Dalla Newsletter di IWH riproduciamo, tradotto con apporto di google translator questo importante articolo pubblicato il 26 aprile 2018

La cifra di $ 34,6 milioni per i tumori diagnosticati in un anno è la prima stima in Canada del peso economico dei casi correlati al lavoro di due forme comuni di cancro della pelle

Nel 2011, poco più del 5% dei casi di carcinoma a cellule basali di nuova diagnosi (2.846 su 53.696) in Canada erano dovuti all'esposizione al sole durante il lavoro. Poco più del nove per cento dei casi di carcinoma a cellule squamose di nuova diagnosi (1.710 su 18.549) sono stati attribuiti all'esposizione al sole correlata al lavoro.

Questo è secondo un recente studio dell'Istituto per il lavoro e la salute (IWH), che ha messo il costo di ogni caso di carcinoma basocellulare correlato al lavoro a $ 5,670 e di carcinoma a cellule squamose legato al lavoro a $ 10,555.

I costi sociali di questi nuovi casi dal 2011 ammontano a $ 28,9 milioni in costi diretti e indiretti. I costi diretti includono il trattamento sanitario e le relative spese, e i costi indiretti includono le perdite di produzione. Quando sono inclusi i costi intangibili (come l'equivalente monetario della perdita di qualità della vita), i costi sociali totali aumentano di altri $ 5,7 milioni, a $ 34,6 milioni.

Lo studio condotto da IWH Senior Scientist Dr. Emile Tompa e dal ricercatore ospite Amir Mofidi è stato recentemente pubblicato sul Journal of Occupational and Environmental Health . L' articolo ad accesso libero è disponibile gratuitamente.

Lo studio è la prima analisi del carico economico del carcinoma a cellule basali legato al lavoro e del carcinoma a cellule squamose, che insieme sono noti come tumori della pelle non melanoma.

Questi tumori sono molto più diffusi del melanoma e il carcinoma a cellule basali è la forma più comune di qualsiasi neoplasia della pelle. I cancri della pelle sono la forma più comune di cancro in Canada, che rappresenta un terzo di tutti i tumori nel paese.

Secondo una precedente ricerca condotta da CAREX Canada, oltre 1,5 milioni di lavoratori canadesi sono esposti alle radiazioni ultraviolette solari (UV) sul lavoro. Circa 900.000 di queste persone trascorrono più del 75% dei giorni di lavoro all'aperto. (Un alto livello di esposizione ai raggi UV solari è definito come trascorrere sei ore o più all'aperto per giornata lavorativa).

Tra i settori di questa categoria ad alto rischio ci sono la costruzione (compresi i lavori stradali), l'agricoltura, i trasporti e il deposito. I gruppi di lavoro in Canada con i più alti livelli di esposizione al sole sono gli agricoltori e i gestori delle fattorie, i soccorritori edili e gli operai addetti alla manutenzione del terreno e del paesaggio.

Tre categorie di costi

Per calcolare il peso economico di questi tumori occupazionali, il gruppo di studio ha stimato per prima cosa l'incidenza dei tumori cutanei non-melanoma di nuova diagnosi nel 2011 attribuiti all'esposizione al sole correlata al lavoro. Il lavoro di attribuzione è stato eseguito da due membri del gruppo di ricerca prima di questo progetto.

I ricercatori hanno quindi stimato i costi della vita di questi tumori usando un metodo che avevano precedentemente utilizzato per stimare il peso economico dei tumori polmonari e del mesotelioma a causa dell'esposizione all'amianto correlata al lavoro.

Il team ha incluso nelle sue stime tre ampie categorie di costi:

  • costi diretti - costi sanitari relativi a diagnosi, trattamento e follow-up; spese vive legate al viaggio per la ricerca di cure, farmaci da prescrizione, servizi di homemaking necessari a causa di incapacità, vitamine e integratori, e altro; e costi di cura informale forniti dai membri della famiglia;
  • costi indiretti - perdite di produttività, compresi i costi associati ai giorni di lavoro persi a causa di cure, malattie e morte; e costi associati alla perdita di produzione a casa; e
  • costi intangibili - dolore, sofferenza e perdita di godimento della vita; e perdita di impegno in ruoli sociali, inclusi ruoli familiari, di comunità, di tempo libero e di lavoro.

I 34,6 milioni di dollari dei costi totali sono costituiti da circa il 58,5% dei costi diretti, il 25% dei costi indiretti e il 16,5% dei costi immateriali.

Alti tassi di sopravvivenza

Poiché i tumori della pelle non melanoma tendono a essere catturati precocemente e trattati in modo efficiente, il peso economico di questi tumori è prevalentemente dovuto ai costi diretti correlati al trattamento. Generalmente, il trattamento richiede pochissimo tempo libero dal lavoro per la maggior parte dei casi, e le conseguenze a lungo termine sono poche se prese presto, dice Tompa. Il tasso di sopravvivenza è del 99,98 per cento per il carcinoma a cellule basali e del 99,30 per cento per il carcinoma a cellule squamose.

I ricercatori hanno anche utilizzato lo stesso approccio per stimare il costo dei tumori cutanei non-melanoma di nuova diagnosi professionali dovuti all'esposizione al sole nel 2011 negli Stati Uniti. Hanno calcolato il costo di $ 1,7 miliardi (in dollari canadesi). Hanno notato, tuttavia, che questa potrebbe essere una sottovalutazione, dal momento che i costi per l'assistenza sanitaria sono probabilmente più alti negli Stati Uniti, e i tumori dovuti all'esposizione al sole sono probabilmente più diffusi nelle latitudini più meridionali del paese.

Speriamo che la disponibilità di queste stime aiuti i responsabili politici, i datori di lavoro, i sindacati e i lavoratori a considerare l'impatto dell'esposizione al sole correlata al lavoro, afferma Tompa. Conoscere il peso economico di questi due cancri può essere utile, specialmente quando gli interventi sul luogo di lavoro riducono l'esposizione al sole, ad esempio, strutture ombreggianti, vetri oscurati sui veicoli, orari dei turni che evitano il tempo trascorso al sole di mezzogiorno, abbigliamento e cappelli o la protezione solare-tende a non essere molto costosa.