Giappone: campagna delle vittime per la giustizia dell’amianto

 

Fonte : IBASECRETARIAT.ORG

di Laurie Kazan Allen

1 marzo 2023

Tra poche settimane, il governo giapponese amplierà gli obblighi legali delle aziende per proteggere non solo i propri dipendenti ma anche i lavoratori autonomi che potrebbero subire esposizioni tossiche sul posto di lavoro. Le norme di applicazione riviste della legge sulla sicurezza e salute sul lavoro, che entreranno in vigore il 1° aprile 2023, riflettono un approccio più completo da parte del governo ai diritti dei lavoratori. 1

Il cambiamento di politica è, si potrebbe sostenere, il risultato di recenti sentenze giudiziarie, molte delle quali sono state favorevoli alle vittime dell’amianto. 2 L’ondata di azioni collettive contro l’amianto e cause legali per lesioni personali ha raggiunto un alto profilo pubblico grazie alla mobilitazione e all’attività di lobbying di gruppi che rappresentano le vittime dell’amianto giapponesi e membri dei sindacati.

La situazione retributiva dei lavoratori giapponesi, che si è evoluta in modo frammentario nel corso di decenni, è complessa. A quanto ho capito, c’è:

UN) un regime di assicurazione contro gli indennizzi dei lavoratori che copre tutti i lavoratori, compresi i lavoratori autonomi, che pagano i premi;
B) un regime di soccorso per risarcire i feriti non coperti dal regime assicurativo di indennizzo dei lavoratori.

Ad esempio, un operaio edile occupato con lesioni da amianto può ricevere benefici da a); un lavoratore autonomo edile danneggiato dall’amianto può ricevere prestazioni da (a) o (b) a condizione che abbia versato contributi al regime nazionale. Gli importi del risarcimento accessibili attraverso queste vie sono il minimo legale. Sia i lavoratori subordinati che i lavoratori autonomi possono chiedere pagamenti aggiuntivi alle parti responsabili come il loro datore di lavoro, il governo, i produttori di materiali da costruzione contenenti amianto, ecc.

A seguito di una sentenza storica della Corte Suprema nel 2021, il governo ha istituito un regime ai sensi della legge sui benefici per l’amianto da costruzione – adottata dalla Dieta il 9 giugno 2021 – che è diventato operativo il 19 gennaio 2022. Ad oggi, più di 3.000 richiedenti hanno ricevuto benefici in aggiunta a quelli precedentemente ottenuti nell’ambito del regime di assicurazione contro gli indennizzi dei lavoratori (a) o del regime di sgravio (b) di cui sopra. 3

Non molto tempo fa le cose erano diverse, come so per esperienza personale. Nel novembre 2007 ho partecipato a un seminario sull’amianto a Yokohoma con membri del movimento sindacale giapponese. Sono rimasto sbalordito quando ho saputo che non c’erano stati casi intentati da ferrovieri feriti dall’amianto. 4 I partecipanti all’evento sono rimasti ugualmente sorpresi nell’apprendere il livello di risarcimenti regolarmente ricevuti dai ferrovieri del Regno Unito che hanno avuto successo nelle azioni legali contro i loro datori di lavoro.

Commentando i progressi compiuti, Sugio Furuya, segretario generale del Japan Occupational Safety and Health Resource Center (JOSHRC), ha dichiarato:

“Fino al 1995 il consumo annuo di amianto in Giappone era di 193.800 tonnellate, molto più di qualsiasi altro paese del G7. Dato l’accumulo di conoscenze mediche e scientifiche sui rischi per la salute posti dall’esposizione all’amianto, i politici giapponesi dovevano essere a conoscenza delle conseguenze mortali della loro incapacità di proteggere la popolazione dal pericolo dell’amianto. Altrettanto colpevoli sono stati i produttori di materiali da costruzione e molti altri che hanno privilegiato i profitti rispetto alla sicurezza. Per fortuna, i tribunali hanno ora riconosciuto la colpevolezza di questi imputati. Il contenzioso continua a garantire che tutte le vittime dell’amianto in Giappone siano sostenute e risarcite.

L’esperienza in Giappone ha lezioni per altri governi nazionali che rimangono riluttanti a porre fine all’uso mortale dell’amianto. Saranno anche tenuti a rendere conto. Il modo più efficace per limitare le loro responsabilità è vietare ora l’uso dell’amianto”. 5

1 Kawai, T. L’ordinanza ministeriale dell’Industrial Safety and Health Act è stata rivista da aprile 2023 , l’obbligo di tutelare anche i lavoratori autonomi] 24 febbraio 2023
https://smbiz.asahi.com/article/14843283
Furuya , S. Nuovi sviluppi nel contenzioso sull’amianto dei lavoratori edili in Giappone , 24 giugno 2021.
http://ibasecretariat.org/sf-new-developments-in-construction-workers-asbestos-litigation-in-japan.pdf

2 Kazan-Allen, L. Storica vittoria per le vittime dell’amianto in Giappone . 20 maggio 2021.
http://ibasecretariat.org/lka-historic-victory-for-japan-s-asbestos-victims.php

3 Il Construction Asbestos Benefits Act entrerà in vigore il 19 gennaio 19 gennaio 2022.
https://www.mhlw.go.jp/stf/newpage_23325.html

4 Kazan-Allen, L. Sindacati ferroviari del Regno Unito: azione sull’amianto. Presentato al: Workshop sull’amianto del sindacato giapponese Yokohoma, Giappone, novembre 2007
http://ibasecretariat.org/lka_uk_trade_union_act_asb_nov07.pdf
Kazan-Allen, L. Relazione sulla conferenza internazionale sull’amianto per un risarcimento equo e paritario per tutte le vittime dell’amianto e le loro famiglie . 24 novembre 2007.
http://ibasecretariat.org/lka_yokohama_conf_rep.php

5 email di Sugio Furuya, 28 febbraio 2023.

 73 total views,  1 views today