Vai al contenuto

ATLANTE REGISTRO TUMORI (RTM) REGIONE MARCHE – 1^REPORT TUMORI MALIGNI ANNI 2010/2012 –L.R. N.6/2012

DI GUIDO BIANCHINI ESPERTO UIL ASCOLI PICENO SALUTE E SICUREZZA

 

L’8 novembre 2019 è uscito il primo Registro Tumori (RTM) della Regione Marche, ovvero il 1^REPORT sui Tumori Maligni per gli Anni 2010/2012, ai sensi della L.R. N.6/2012.

Nel periodo analizzato (2010-2012) sono stati registrati 31.381 nuovi casi di tumore maligno (eccetto cute) (17.327 maschi e 14.054 femmine).

Una età media di incidenza di 69,5 anni per gli uomini (prima insorgenza tumorale) e 67,2 anni per le donne.

Nel territorio regionale sono stati osservati 604 nuovi casi di tumore ogni 100.000 abitanti all’anno.

La mortalità ha registrato 13.309 decessi, ovvero 239 decessi ogni 100.000 abitanti all’anno con una media di 4.436 casi/anno.

 

Casi uomini e donne anni 2010/2012

Tipo

Casi

 

 

Tumore

Ascoli Piceno

Marche

%

Stomaco

197

1.580

12%

Colon Retto

520

4576

11%

Fegato

62

603

10%

Vie Biliari

32

301

11%

Pancreas

140

1.019

14%

Polmone

422

2.881

15%

Cute

114

997

11%

Mammella

469

3.916

12%

Collo Utero

24

196

12%

Ovaio

61

398

15%

Prostata

406

3.786

11%

Testicolo

19

166

11%

Rene

122

949

13%

Vescica

286

2.251

13%

Tiroide

126

880

14%

linf.Hodgkin

24

163

15%

linf. Non Hodgkin

144

1.193

12%

Mielomi

68

526

13%

Totale

3.236

26.381

12%

 

Per la provincia picena, nel periodo in esame, dobbiamo aggiungere altre tipologie di numero minore per un totale di 5.325 ovvero, escludendo cute e SNC non maligno, abbiamo 3.911 casi; di  questi 2.137 uomini e 1.774 donne. I casi mortali, uomini (2.137) e donne (1.774), risultano essere 1.780.

Il commento

Il report, che ha colmato una carenza del nostro sistema sanitario, è un efficace strumento di monitoraggio e sorveglianza della salute della popolazione marchigiana; permette infatti di programmare le azioni da intraprendere, nonché le opportune forme di prevenzione e tutela della salute per i cittadini marchigiani. Permette, inoltre, attraverso l’analisi dei dati epidemiologici, di attuare le opportune attività cliniche sul territorio regionale.

È un sistema di monitoraggio sullo stato di salute della popolazione marchigiana che, valutando l’incidenza dei nuovi casi e analizzando la frequenza dei tumori a livello territoriale. Consente di indicare gli interventi e le necessarie azioni di prevenzione. Sarà importante nella prossima rilevazione comprendere quanto di questi umori sono figli di eventuali malattie professionali e/o dall’ambiente.