Vai al contenuto

 

I rischi  derivanti dal cambiamento climatico sono testimoniati da report di ricerca, dalle previsioni di istituti di ricerca autorevoli, da appelli di scienziati climatologi e di altre discipline che concordano sulla gravità del problema e sulla necessità che i decisori politici assumano con responsabilità il compito di fare fronte ad una sfida drammatica.
Per questo motivo con continuità su Diario Prevenzione segnaleremo report, saggi e articoli su questo tema per offrire ai lettori un materiale selezionato ed affidabile.
Oggi segnaliamo due articoli pubblicati da Nuova Ecologia che ci sono sembrati utili per fare chiarezza sullo stato dell'arte dell'informazione in materia nel nostro paese. Purtroppo scontiamo un dato preoccupante rispetto ad altri paesi. Nel nostro paese non esiste una sufficiente presenza nei media di professionisti dell'informazione preparati a gestire l'informazione scientifica. Troppo spesso l'incompetenza sulla materia agevola lo scivolamento verso la superficialità e la riproduzione meccanica di luoghi comuni. Questo è un aspetto preoccupante ma rimediabile. Quello che non è tollerabile è il fatto che vi siano quotidiani e canali della destra populista che hanno sposato la causa negazionista, l'irrisione dei militanti pro ambiente .  La  pratica della fabbricazione e diffusione di fake news è rilevabile in diversi periodici e quotidiani  di quest'area.

Nessuna indulgenza verso chi alimenta con consapevolezza la diffusione di notizie false: nel mondo dell'informazione è in atto una guerra tra chi sceglie la correttezza e la qualità delle notizie da pubblicare e chi gioca sulla diffusione di fakenews.  E' compito dei professionisti seri dell'informazione disvelare  le fake news verificando l'attendibilità e l'autorevolezza di tutte le fonti prima di diventare riproduttori  passivi  di false rappresentazioni del fenomeno dei cambiamenti climatici.Diario Prevenzione darà il suo piccolo contributo alla correttezza con la segnalazione di articoli, documenti autorevoli sul tema.

Il primo articolo che segnaliamo ha un titolo affascinante :
" Il global warming è una cospirazione ordita dai rettiliani. Ecco le prove "

Il secondo articolo
" Sos ghiacciai: l’appello firmato da 38 scienziati di tutto il mondo ? "

Buona lettura. Torneremo presto sul tema in particolare per individuare le correlazioni tra cambiamenti climatici e gestione della sicurezza nel lavoro in diversi comparti settori produttivi.