Vai al contenuto

Canada: un appello sindacale per proteggere i lavoratori degli impianti di lavorazioni carni. 1400 casi di lavoratori infetti nel settore industria alimentare

FONTE TUAC (Sindacato alimentaristi Canada) 

I lavoratori negli impianti di lavorazione della carne in Canada lavorano duramente in prima linea per produrre carne per le famiglie in tutto il paese.

Ad oggi, oltre 1.400 casi di COVID - 19 sono stati confermati nei lavoratori dell'industria alimentare. Alcuni di questi ultimi che stanno combattendo COVID-19 sono in condizioni critiche e alcuni sono morti.

In risposta alla pandemia, il governo federale ha recentemente annunciato $ 77 milioni per i trasformatori di alimenti, ma i dettagli sulla distribuzione di questi fondi non sono ancora chiari.

Gli operatori del settore alimentare devono svolgere un ruolo centrale nel determinare le condizioni e i criteri per il "Fondo per il trattamento di emergenza".

Informare il governo canadese che i soldi dei contribuenti pagati alle imprese devono innanzitutto garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori e che i lavoratori del settore alimentare devono avere voce in capitolo determinare le condizioni della propria salute e sicurezza!

MOSTRA IL TUO SOSTEGNO AI LAVORATORI DEL SETTORE ALIMENTARE INVIANDO UNA LETTERA ADESSO!

Per diverse settimane, i lavoratori dell'industria alimentare canadese hanno chiesto le seguenti misure, raccomandate dai sostenitori per i lavoratori alimentari di tutto il mondo, ma non hanno ricevuto impegni da governo federale su queste disposizioni di base:

  • Garantire che i lavoratori possano lavorare a una distanza di due metri (6,5 piedi) l'uno dall'altro per tutta la giornata lavorativa. Per fare ciò, è possibile modificare l'organizzazione del lavoro, l'orario di lavoro e le pause. Potrebbe essere necessario modificare la progettazione delle stazioni di lavoro, ad esempio installando Perspex, Plexiglas o materiale simile per proteggere i lavoratori dal rischio di infezione reciproca.
  • Ridurre la velocità e la quantità di prodotti sulla linea di produzione per garantire un divario di due metri tra i lavoratori. Ciò deve essere fatto senza rimuovere alcuna posizione e le decisioni relative a turni, accordi di condivisione del lavoro e straordinari devono coinvolgere il sindacato.
  • Fornire adeguate stazioni di lavaggio e disinfezione delle mani e aumentare il numero di pause affinché il lavaggio delle mani diventi parte integrante del lavoro.
  • Garantire la pulizia e l'igiene regolari e complete del posto di lavoro, compresi i servizi igienici e le sale da pranzo. Tutte le superfici comuni, ad esempio banchi da lavoro, maniglie delle porte, corrimani e tastiere, devono essere pulite regolarmente.
  • Fornire adeguati dispositivi di protezione individuale (DPI), sebbene ciò non possa sostituire un adeguato spazio tra i lavoratori.
  • Adottare le misure necessarie per raggiungere il luogo di lavoro in sicurezza per ridurre al minimo il rischio di esposizione a COVID - 19.
  • Pubblica i protocolli sul posto di lavoro sui cartelloni pubblicitari in lingue che tutti i lavoratori possano comprendere e mantenere comunicazioni regolari.

Proteggere i lavoratori del settore alimentare e fermare la diffusione di COVID-19 negli impianti di produzione alimentare in Canada richiede un approccio coerente guidato da parti interessate, sindacati e datori di lavoro, e attuato dal governo.

I lavoratori del settore alimentare hanno bisogno di aiuto ADESSO!