Vai al contenuto

Nota OIL COVID-19 e il mondo del lavoro:
5a edizione
Stime e analisi aggiornate

Stralcio da documento : "…….Impatto sproporzionato della crisi sulle
lavoratrici
► La crisi causata dal COVID-19 sta colpendo in modo sproporzionato le lavoratrici. Questo incrementa il rischio di retrocedere rispetto ad alcuni dei
traguardi raggiunti negli ultimi decenni e di esacerbare le disuguaglianze di genere nel mercato del lavoro.A differenza delle crisi precedenti, l’occupazione femminile è più a rischio rispetto a quella maschile, soprattutto a causa dell’impatto della crisi sul settore dei servizi. Allo stesso tempo, le donne rappresentano un’ampia percentuale di lavoratrici in prima linea, soprattutto nel settore socio-sanitario,
mentre l’aumento dell’onere del lavoro di cura e assistenza (non retribuito) causato dalla crisi colpisce di più le donne rispetto agli uomini………"

NOTA OIL SU COVID-19

 

FONTE STARTRIBUNE 

Più di 30.000 lavoratori nel settore del confezionamento della carne si sono ammalati a livello nazionale. Almeno 100 sono morti, con la vita di altri sconvolta o modificata in modo permanente.

Salvador Ramirez, un lavoratore di confezionamento di carne alla JBS di Worthington, è morto da solo in una casa non molto più grande di un monolocale a un miglio dalla fabbrica.

Il suo certificato di morte dichiara che aveva 53 anni, ma ne aveva 66, ha detto sua moglie Maria. I due erano sposati da 25 anni e hanno cresciuto due figli a Chicago. Vivevano separatamente dopo aver iniziato a lavorare a Worthington. L'articolo prosegue alla fonte su STARTRIBUNE