Vai al contenuto

Alle 17:30 Angela Merkel ha parlato alla stampa per spiegare la situazione attuale nella lotta al Coronavirus e le nuove disposizioni all’interno del Paese.

Fonte Berlinomagazine  che ringraziamo

“Lunedì avevamo deciso che questo weekend avremmo fatto un bilancio. Le nostre città, il traffico, l’economia, la vita privata e pubblica sono profondamente cambiate rispetto ad una settimana fa. La stragrande maggioranza delle persone ha capito che tutto dipende da loro. Ognuno può e deve fare la sua parte per rallentare la diffusione del virus. Questa cosa mi rende più tranquilla. È così che mostriamo la nostra attenzione alle persone malate ed anziane. Così salviamo vite”.

A pochi giorni dal discorso alla nazione in cui Angela Merkel aveva chiesto a tutti i suoi concittadini di non uscire se non per ragioni improrogabili e di tenere la distanza di sicurezza, la Cancelliera ha dichiarato che per ora non è previsto nessun coprifuoco nazionale. La quarantena è invece in atto in Baviera e Saarland da ieri, sabato.La Merkel, dopo aver chiarito che però i provvedimenti potranno cambiare (“Stiamo noi stessi imparando”), si è poi concentrata su tutte le contromisure in atto e dato ulteriori raccomandazioni con una sorta di decalogo. Subito dopo la conferenza stampa, la Cancelliera si è messa in quarantena per aver incontrato nei giorni precedenti un medico poi scopertosi positivo.

1- A tutte le persone è richiesto di ridurre al minimo i contatti con chi non vive in casa.

2- Bisognerà tenere una distanza di sicurezza di almeno un metro e mezzo, “meglio se due metri”.

3- Si può uscire all’aria aperta al massimo in due, se le due persone non vivono nella stessa abitazione. Persone che abitano nella stessa casa possono uscire anche in più di due

4- Si può ancora andare a lavoro, dal dottore, fare sport in maniera individuale e passeggiate all’aria aperta, fare la spesa, sostenere esami o recarsi ad appuntamenti importanti

5- Non è possibile organizzare feste o raduni in casa o in un pubblico. La polizia ha il diritto in tal caso di intervenire e sanzionarli.

6- Tutti i ristoranti in tutto il paese saranno chiusi e a disposizione solo per asporto e consegna.

7- Chiudono parrucchieri, centri estetici e di massaggi e studi di tatuaggi (inizialmente avevano il diritto di rimanere aperti).

8- In tutti gli altri istituti che rimangono aperti bisogna rispettare tutte le misure igieniche e preventive necessarie.

9- Tutte le misure in atto dureranno almeno due settimane, ovvero fino al 5 aprile.

“Sono regole prese nell’interesse di tutta la nazione”.

Al momento in Germania ci sono, secondo i dati del John Hopkins, 23974 contagi ufficiali, di cui 266 ricoverati, e 93 decessi.