Vai al contenuto

USA: multinazionale Bayer-Monsanto condannata a pagare oltre 80 milioni di dollari per la vittima del glifosato

FONTE ETUI.ORG

Il 27 marzo, un tribunale federale statunitense a San Francisco, in California, ha condannato la multinazionale Bayer-Monsanto per pagare a Edwin Hardeman più di $ 80 milioni. La giuria ha votato all'unanimità. L'importo è il risarcimento ordinario di oltre $ 5 milioni per danni subiti o danni prevedibili e punitivi di $ 75 milioni per il comportamento particolarmente grave di Monsanto. La giuria non ha condannato solo la mancanza di informazioni. Ha commentato la relazione causale tra cancro e pesticida e ha considerato che quest'ultimo era un fattore sostanziale che causa la malattia. Per i giurati, non c'è dubbio che Monsanto era consapevole dei rischi e deliberatamente scelto di non informare gli acquirenti.

Dal 2015, il signor Hardeman è stato colpito dal cancro del linfoma, un linfoma non Hodgkin. Ha usato un erbicida contenente il glifosato per quasi tre decenni. Ha contratto questo raro cancro della linfa nel 2015. Bayer,  che ha acquistato Monsanto nel 2018, ha  annunciato di appellarsi alla sentenza.

Questa è la prima volta che un tribunale federale negli Stati Uniti ha deciso le conseguenze dell'uso massiccio del glifosato, l'ingrediente attivo del famoso Roundup. Questo giudizio arriva sulla scia di altre battaglie legali in cui la compagnia ha subito sconfitte. Nell'agosto 2018,  un tribunale statale della California aveva condannato Bayer a pagare più di $ 200 milioni  a un giardiniere che aveva anche un linfoma non Hodgkin. In Francia, il 15 gennaio 2019, il tribunale amministrativo di Lione ha annullato l'autorizzazione all'immissione in commercio per Roundup 360, in applicazione del principio di precauzione. Da parte sua, la Corte di giustizia dell'Unione europea ha annullato la decisione dell'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) in data 7 marzo 2019 che ha rifiutato l'accesso a informazioni importanti utilizzate per giustificare il rinnovo dell'autorizzazione del glifosato sul mercato europeo.

Il giudizio della giuria federale avrà probabilmente un impatto enorme. Circa 700 denunce simili saranno gestite dallo stesso tribunale. Per tutti gli Stati Uniti, oltre 11.000 denunce sono state assicurate alla giustizia.

Il giorno successivo alla sentenza, il prezzo delle azioni di Bayer è sceso di oltre il 10%. Alla fine di marzo 2019, la quota di Bayer aveva perso il 60% del suo valore rispetto ad aprile 2015, quando aveva raggiunto il suo valore storicamente più alto.

Un  recente studio pubblicato dall'International Journal of Epidemiology  conferma che il glifosato aumenta il rischio di linfoma non Hodgkin. La stessa correlazione è stata osservata per due insetticidi, terbuphos e deltametrina. Questo è uno degli studi più importanti condotti sull'effetto di diversi pesticidi. I dati riguardano oltre 315.000 agricoltori negli Stati Uniti, in Norvegia e in Francia.

Per Laurent Vogel , ricercatore presso CASO, "questo studio dimostra che una strategia legale può pagare di vietare le sostanze più pericolose. Ci sono voluti centinaia di cause legali sull' amianto prima di ottenere il divieto nell'Unione europea, sebbene la Bayer-Monsanto abbia ottenuto il rinnovo della licenza di glifosato per il mercato europeo nel 2017 per un periodo di cinque anni, è possibile che le numerose condanne giudiziarie pongano questo problema nelle mani dell'Unione europea prima del previsto, ed è anche uno dei temi delle prossime elezioni europee ".

Collegamento con la decisione della giuria federale del 27 marzo

Tutte le audizioni di questo caso possono essere consultate sul sito:

https://www.baumhedlundlaw.com/edwin-hardeman-v-monsanto/