Vai al contenuto

2700 operai sono morti nei cantieri dei mondiali di calcio in Qatar in sei anni

Risultato?  Centinaia di lavoratori muoiono ogni anno nei cantieri dei mondiali di calcio 2022 che si terranno in Qatar, secondo il “The Guardian“. Negli ultimi sei anni sono quasi 2.700 le persone che hanno che perso la vita sul lavoro. In un rapporto pubblicato venerdì 11 ottobre, le Nazioni Unite chiedono alle autorità dell’emirato di proteggerle dal caldo. Secondo il quotidiano britannico, centinaia di migliaia di lavoratori sono esposti a temperature superiori a 45 gradi per 10 ore al giorno. Queste condizioni hanno, secondo i cardiologi, un legame diretto con la morte di centinaia di persone ogni anno. Tra l’altro, i loro corpi di solito non sono sottoposti ad alcuna autopsia. Tra il 2012 e il 2017 sono morti 1.025 nepalesi, tra cui 676 di “cause naturali”, ovvero infarto o insufficienza respiratoria. Gli indiani sono 1.678 per aver perso la vita tra il 2012 e agosto 2018, tra cui 1.345 di “cause naturali”.

I risultati dell’analisi meteorologica evidenziano le sfide significative che le temperature in aumento in tutto il mondo pongono a settori come l’edilizia: “Con l’aumento della temperatura globale a causa della crisi climatica, il rischio per la salute causato dallo stress da calore avrà conseguenze devastanti per la salute di milioni di persone, ma non è ancora visto come l’emergenza che è”, dichiara al Guardian il professor Tord Kjellstrom, consulente per l’ambiente e salute sul lavoro per le Nazioni Unite e coautore del rapporto del Cardiology Journal. “Questo deve cambiare.”

Fortebraccio News