Corea : lo sciopero dei camionisti per tariffe che consentano di guidare in sicurezza…

Fonte HAZARDS
GUIDA SICURA: lo sciopero dei camionisti della Corea del Sud protegge le tariffe sicure
Un importante sistema di sicurezza coreano che fissa le tariffe minime di retribuzione per i conducenti di camion era minacciato. In risposta, i membri del sindacato dei conducenti di camion hanno avviato un’azione di sciopero nazionale “illimitata” in difesa di un sistema di “tariffe sicure” che ha dimostrato di rendere la guida dei camion molto più sicura. Una settimana dopo, il sindacato ha ottenuto l’impegno del governo di “spingere in avanti” i tassi di sicurezza e discutere la sua espansione. 

Il sindacato KPTU-TruckSol stima che 15.000 membri abbiano partecipato a manifestazioni di sciopero tenutesi in 16 località del paese il 7 giugno 2022 e diverse migliaia di conducenti, membri e non membri, si sono uniti allo sciopero in segno di solidarietà.

La maggior parte dei 420.000 conducenti di camion proprietari della Corea ha visto i propri guadagni erosi negli ultimi mesi a causa dell’impennata dei prezzi del carburante e del costo della vita. Tuttavia, per il 6,5% circa dei conducenti – quelli che guidano nei settori dei container e del cemento sfuso – che sono coperti dal sistema Safe Rates della Corea del Sud, le tariffe minime di paga basate sui costi operativi, hanno attutito il colpo, consentendo ai conducenti di fare un vivere senza guidare pericolosamente per lunghe ore, accelerare o sovraccaricare i propri veicoli. 

Il sistema doveva essere gradualmente eliminato alla fine del 2022. Il governo conservatore Yoon Seok-youl aveva ritardato la discussione sulla legislazione per estendere il sistema, promettendo al contempo di reprimere i lavoratori in sciopero.

KPTU-TruckSol ha chiesto che le tariffe sicure fossero rese permanenti e la copertura estesa a tutti i tipi di veicoli e merci. Il sindacato voleva anche che i datori di lavoro economici del trasporto su strada e le aziende di trasporto nei settori che non sono attualmente coperti da Safe Rates accettassero di aumentare le tariffe salariali per tenere conto della crisi del costo della vita.

“L’esperienza dei conducenti di camion nei settori coperti da Safe Rates ha dimostrato che rendere permanenti le tariffe sicure ed espandere il sistema per coprire tutti i tipi di veicoli e merci è il modo migliore per proteggere i conducenti e tutti coloro che utilizzano le strade”, ha affermato Stephen Cotton , segretario generale della federazione dei sindacati mondiali dei trasporti ITF.

La campagna KPTU-TruckSol ha ottenuto il sostegno di oltre 40 esperti e organizzazioni globali in materia di sicurezza, tra cui l’Institution of Occupational Safety and Health (IOSH), la Royal Society for the Prevention of Accidents (RoSPA) e il gruppo dei massimi specialisti di medicina del lavoro, il Collegium Ramazzini .

La loro lettera aperta del 9 giugno 2022 esortava il governo sudcoreano “ad adottare le misure necessarie per garantire che il sistema delle tariffe sicure sudcoreane sia reso permanente ed esteso a più settori”.

Poi, nella tarda serata del 14 giugno, è stato raggiunto un accordo tra KPTU-TruckSol e il Ministero dei Trasporti (MoLIT). Ha affermato che le parti “continueranno a portare avanti il ​​sistema delle tariffe sicure e promettono di discutere l’espansione ad altri tipi di trasporto”.

Il ministero ha anche deciso di sostenere misure per garantire che i membri del sindacato che tornano al lavoro non subiscano ritorsioni.

 84 total views,  5 views today