No-vax, no-greenpass: “Libertarismo indeterminista”

di Francesco Domenico Capizzi *

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti, stabilisce il primo articolo della Dichiarazione del 10 dicembre del 1948. Anche di commettere errori, in buona fede, s’intende? Sì, perché, continua l’articolo, tutti gli esseri umani sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza, e perché l’articolo 21 della nostra Costituzione stabilisce che tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Da aggiungere il postulato cartesiano del libero arbitrio, inteso come diritto al dubbio e alla ricerca della verità da parte di ogni essere umano.

Dunque, una società di liberi pensatori! Anche se vengono commesse e sostenute involontarie distorsioni interpretative della realtà ed errori nelle azioni, a parte le facinorose, che meritano rispetto ed ascolto in nome dei vincoli irrinunciabili della solidarietà e della tolleranza che sorreggono l’intera vita civile. Continua a leggere “No-vax, no-greenpass: “Libertarismo indeterminista””

 50 total views,  1 views today

Continua il lavoro . Malattia di lunga durata, programmi di reinserimento lavorativo e ruolo delle relazioni industriali

 

Fonte ETUI

Questo libro si concentra sul ruolo delle strutture di relazioni industriali e degli attori correlati in termini di quanto rimangono rilevanti nell’affrontare e facilitare il ritorno al lavoro degli individui dopo una malattia cronica.

Mentre la transizione demografica e la trasformazione dei mercati del lavoro richiedono vite lavorative più lunghe e politiche sull’invecchiamento attivo, anche la prevalenza di condizioni di salute croniche è aumentata nelle società che invecchiano. Ciò esacerba i problemi legati alla contrazione della forza lavoro e alla sostenibilità dei sistemi di sicurezza sociale. Sono state inoltre espresse preoccupazioni in merito alla gestione del ritorno al lavoro dei lavoratori con malattie croniche o disabilità, mettendo in discussione il luogo di lavoro inclusivo e altre politiche sociali o del mercato del lavoro correlate. La pandemia di Covid-19 ha inoltre influito in molteplici modi sul processo di ritorno al lavoro, rendendo la questione sempre più importante nell’attuale contesto di sanità pubblica.

I capitoli mostrano un quadro dettagliato dei processi di ritorno al lavoro insieme ai quadri legali e politici esistenti e alle esperienze provenienti da più fasi di governance (livello UE, nazionale e aziendale) e forniscono prospettive panoramiche da diverse angolazioni. Sei paesi – Belgio, Estonia, Irlanda, Italia, Romania e Slovacchia – vengono analizzati in profondità per capire come il ritorno al lavoro viene attuato e percepito da stakeholder nazionali, parti sociali, dirigenti e lavoratori.

Il messaggio chiave che emerge dall’analisi è che il ritorno al lavoro a seguito di malattia cronica è un tema complesso che coinvolge una moltitudine di attori e stakeholder, ciascuno dei quali potrebbe avere un ruolo specifico per contribuire (facilitare) il processo complessivo.

Per scaricare il file PDF del libro in lingua inglese  clicca qui 

 23 total views

26/9/2021 – CIIP – Aggiornato il documento interassociativo su COVID-19

Fonte CIIP. Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Nel settembre 2021 il documento “COVID-19 – I contributi di CIIP” è stato aggiornato alla nuova situazione. In particolare sono stati inseriti i punti “8. I test diagnostici” e “9. La vaccinazione anti COVID-19 e Green Pass“.

Il documento aggiornato può essere scaricato nell’area Download del sito della CIIP.

 31 total views