Vai al contenuto

Eurofound (2020), Living, working e COVID-19: Primi risultati – aprile 2020, Dublino

 

 

foto da Eurofound 

I primi dati di una Ricerca della Fondazione Europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro sono riportati in un Report scaricabile dal sito di Eurofound. Riportiamo le prime valutazioni riferite al mese di aprile.

Eurofound (2020), Living, working e COVID-19: Primi risultati - aprile 2020, Dublino

I paesi più colpiti dalla pandemia vedono l'impatto più significativo sul loro benessere. I risultati di alcuni paesi sono particolarmente sorprendenti, con la soddisfazione della vita in Francia ora al suo livello più basso rispetto alle indagini effettuate prima della crisi.

Oltre la metà degli intervistati dell'UE è preoccupata per il proprio futuro a causa della crisi COVID-19, con solo il 45% che si sente ottimista. Contrariamente alle indagini condotte prima della pandemia, paesi come Francia, Belgio, Italia e Grecia vedono l'ottimismo scendere al di sotto della media UE.

Le persone in tutta l'UE stanno segnalando livelli estremamente bassi di fiducia nell'UE e nei loro governi nazionali, in particolare in diversi Stati membri tradizionalmente pro-UE come Francia, Italia e Spagna, sollevando domande fondamentali sull'azione percepita dell'UE durante la crisi.

Più di un quarto degli intervistati nell'UE in questa fase riferisce di aver perso il lavoro temporaneamente (23%) o permanentemente (5%), con i giovani più colpiti. Anche la metà di coloro che lavorano vedono ridursi l'orario di lavoro, soprattutto in Romania, Italia, Francia, Cipro e Grecia. I paesi nordici hanno registrato meno riduzioni dell'orario di lavoro.

Quasi il 40% delle persone in Europa dichiara che la propria situazione finanziaria è peggiore rispetto a prima della pandemia - il doppio del numero riportato nelle indagini prima della crisi. Quasi la metà indica che le loro famiglie non riescono a sbarcare il lunario e oltre la metà riferisce di non poter mantenere il proprio tenore di vita per più di tre mesi senza un reddito. La situazione è ancora più drammatica per i tre quarti dei disoccupati che non riescono a cavarsela per più di tre mesi con l'82% che riferisce che la loro famiglia ha difficoltà a far quadrare i conti.

Abstract
Nel giro di poche settimane, la pandemia COVID-19 causata dal  coronavirus ha radicalmente trasformato la vita delle persone in tutto il mondo. A parte le devastanti conseguenze sulla salute delle persone direttamente colpite dal virus, la pandemia di COVID-19 ha avuto importanti implicazioni per il modo in cui le persone vivono e lavorano, influenzando il loro benessere fisico e mentale in modo profondo. Per cogliere gli effetti economici e sociali immediati di questa crisi, Eurofound ha lanciato un sondaggio online su larga scala in tutta l'Unione europea e oltre dal 9 aprile. Intitolato Living, working e COVID-19, lo scopo dell'indagine è di studiare l'impatto sul benessere, sul lavoro e sul telelavoro e sulla situazione finanziaria delle persone che vivono in Europa. Include una serie di domande relative a persone di varie fasce d'età e situazioni di vita. La maggior parte delle domande si basa sull'indagine europea sulla qualità della vita (EQLS) di Eurofound e sull'indagine europea sulle condizioni di lavoro (CAE), mentre altre domande sono nuove o adattate da altre fonti, come le statistiche dell'UE sul reddito e le condizioni di vita (UE- SILC).

FONTE : EUROFOUND
https://www.eurofound.europa.eu/publications/report/2020/living-working-and-covid-19-first-findings-april-2020

IL REPORT COMPLETO

https://www.eurofound.europa.eu/sites/default/files/ef_publication/field_ef_document/ef20058en.pdf