Vai al contenuto

Difendi il divieto austriaco del glifosato!

Fonte IUF

 

A luglio, la camera bassa del parlamento austriaco ha votato per vietare tutti gli usi dell'erbicida tossico glifosato. La legislazione dovrebbe entrare in vigore il 1 ° gennaio 2020. Ma c'è un problema. Ai sensi dei regolamenti dell'UE, la Commissione europea e gli Stati membri hanno tempo fino al 19 novembre per "commentare" il divieto. Bayer / Monsanto, produttore di Roundup a base di glifosato, sta lavorando con la lobby dei pesticidi per rovesciare la nuova legge. Immediatamente dopo il voto, la società ha annunciato la sua opposizione al divieto, dichiarando "Ci aspettiamo che la Commissione europea riveda questa decisione in modo critico, in quanto potrebbe essere incompatibile con i requisiti legali e procedurali obbligatori e il ragionamento scientifico".

La Monsanto è stata impegnata in una forte attività di lobbying a seguito del rapporto del 2015 dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità, secondo cui il glifosato è probabilmente cancerogeno per l'uomo (e quindi illegale ai sensi della legge europea sui pesticidi). L'autorizzazione del glifosato è stata rinnovata per 5 anni nel 2017, nonostante le prove crescenti della sua tossicità e una cascata di rivelazioni che documentano l'entità della cattura normativa della società nell'UE e a livello internazionale.

Il divieto austriaco ha ricevuto ampio sostegno da tutti i partiti politici, dai sindacati e dalle organizzazioni di piccoli agricoltori. "Le prove scientifiche dell'effetto cancerogeno del veleno vegetale sono in aumento. È nostra responsabilità vietare questo veleno dal nostro ambiente", ha affermato Pamela Rendi-Wagner del Partito socialdemocratico. L'affiliata austriaca IUF PRO-GE, che si è opposta alla riautorizzazione del 2017, sostiene il divieto. È fondamentale difendere la prima mossa sostanziale da parte di uno Stato membro dell'Unione Europea per fermare l'uso del glifosato.

I cittadini europei possono anche commentare la legge. Gli attivisti hanno lanciato una petizione a sostegno del divieto austriaco di glifosato - FARE CLIC QUI PER ACCEDERE E dire alla Commissione europea di sostenere il divieto austriaco. La petizione è disponibile anche in francese , tedesco e spagnolo .