È uscito il rapporto dell’OMS sull’origine del coronavirus. Ecco cosa succede dopo, dice il medico australiano che è andato in Cina

The WHO report into the origin of the coronavirus is out. Here’s what happens next, says the Australian doctor who went to China

Dominic Dwyer, University of Sydney

The World Health Organization (WHO) overnight released its report into the origins of the coronavirus, a report I contributed to as a member of the recent mission to Wuhan, China.

The report outlines our now well-publicised findings: SARS-CoV-2, the virus that causes COVID-19, most likely arose in bats, and then spread to humans via an as-yet unidentified intermediary animal. The evidence we have so far indicates the virus was possibly circulating in China in mid-to-late November 2019. We considered viral escape from a laboratory extremely unlikely.




Read more:
I was the Australian doctor on the WHO’s COVID-19 mission to China. Here’s what we found about the origins of the coronavirus


However, the release of the report prompted governments, including in the United States, United Kingdom and Australia, to share their concerns over whether investigators had access to all the data. The joint statement also called for greater transparency when investigating pandemics, now and in the future.

Continua a leggere “È uscito il rapporto dell’OMS sull’origine del coronavirus. Ecco cosa succede dopo, dice il medico australiano che è andato in Cina”

La campagna # Rights4Riders sta dando grandi colpi alla spinta agli investimenti di Deliveroo

Fonte :  ITF – International Transport Workers Federation 

Deliveroo e altri motociclisti della consegna di cibo protestano in Italia il 26 marzo, una Giornata mondiale di azione contro Deliveroo. PH Massimiliano Donati / Riders Union Bologna

Traduzione dall’inglese tramite google translator. Confronta con il testo originale

Pochi giorni dopo che i motociclisti hanno annunciato una rete globale istituita dall’ITF, # Rights4Riders , per protestare contro il modello di business dell’azienda, Deliveroo sta affrontando delle battute d’arresto per la sua quotazione IPO alla Borsa di Londra.

Un gran numero di importanti hedge fund hanno dichiarato che non parteciperanno, compresa la gestione di Eden Tree Fund, che ha descritto l’insostenibile modello di business di Deliveroo come equivalente a “una corsa al ribasso con i dipendenti trattati principalmente come risorse usa e getta”.

Anche Legal & General Investment Management, Aviva, Aberdeen Standard, M&G, BMO Global e CCLA hanno affermato che salteranno l’IPO, la maggior parte di loro citando preoccupazioni sui diritti dei lavoratori come motivo per non investire.

Nel frattempo in Italia, dove il 26 marzo migliaia di motociclisti in tutto il paese hanno partecipato a una giornata d’azione globale per motociclisti, il concorrente Just Eat ha firmato un contratto collettivo nazionale con i sindacati italiani che riconosce lo status di dipendente dei motociclisti, con salario minimo garantito, previdenza sociale. , maternità / paternità, indennità di ferie, rimborso spese e diritti sindacali.

Continua a leggere “La campagna # Rights4Riders sta dando grandi colpi alla spinta agli investimenti di Deliveroo”