Vai al contenuto

Un altro ritardo nel rinnovo della strategia dell’UE in materia di salute e sicurezza metterebbe a rischio la vita delle persone che lavorano

 

FONTE  ETUC.ORG

Con il quadro strategico dell'UE per la salute e sicurezza sul lavoro in scadenza nel 2020, le prime discussioni su una nuova strategia si svolgerà oggi all'incontro dei ministri  europei  per l'occupazione, gli affari sociali, salute e consumatori del Consiglio .

I ministri degli Stati membri dell'UE dovrebbero adottare conclusioni su un  nuovo quadro strategico dell'UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro , invitando la Commissione europea a presentare un nuovo quadro strategico per il 2021-2027.

La Confederazione europea dei sindacati (CES) sta spingendo il Consiglio e la Commissione a dare priorità al rinnovo di una strategia più ambiziosa per evitare un'altra ripetizione del ritardo di due anni che è seguito alla scadenza della strategia 2007-20212.

Il vice segretario generale della CES Per Hilmersson ha dichiarato:

"L'attuale quadro strategico dell'UE per la salute e la sicurezza sul lavoro scadrà l'anno prossimo, pertanto una nuova strategia deve essere una priorità urgente per la Commissione europea entrante.

“Sono stati necessari due anni per rinnovare il framework dopo la sua ultima scadenza. Non possiamo permetterci un altro ritardo quando ci sono 3 milioni di infortuni sul lavoro ogni anno nell'UE, 4.000 dei quali mortali, 100.000 decessi causati da tumori legati al lavoro e un quarto dei lavoratori che soffrono di stress da lavoro eccessivo.

“Non è esagerato affermare che un altro ritardo prolungato metterebbe a rischio la vita delle persone, quindi le istituzioni dell'UE hanno la responsabilità di assumere un ruolo guida nel miglioramento della salute e della sicurezza sul lavoro. Una rinnovata strategia dell'UE contribuirebbe inoltre agli Stati membri a sviluppare e migliorare le proprie strategie nazionali.  

"Ecco perché i ministri del lavoro dell'UE che si incontrano oggi per discutere della questione devono chiedere alla Commissione di lavorare con i sindacati su una nuova strategia dell'UE incentrata sulla prevenzione delle malattie professionali, adattando le attuali politiche al mondo del lavoro in evoluzione e realizzando obiettivi più ambiziosi e applicabili negli stati membri. "

Il documento completo della posizione della CES su una nuova strategia dell'UE in materia di sicurezza e salute sul lavoro è disponibile qui: https://www.etuc.org/sites/default/files/circular/file/2019-11/ETUC%20position%20on% 20a% 20new% 20eu% 20strategy% 20on% 20Occupational% 20Safety% 20e% 20Health.pdf

La posizione della CES si basa sul parere del comitato consultivo tripartito per la sicurezza e la salute sul lavoro (ACSH) che raccomanda alla Commissione europea di adottare un nuovo quadro strategico dell'UE in materia di sicurezza e salute sul lavoro secondo l'attuale quadro strategico.