ETUI. Personale di cabina Ryanair in sciopero per condizioni di lavoro e retribuzione precarie

 

 

Credito fotografico: European Cockpit Association (ECA)

FONTE ETUI

Venerdì 24 giugno 2022, i sindacati del personale di cabina Ryanair in Belgio, Portogallo e Spagna hanno annunciato uno sciopero di tre giorni sui salari e le condizioni di lavoro. Gli equipaggi in Francia e in Italia avrebbero dovuto scioperare questo fine settimana, mentre il personale in Spagna avrebbe dovuto scioperare il 30 giugno e l’1 e 2 luglio.

I sindacati denunciano il mancato rispetto da parte di Ryanair delle leggi nazionali sul lavoro, in particolare per quanto riguarda il salario minimo, e sollecitano l’azienda a migliorare le condizioni di lavoro. In Belgio, i sindacati ACV e BBTK hanno affermato che Ryanair non ha rispettato il diritto del lavoro belga per alcuni lavori prima e dopo il volo. In effetti, i contratti dei lavoratori non si basano sull’ordinamento giuridico del loro paese di residenza, ma solo su quello irlandese, il che consente all’azienda irlandese di essere ermetica alle richieste dei suoi dipendenti. Inoltre, i lavoratori non hanno sempre accesso ai benefici pubblici del proprio paese, poiché sono soggetti alla legge irlandese sul servizio civile.

L’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary , ha dichiarato martedì (28) che le accuse del sindacato erano “pura sciocchezza” In Spagna, il governo ha ordinato alla compagnia di operare il 73-82% dei voli nazionali durante il periodo di sciopero per mantenere il servizio minimo, costringendo la maggior parte di loro ad andare al lavoro. Ernesto Iglesias , del sindacato spagnolo USO, ha criticato il provvedimento imposto all’azienda, affermando che “la decisione del governo ha limitato il diritto di sciopero dei lavoratori”. Uno dei cartelli alzati da un manifestante negli aeroporti di Valencia recita: “Il governo spagnolo è complice di Ryanair”.

Secondo il presidente del sindacato dietro lo sciopero portoghese, Ricardo Penarroias (SNPVAC), “a un membro dell’equipaggio non è permesso portare nemmeno una bottiglia d’acqua in volo”. Nel 2021, le autorità spagnole hanno avvertito Ryanair che stava infrangendo le regole del lavoro costringendo i membri dell’equipaggio di cabina ad acquistare acqua in bottiglia. Altri rapporti mostrano che i dipendenti Ryanair non possono scioperare e devono utilizzare uno dei loro giorni liberi per evitare ritorsioni da parte della direzione. I lavoratori descrivono una “cultura della paura”, con il personale costretto a lavorare in una posizione del tutto vulnerabile. I dipendenti Ryanair stanno cercando di attirare il da anni , con richieste quasi identiche già nel 2018. L’azienda ha assistito a un continuo deterioramento delle condizioni di lavoro e occupazionali, che negli ultimi anni ha portato a una serie di scioperi in diversi paesi europei.

Lo sciopero di Ryanair precede un movimento simile da parte dei lavoratori della British Airways a Londra Heathrow e si aggiunge alle interruzioni dei viaggi aerei in tutta Europa mentre le compagnie aeree lottano per aumentare dopo il blocco dovuto alla pandemia. Con l’aumento della domanda di viaggio, le compagnie aeree devono far fronte a una carenza di personale per gestire il flusso di passeggeri. Anche i lavoratori di diverse altre compagnie aeree, tra cui Brussels Airlines , stanno pianificando scioperi questa estate. Il sindacato francese CGT ha organizzato uno sciopero di un giorno venerdì 24 giugno al fine di ottenere un aumento dei salari dei lavoratori delle raffinerie di petrolio dopo il fallimento delle trattative con l’operatore TotalEnergies. Con un tasso di inflazione superiore all’8% nella zona euro, le richieste di salari più alti in tutti i settori preoccupano le autorità, poiché potrebbero innescare una spirale salari-prezzi che rafforzerebbe le pressioni inflazionistiche. Il capo della Banca centrale europea, Christine Lagarde, ha avvertito che più a lungo l’inflazione rimane alta, più è probabile che influenzi le trattative salariali.

 339 total views,  4 views today