionali? Una discussione interdisciplinare è volta a stimolare riflessioni e a prospettare possibili linee d’azione.
e.mail: o-w@taoprograms.org
www.taoprograms.org