News of war can impact your mental health — here’s how to cope

Even short exposure to bad news can increase worry and anxiety.
Stock Unit/ Shutterstock

Nilufar Ahmed, University of Bristol

The war in Ukraine has left many across the world feeling stressed and anxious. Coming on the back of a global pandemic which has already had a devastating toll on mental health, news of the war has only compounded feelings of fear and uncertainty which are known to increase anxiety.

People far from the conflict may be wondering why their mental health is suffering as a result of the news and images they’re seeing. Part of this can be explained by the fact that our brains are designed to scan for threats to protect us from potential danger. This can lead to an almost unstoppable, constant scouring of the news to help us prepare for the worst – a phenomenon many might know better as “doomscrolling”.

Research shows that even short exposure to bad news can lead to increased levels of worry and anxiety that can be long lasting. Bad news can also perpetuate negative thinking, which can lead to feeling caught in a loop of distress.

 


Quarter life, a series by The Conversation

Working to make a difference in the world but struggling to save for a home. Trying to live sustainably while dealing with mental health issues. For those of us in our twenties and thirties, these are the kinds of problems we deal with every day. This article is part of Quarter Life, a series that explores those issues and comes up with solutions.

More articles:

Body image issues affect close to 40% of men – but many don’t get the support they need

Would you bring your dog to a shop? Why retailers should be more pet-friendly

How your colleagues affect your home life and vice versa


Another reason watching news from Ukraine may be affecting mental health is because witnessing the suffering of others can actually cause us to feel pain. Seeing personal stories shared on social media makes us feel more connected to people than statistics about casualties might – increasing our empathy further.

Generally, people are told to avoid engaging with the news if it’s affecting their mental health. Yet this is hard to put in practice – especially given the constant stream of unfiltered stories across social media, and a desire to stay up-to-date with what’s going on.

Here are some other ways you can manage your mental health that don’t require you to switch off:

Managing wellbeing

Acknowledge the feelings: Many people try and dismiss their feelings by saying things like, “I’m being silly – there are people who are really struggling in the world.” While undoubtedly there are others suffering, this doesn’t invalidate the feelings you have.

You can feel anxious and upset for yourself and for others, or even have mixed feelings of being grateful (that you are safe) and sad (that others aren’t). Trying to rationalise or dismiss emotions never actually makes them go away – it can even make you more emotional and less able to cope.

Acknowledging and accepting our feelings without judgement can lead to improved mental health by reducing the burden of denying negative feelings.

Engage with your feelings: The stories that are emerging may trigger our own personal experiences of feeling helpless or out of control, feelings of loss, memories of fear of separation from loved ones, or uncertainty.

But the reasons a person experiences each of these emotions will be different. For example, as a person of colour, witnessing the discrimination of minority refugees has touched on my own experiences of discrimination. Images of families being separated may remind people of being unable to see their loved ones during the pandemic.

A person writes in their journal.
Journaling may help you processing your feelings.
JivkoM/ Shutterstock

It might be helpful to write down feelings, or talk to a friend. Speaking about silent thoughts we may be struggling with has been shown to disrupt the stress cycle and have long term benefits such as helping us manage stress better, feel more grounded when we experience anxiety, and even improve overall health.

Take action: Think about whether there are any practical things you can do, such as making a donation to a charity or volunteering. Both of these may help tackle feelings of helplessness and may also improve your mental health by giving you a sense of reward through helping others.

Make time for yourself: Since it’s not always possible – or wanted – to avoid the news altogether, consider controlling when you’re engaging with it. Avoid it just before bed and first thing in the morning because it increases alertness in the brain, which can increase stress levels and make it difficult to relax.

You might also want to consider doing something nourishing for yourself – such as phoning a loved one, going for a walk with a friend, being outdoors in nature or making a favourite meal. This will help shift your mind from troubling news and create a more positive and resilient mindset that can better deal with worries.

Ultimately, we can’t control the outcome of the conflict. But having control over the things that we can change – such as how much news we consume, or the activities we do to help ourselves unwind – will help us better retain our sense of wellbeing when the world feels out of control.The Conversation

Nilufar Ahmed, Lecturer in Social Sciences, CPsychol, University of Bristol

This article is republished from The Conversation under a Creative Commons license. Read the original article.

 

=========================================

Postiamo questa traduzione in italiano svolta con il bot google translator per facilitare la lettura dell’articolo. Il testo cui fare riferimento è il testo originale in lingua inglese pubblicato sopra 

******

Le notizie di guerra possono avere un impatto sulla tua salute mentale: ecco come farcela

 

La guerra in Ucraina ha lasciato molti in tutto il mondo stressati e ansiosi . Venendo sulla scia di una pandemia globale che ha già avuto un tributo devastante sulla salute mentale , la notizia della guerra ha solo aggravato sentimenti di paura e incertezza che sono noti per aumentare l’ansia .

Le persone lontane dal conflitto potrebbero chiedersi perché la loro salute mentale stia soffrendo a causa delle notizie e delle immagini che stanno vedendo. Parte di ciò può essere spiegato dal fatto che i nostri cervelli sono progettati per scansionare le minacce per proteggerci da potenziali pericoli. Questo può portare a una perlustrazione costante e quasi inarrestabile delle notizie per aiutarci a prepararci al peggio , un fenomeno che molti potrebbero conoscere meglio come “doomscrolling”.


Per saperne di più: il doomscrolling in Ucraina può danneggiare la tua cognizione e il tuo umore: ecco cosa fare al riguardo


La ricerca mostra che anche una breve esposizione a cattive notizie può portare a livelli aumentati di preoccupazione e ansia che possono essere di lunga durata. Le cattive notizie possono anche perpetuare il pensiero negativo , che può portare a sentirsi presi in un circolo vizioso di angoscia.


Quarter life, una serie di The Conversation

Lavorare per fare la differenza nel mondo ma lottare per risparmiare per una casa. Cercare di vivere in modo sostenibile mentre si affrontano problemi di salute mentale. Per quelli di noi tra i venti ei trenta, questi sono i tipi di problemi che affrontiamo ogni giorno. Questo articolo fa parte di Quarter Life , una serie che esplora questi problemi e propone soluzioni.

Altri articoli:

I problemi di immagine corporea colpiscono quasi il 40% degli uomini, ma molti non ottengono il supporto di cui hanno bisogno

Porteresti il ​​tuo cane in un negozio? Perché i rivenditori dovrebbero essere più pet-friendly

In che modo i tuoi colleghi influenzano la tua vita domestica e viceversa


Un altro motivo per cui guardare le notizie dall’Ucraina potrebbe incidere sulla salute mentale è perché assistere alla sofferenza degli altri può effettivamente farci provare dolore . Vedere storie personali condivise sui social media ci fa sentire più in contatto con le persone di quanto potrebbero fare le statistiche sulle vittime, aumentando ulteriormente la nostra empatia.

In generale, alle persone viene detto di evitare di interagire con le notizie se influiscono sulla loro salute mentale. Eppure questo è difficile da mettere in pratica, soprattutto dato il flusso costante di storie non filtrate sui social media e il desiderio di rimanere aggiornato su ciò che sta succedendo.

Ecco alcuni altri modi in cui puoi gestire la tua salute mentale che non richiedono lo spegnimento:

Gestire il benessere

Riconosci i sentimenti: molte persone cercano di respingere i propri sentimenti dicendo cose come: “Sono sciocco, ci sono persone che stanno davvero lottando nel mondo”. Mentre indubbiamente ci sono altri che soffrono, questo non invalida i sentimenti che hai.

Puoi sentirti ansioso e turbato per te stesso e per gli altri, o anche provare sentimenti contrastanti di essere grato (che sei al sicuro) e triste (che gli altri non lo sono). Cercare di razionalizzare o respingere le emozioni non le fa mai andare via, può persino renderti più emotivo e meno in grado di farvi fronte.

Riconoscere e accettare i nostri sentimenti senza giudizio può portare a una migliore salute mentale riducendo l’onere di negare i sentimenti negativi.

Coinvolgi i tuoi sentimenti: le storie che stanno emergendo possono innescare le nostre esperienze personali di sentirsi impotenti o fuori controllo, sentimenti di perdita, ricordi di paura della separazione dai propri cari o incertezza.

Ma le ragioni per cui una persona sperimenta ciascuna di queste emozioni saranno diverse. Ad esempio, in quanto persona di colore, assistere alla discriminazione dei rifugiati delle minoranze ha toccato le mie stesse esperienze di discriminazione. Le immagini di famiglie separate possono ricordare alle persone di non essere in grado di vedere i propri cari durante la pandemia.

Una persona scrive nel suo diario.
L’inserimento nel diario può aiutarti a elaborare i tuoi sentimenti. JivkoM/Shutterstock

Potrebbe essere utile scrivere i sentimenti o parlare con un amico. È stato dimostrato che parlare di pensieri silenziosi con cui potremmo lottare interrompe il ciclo dello stress e ha benefici a lungo termine come aiutarci a gestire meglio lo stress, sentirci più radicati quando proviamo ansia e persino migliorare la salute generale .

Agisci: pensa se ci sono cose pratiche che puoi fare, come fare una donazione a un ente di beneficenza o fare volontariato . Entrambi possono aiutare ad affrontare i sentimenti di impotenza e possono anche migliorare la tua salute mentale dandoti un senso di ricompensa aiutando gli altri.

Trova il tempo per te stesso: dal momento che non è sempre possibile – o voluto – evitare del tutto le notizie, considera di controllare quando sei coinvolto con esse. Evitalo appena prima di andare a letto e come prima cosa al mattino perché aumenta la vigilanza nel cervello , che può aumentare i livelli di stress e rendere difficile il rilassamento.

Potresti anche prendere in considerazione l’idea di fare qualcosa di nutriente per te stesso, come telefonare a una persona cara, fare una passeggiata con un amico, stare all’aperto nella natura o preparare un pasto preferito . Questo ti aiuterà a spostare la tua mente dalle notizie preoccupanti e a creare una mentalità più positiva e resiliente che può affrontare meglio le preoccupazioni.

In definitiva, non possiamo controllare l’esito del conflitto. Ma avere il controllo sulle cose che possiamo cambiare, come quante notizie consumiamo o le attività che svolgiamo per rilassarci, ci aiuterà a mantenere meglio il nostro senso di benessere quando il mondo si sente fuori controllo.

 

 

 481 total views,  2 views today