GB. Dichiarazione congiunta sulla più ampia apertura delle scuole in Inghilterra

Riproduciamo questa dichiarazione congiunta dell’Associazione di sindacati degli insegnanti e professori inglesi in relazione alla riapertura delle scuole. In questa dichiarazione si sottolinea il rischio di una riapertura di massa in questa fase di mutazioni del virus con il rischio di diffusione dei contagi in misura tale da dover poi richiudere dopo poco tempo .... Vedi in coda al comunicato la traduzione automatica tramite google translator

19-02-2021.  Joint statement on wider opening of schools in England

 

Nine education organisations have joined together to issue a statement on the wider opening of schools and colleges in England.

This statement is issued ahead of the Prime Minister’s expected announcement on this issue on Monday. The signatories are the Association of School and College Leaders (ASCL), GMB, National Association of Head Teachers (NAHT), NASUWT, National Education Union (NEU), National Governance Association (NGA), Sixth Form Colleges’ Association (SFCA), Unison, and Unite.

Statement

We are committed to bringing all children and young people back into the classroom as soon as possible. However, it is counterproductive if there is a danger of causing another surge in the virus, and the potential for a further period of lockdown. Wider opening must be safe and sustainable.

We therefore urge the Prime Minister to commit to 8 March only if the scientific evidence is absolutely clear that this is safe, and at that point go no further than a phased return of children and young people with sufficient time to assess the impact before moving to the next phase.

We are increasingly concerned that the government is minded to order a full return of all pupils on Monday 8 March in England.

This would seem a reckless course of action. It could trigger another spike in Covid infections, prolong the disruption of education, and risk throwing away the hard-won progress made in suppressing the virus over the course of the latest lockdown.

The science around the role that schools play in the overall rate of transmission is uncertain. Scientists have expressed different views on this point. What we do know is that the full reopening of schools will bring nearly 10 million pupils and staff into circulation in England – close to one fifth of the population. This is not a small easing of lockdown restrictions. It is a massive step.

These factors necessitate a cautious approach with wider school and college opening phased over a period of time. This is the approach being taken in Scotland, Wales and Northern Ireland. It allows public health experts to assess the impact of the first phase before moving to the next.

None of this is intended to stand in the way of the full reopening of schools and colleges. On the contrary. It is intended as a prudent way forward to ensure that once they are fully open, they stay open.

Ends

Richard Bettsworth | Director of Public Affairs

Association of School and College Leaders

============================

Continua a leggere “GB. Dichiarazione congiunta sulla più ampia apertura delle scuole in Inghilterra”

Una LATTINA POTENTE COME UNA BOMBA ATOMICA di Franco Di Giangirolamo da Berlino

Fotostreet.  Berlin Sprea. foto gierre 

Leggo da RND Nachrichten che il matematico Kit Yates si è posto il problema del „VOLUME totale dei virus“. Secondo i suoi calcoli, tenuto conto che il diametro di un virus è un millesimo di quello di un capello, il numero dei virus che circolano nel mondo ammonterebbe a 2 TRILIONI, all’incirca come il numero dei granelli di sabbia del pianeta. Inoltre, Yates, che immagino sia uno dei più simpatici studiosi in circolazione, calcola che, se potessimo catturarli tutti, potremmo imprigionarli in una lattina di 160 MILLILITRI, quasi un’aranciata. Assunte come vere, sono conclusioni che fanno tornare alla mente la potenza micidiale dell’infinitamente piccolo etc. etc. etc.

A Berlino, dopo una settimana di nevicate e gelate non troppo antipatiche, torna il sole e temperature fuori stagione. Il parco Friedrichshain e il Mont Klamott hanno ripreso la loro immagine abituale, dopo aver prestato le loro collinette imbiancate al divertimento di bambini e ragazzi, molti dei quali si sono ruzzolati nella neve per la prima volta.

Continua a leggere “Una LATTINA POTENTE COME UNA BOMBA ATOMICA di Franco Di Giangirolamo da Berlino”

Conferenza stampa del 19 febbraio 2021 sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale COVID-19.

Diretta della conferenza stampa del 19 febbraio sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale #Covid19​ della Cabina di Regia, con il Presidente dell’[TAG]Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli e il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Giovanni Rezza.

Berlino: gli under 65 non potranno più scegliere il vaccino. Per loro solo Astrazeneca.

Fonte : ilMitte.com che ringraziamo 

 

Il dipartimento della sanità del Senato di Berlino l’aveva già anticipato con alcuni tweet, che avevano generato non poca confusione, ma ora la notizia è ufficiale: a Berlino non sarà più possibile scegliere a quale vaccino sottoporsi. Fino a quando i centri vaccinali della capitale tedesca avevano a disposizione solo i prodotti di Biontech e Moderna, i berlinesi potevano scegliere con quale farmaco farsi immunizzare. Con l’arrivo del terzo vaccino, quello di Astrazeneca, questa possibilità decade per tutta la popolazione di età compresa fra i 18 e i 65 anni. In questa fascia, ha infatti dichiarato la senatrice alla sanità Dilek Kalayci (SPD) sarà disponibile solo il vaccino di Astrazeneca.

Continua a leggere “Berlino: gli under 65 non potranno più scegliere il vaccino. Per loro solo Astrazeneca.”