Vai al contenuto

L’appello dei media tedeschi ai leader europei: “Più solidarietà tra Paesi. O il Coronavirus spazzerà via l’Europa”

 

Fonte ilmitte.com 

L’appello dei media tedeschi ai leader europei: “Più solidarietà tra Paesi. O il Coronavirus spazzerà via l’Europa”

La crisi del Coronavirus sta affliggendo tutti i Paesi dell’Unione Europea e anche, in senso lato, l’Europa stessa. La particolare vulnerabilità di alcuni Paesi, infatti, e il tentativo frustrato di trovare risposte condivise che vengano incontro a chi si trova in difficoltà, negli ultimi tempi ha messo in crisi persino il concetto stesso di Europa unita e polarizzato, in modo a volte radicale, sia i consensi che i dissensi.

A questo proposito diversi media internazionali si sono fatti latori di un appello che invita l’Europa a ritrovare l’unità attraverso la coesione reale, e non effimera, dei singoli Paesi. Lo stesso appello invita inoltre i leader politici europei a trovare soluzioni reciprocamente accettabili.

A questo messaggio si è unito anche il Funke Mediengruppe, il terzo gruppo editoriale tedesco, che ha un totale di più di 500 pubblicazioni, tra quotidiani e magazine, distribuite in otto nazioni, oltre alla Germania.

coronavirus photo

L’appello

L’UE ha in questo momento l’opportunità storica di sviluppare una strategia sanitaria ed economica comune. Nata sulle rovine della seconda guerra mondiale, è stata costruita dalla volontà di donne e uomini che hanno deciso di affrontare le difficoltà con spirito di solidarietà e con l’indomita volontà di costruire un futuro comune.

In contesti storici spesso difficili, come ad esempio poco dopo la guerra e con la fine di una dittatura, le nostre pubblicazioni hanno accompagnato la rinascita del continente e hanno contribuito a difendere valori democratici e di libertà unici al mondo.

L’Europa ha bisogno di più solidarietà durante il Coronavirus. La divisione e la mancanza di supporto tra gli Stati mettono a repentaglio l’Unione nel momento in cui è più necessario garantirla. Di fronte alla pandemia, l’Unione Europea ha un appuntamento con la storia. Si può scegliere tra due opzioni. Da un lato, ci sono divisione ed egoismo, che suonerebbero e sarebbero completamente incomprensibili per l’opinione pubblica, in questo momento di crisi. Dall’altra parte, ci sono la solidarietà tra i popoli e la riaffermazione del loro destino comune.

Di fronte all’imminente incontro dei ministri europei delle finanze, oggi chiediamo ai governi nazionali una spinta collettiva. La crisi che stiamo attraversando è una minaccia per la stessa esistenza dell’UE, ma può anche essere un’opportunità, se i leader dei nostri Paesi adotteranno azioni comuni per affrontare le sfide che ci attendono.

Una strategia comune in ambito sanitario ed economico è vitale, perché nessun Paese sarà in grado di resistere da solo.

È l’ora di un risveglio comunque per l’Europa!

Vi può interessare anche: Coronavirus, “l’Europa deve aiutare Italia e Spagna”. Lo dice Sigmar Gabriel, ex ministro degli esteri tedesco