La salute mentale nel mondo. Il rapporto OMS 2022

 

Fonte Saluteinternazionale.info

Benedetto Saraceno

In molti paesi le persone con disturbi mentali continuano a risiedere in grandi manicomi o in istituti di assistenza sociale con condizioni di vita precarie, con assistenza clinica inadeguata e frequenti violazioni dei diritti umani.

A vent’anni dal World Health Report 2001Mental Health: New Understanding, New Hope (1), il primo storico riferimento per l’azione in salute mentale che segnò l’inizio di una nuova fase nella storia della salute mentale globale, l’OMS ha ritenuto fosse giunto il momento di produrre un nuovo Rapporto Mondiale dedicato alla salute mentale (2). Senza dubbio l’OMS deve essere sinceramente congratulata per questo fondamentale documento che sarà un riferimento per i prossimi decenni. Non tanto perché la visione e le raccomandazioni del Rapporto 2001 avessero perso validità ma perché, negli ultimi 20 anni, molti aspetti delle nostre società sono cambiati: mutamenti nella scienza e nella tecnologia ma soprattutto nel riconoscimento  della salute mentale come componente essenziale della salute e sanità pubbliche (3).

Continua a leggere “La salute mentale nel mondo. Il rapporto OMS 2022”

 234 total views

Conferenza ETUI sui rischi psicosociali in luoghi (non) previsti

 

Fonte ETUI  che ringraziamo

ETUI conference on psychosocial risks in (un)expected places 

(in fondo all’articolo originale in lingua inglese  un testo tradotto in italiano con google translator )

Authors

On 19 and 20 October, the European Trade Union Institute held its annual OSH conference, this year dedicated to psychosocial risks in (un)expected places. Building on previous events, the conference aimed to advance the debate on psychosocial risks by embracing segments of the working population that often fall outside the scope of PSR policies. Bringing together experts from academic and policy spheres, the discussion laid the foundations for a more holistic approach to addressing psychosocial risks at work.

Continua a leggere “Conferenza ETUI sui rischi psicosociali in luoghi (non) previsti”

 166 total views

Fattori di rischio psicosociale e DMS: cosa possiamo imparare sull’impatto delle tecnologie digitali, sulla prevenzione e sul ritorno al lavoro?

Fonte Osha.eu 

Una serie di documenti di discussione e articoli esamina l’impatto che i fattori di rischio psicosociale (ad es. carico di lavoro eccessivo) possono avere sullo sviluppo di un disturbo muscoloscheletrico (MSD).

Ciò include una pubblicazione che esamina l’effetto che la digitalizzazione sta avendo sull’esposizione dei lavoratori a fattori di rischio fisico (ad esempio compiti ripetitivi) per i DMS legati al lavoro.

Le pubblicazioni discutono anche insieme della prevenzione dei rischi psicosociali e dei DMS e presentano buone pratiche per un ritorno al lavoro sostenibile.

Scopri le informazioni dettagliate qui:

Ritorno al lavoro dopo un congedo per malattia correlato ai DMS nel contesto dei rischi psicosociali sul lavoro

Fattori di rischio psicosociale sul lavoro nella comparsa e prevenzione dei DMS (nel contesto delle nuove forme di lavoro e della digitalizzazione)

Fattori di rischio psicosociale per i DMS – approcci di prevenzione

 132 total views

E’ online : numero di ottobre 2022 della Rivista Travail et Sécurité dell’INRS. Il Dossier Rischi psicosociali

 

E’ uscito il numero 841 ottobre 2022  della rivista Travail et Sécurité dell’Istituto francese INRS  . Il dossier del mese è dedicato alla prevenzione dei rischi psicosociali. In sintesi, scoprite un’intervista a Pierre-Yves Gomez, economista, per il quale “Il mondo dopo” inizia a chiedere che il lavoro venga reintegrato nella governance aziendale e che vengano ricostituiti forti gruppi di lavoro. Un reportage “In Images” ti porta al cantiere del ponte Simone-Veil, vicino a Bordeaux.

Per leggere la Rivista scarica il file pdf .

CLICCA QUI 

 265 total views,  1 views today

Australia – Le normative sui rischi psicosociali ora sono incluse nelle leggi modello in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Fonte Osha.eu

La prevenzione dei danni psicologici è una parte essenziale della creazione di un luogo di lavoro sano e sicuro. I rischi psicosociali e lo stress correlato al lavoro hanno un impatto significativo sulla salute degli individui, delle organizzazioni e delle economie nazionali.

Le leggi modello per la salute e la sicurezza sul lavoro (WHS) ora includono regolamenti sui rischi psicosociali, spiegano le leggi e come rispettarle e includono passaggi pratici per gestire i rischi sul posto di lavoro per la salute psicologica.

Scarica il  modello di codice di condotta: gestione dei rischi psicosociali sul lavoro sul sito web di Safe Work Australia.

Scopri di più sui rischi psicosociali e sullo stress sul lavoro

 134 total views

Inghilterra. Il personale sanitario è “stretto” dalle pressioni della pandemia

Fonte : Newsletter Risks TUCNumero 1027 – 4 gennaio 2022

Più di due terzi (69%) del personale sanitario afferma di aver subito un esaurimento durante la pandemia e tre su cinque (62%) si sentono sopraffatti dopo turni lunghi e intensi, secondo un sondaggio UNISON. I risultati del sondaggio, pubblicati il ​​23 dicembre 2021 e basati sulle risposte di oltre 10.000 dipendenti sanitari in Galles, Inghilterra e Irlanda del Nord, mostrano che la metà (51%) copre più turni a causa della carenza di personale. È probabile che questa situazione peggiori poiché i lavoratori del SSN si ammalano di varianti omicron e delta nelle prossime settimane, ha affermato UNISON. Il sondaggio ha rilevato che quattro operatori sanitari su dieci (40%) hanno dovuto assentarsi dal lavoro per motivi di salute mentale durante la pandemia. 

Continua a leggere “Inghilterra. Il personale sanitario è “stretto” dalle pressioni della pandemia”

 777 total views

Etui. Rischi psicosociali in Europa

 

Punti chiave

  • I rischi psicosociali (PSR) stanno colpendo sempre più tutti i settori in tutti gli Stati membri. Gli effetti dei rischi psicosociali possono essere duraturi e avere impatti sia fisici che psicologici sulla vita dei lavoratori (come depressione, disturbi muscoloscheletrici o burnout).
  • I datori di lavoro hanno l’obbligo e l’obbligo di proteggere la sicurezza e la salute dei lavoratori in tutti gli aspetti del lavoro. Gli Stati membri, tuttavia, non condividono norme e principi comuni giuridicamente vincolanti in materia di rischi psicosociali. Ciò si traduce in una tutela giuridica diseguale per i lavoratori.
  • Esempi nazionali di regolamentazione dei rischi psicosociali mostrano che è possibile una legislazione efficace. Questi esempi possono essere fonte di ispirazione per (ri)avviare la discussione per l’adozione di una direttiva specifica sui rischi psicosociali, che stabilisca regole comuni volte a migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori e incoraggiare la prevenzione organizzativa di questi crescenti rischi. Continua a leggere “Etui. Rischi psicosociali in Europa”

 1,279 total views