Vai al contenuto

Coronavirus: misure di prevenzione sul territorio

+T -T
(Regioni.it 3768 - 31/01/2020) “Seguo minuto per minuto le evoluzioni dell'emergenza”, così il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, sulle evoluzioni relative all'emergenza Coronavirus.
Vertice in regione Lazio con l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, per fare il punto su tutte le misure messe in atto e le eventuali altre azioni da intraprendere.
“Ringrazio tutti gli operatori e i medici del Sistema Sanitario Regionale, - rileva Zingaretti - che in questi giorni stanno affrontando con professionalità e serietà l'emergenza in atto. Un particolare ringraziamento va a tutto il personale dell'Istituto Spallanzani di Roma per il grande sforzo messo in campo per far fronte a questa emergenza”.
Anche la regione Lombardia assicura, attraverso l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, che “il sistema regionale è solido e strutturato e sta dando una grande prova”.
"Il sistema sta funzionando perfettamente - aggiunge Gallera - Per ora ci sono tanti casi che stiamo verificando, tutti negativi e gestiti con la massima accuratezza. Possiamo contare su 14 ospedali con reparti per malati infettivi, e tre laboratori a Pavia, all'ospedale Sacco e alla Statale di Milano”.
“La task force regionale contro il coronavirus costituita in Alisa, l'azienda ligure sanitaria, - spiega il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti – è operativa con riunioni tecniche di aggiornamento sull'evoluzione del quadro epidemiologico, l'ultima delle quali si terrà oggi con i medici di medicina generale, in modo che tutti siano informati al meglio e pronti ad affrontare ogni eventuale criticità”.
"Regione Liguria è costantemente in contatto con ministero, porto, aeroporto e tutta la nostra sanità e offre la piena collaborazione alle autorità nazionali competenti nell'attuazione delle indicazioni e raccomandazioni ministeriali. Per quanto riguarda l'età pediatrica, il riferimento sul territorio è l'Istituto Giannina Gaslini - spiega Toti -. L'indicazione ai cittadini è quella di contattare il Numero unico europeo 112 in caso di dubbi o necessità. Grazie ai nostri medici e a tutti i professionisti che si stanno spendendo come sempre per salvaguardare la nostra salute”.
Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, in merito all'emergenza Coronavirus: "Siamo pronti, già da domani dovremmo avere i test per individuare eventuali contagi nelle nostre strutture senza mandare campioni di sangue allo Spallanzani. Quindi i test saranno effettuati al Cotugno. Ci sono le condizioni per governare un problema che c'è ma che non deve portarci a situazioni di psicosi”.
“La situazione è delicata, presenta assetti di notevole preoccupazione – spiega De Luca- ma dobbiamo evitare di creare un clima di psicosi nel paese e dobbiamo dire con chiarezza che abbiamo un sistema sanitario pronto per far fronte ad eventuali emergenze. Daremo tutte le informazioni nei prossimi giorni, abbiamo deciso di centralizzare le informazioni, invito tutto ad attenersi alle informazione che vengono o dal ministero della Salute o dalla Regione e non seguire altre cose”.


SANITÀ. CORONAVIRUS, TOTI: REGIONE LIGURIA PRONTA A OGNI EVENTUALE CRITICITÀ TASK FORCE REGIONALE È OPERATIVA

Coronavirus, vertice in R. Lazio: ""Grande sforzo per emergenza"" Zingaretti segue minuto per minuto le evoluzioni 

Coronavirus:De Luca, da domani test anche a ospedale Cotugno Non necessario inviare campioni a Spallanzani. No clima psicosi

Coronavirus: Lombardia attende indicazioni ma macchina pronta Gallera, fino al 29/1 fatti 800 controlli a Malpensa 


= SCHEDA = Coronavirus: stato emergenza, cosa prevede la norma