Vai al contenuto

Canada: recenti studi hanno rilevato che gli/le assistenti sanitari/e sono ad alto rischio di burnout

FONTE  NUPGE.CA

"Se parli con qualcuno in prima linea, ti diranno che vedono l'impatto del burnout ogni giorno - lo hanno sperimentato da soli o lo hanno visto nei loro colleghi". - Michelle Gawronsky, Presidente del MGEU

Winnipeg (21 agosto 2018) - Un recente studio conferma ciò che il governo Manitoba e l'Unione dei dipendenti generali (MGEU / NUPGE) ha affermato a nome degli assistenti sanitari da anni: nonostante una forte convinzione delle loro capacità professionali e soddisfazione nel loro lavoro , sono ad alto rischio di burnout.

Lo studio, condotto da Carole A. Estabrooks e Stephanie A. Chamberlain e  pubblicato sull'International Journal of Nursing Studies , ha esaminato circa 1.200 assistenti sanitari di 30 case di cura personale nel Canada occidentale. Scoprirono che gli assistenti sanitari, nonostante trovassero un senso nel loro lavoro e credevano fortemente nelle loro capacità professionali, erano ad alto rischio di esaurimento emotivo.

"Nel nostro studio, abbiamo riscontrato che gli assistenti sanitari lavorano in modo efficiente, a volte in condizioni difficili e con la forte sensazione che ciò che fanno è significativo - ma il rischio di esaurimento è grande."

Studio focalizzato esclusivamente sul lavoro di assistenti sanitari

Come sottolinea correttamente Estabrooks e Chamberlain, il ruolo degli assistenti sanitari è fondamentale per la qualità dell'assistenza negli ospedali e per la qualità della vita dei residenti nelle case di cura. Tuttavia, fino a poco tempo fa, il problema non ha ricevuto l'attenzione che merita perché quando viene studiata la forza sanitaria, in genere assistenti sanitari e infermiere registrate vengono raggruppati insieme dai ricercatori. Quando si concentra uno studio specifico sugli assistenti sanitari, si scopre che il burnout in Canada è dilagante, "affermano Estabrooks e Chamberlain.

"Raccomando i ricercatori per aver esaminato questo importante problema", afferma Michelle Gawronsky, Presidente di MGEU. "Se parli con qualcuno in prima linea, ti diranno che vedono l'impatto del burnout ogni giorno - lo hanno sperimentato da soli o lo hanno visto nei loro colleghi di lavoro".

Burn out per aiutanti dilaganti nell'assistenza sanitaria della comunità

Mentre lo studio si occupava esclusivamente del problema del burnout nelle case di cura, Gawronsky ha anche sottolineato che il burnout è un problema significativo e di ampia portata in altre aree dell'assistenza sanitaria, inclusa la comunità in cui il tempo assegnato per fornire assistenza domiciliare è tristemente inadeguato.

"Stiamo sostenendo da molti anni di fornire più tempo agli assistenti sanitari e agli assistenti domiciliari per svolgere le loro mansioni e per i livelli di organico appropriati, perché i lavoratori si stanno bruciando. I tagli all'assistenza sanitaria stanno danneggiando la loro capacità di fornire cure di qualità. Prima dobbiamo preoccuparci, non i bilanci. "

Raccomandazioni incluse nello studio per migliorare la cultura del lavoro e la cura del paziente

Lo studio propone una serie di raccomandazioni per affrontare il problema del burnout dell'assistenza sanitaria. Tra questi, i ricercatori chiedono una migliore cultura del lavoro, comprese strategie per coinvolgere assistenti sanitari nel processo decisionale sui residenti a cui si prendono cura.

Per ulteriori informazioni su questi risultati e le raccomandazioni dei ricercatori, consultare l' articolo completo pubblicato nella CBC.


NUPGE

La National Union of Public and General Employees (NUPGE) è una delle maggiori organizzazioni sindacali del Canada con oltre 390.000 membri. La nostra missione è migliorare la vita delle famiglie lavoratrici e costruire un Canada più forte assicurando che la nostra ricchezza comune sia usata per il bene comune. - NUPGE