VARIANTE INGLESE. Cronache da Berlino – di Franco Di Giangirolamo 14 gennaio 2021

VARIANTE INGLESE.

Sì, proprio quella sequenziata nell’ottobre scorso da tre giovani ricercatori del Dipartimento di Farmacia e Biotecnologia della UNIBO. Sì, proprio quella riscontrata nell’1% degli inglesi e che era già stata riconosciuta come molto più infettiva, anche se non più letale, del ceppo ormai familiare.

E’ forse questa la risposta alla domanda ineludibile che viene spontanea quando si osserva la sproporzione rilevante tra le misure adottate negli ultimi mesi e lo sviluppo apparentemente inarrestabile della pandemia. Perché il lockdown non produce effetti positivi?

Perché la Merkel è passata in pochi mesi dal dichiarare le misure adottate in Ottobre come necessarie, quelle di novembre prima come urgenti e poi come “insufficienti“ e quelle di dicembre come esiziali, fino ad arrivare alle ultime dichiarazioni di Gennaio “Ne avremo fino a Pasqua“?

Continua a leggere “VARIANTE INGLESE. Cronache da Berlino – di Franco Di Giangirolamo 14 gennaio 2021”

Una partita a poker con una posta in gioco drammatica: il futuro di molti italiani, la salute, la gestione della crisi pandemica.

Una partita a poker, questa è la metafora possibile per decifrare il tavolo di gioco che Renzi ha aperto verso il governo Conte.
Una partita aperta in una fase acuta della crisi pandemica per ipotecare l’uso dei fondi del Recovery Fund e per mettere in crisi una formazione di governo di centro sinistra alle prese con la gestione drammatica della ripresa delle curve epidemiche e l’avviamento della vaccinazione di massa. Un’ imboscata nello stile del personaggio…

Continua a leggere “Una partita a poker con una posta in gioco drammatica: il futuro di molti italiani, la salute, la gestione della crisi pandemica.”