Aderisci all’Appello di Amnesty International

Amnesty International : Di ‘alle aziende farmaceutiche di dare a tutti noi una giusta possibilità

Se le aziende farmaceutiche condividono le loro conoscenze e tecnologie, altre aziende possono produrre vaccini COVID-19 e possiamo porre fine alla pandemia senza che nessuno venga lasciato indietro. Agisci ora e invita le aziende farmaceutiche a giocare a palla in modo che tutti abbiano una buona possibilità di un vaccino COVID-19.  

Tutti nel mondo dovrebbero avere accesso a un vaccino COVID-19, indipendentemente da chi siano o da dove provengano. L’accesso potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte per gli anni a venire. Eppure, in base alle tendenze attuali, quest’anno le principali aziende farmaceutiche non forniranno abbastanza vaccini nemmeno per una frazione della popolazione mondiale. Inoltre, i paesi più poveri sono in coda.

Miliardi di dollari di denaro dei contribuenti sono stati spesi per aiutare aziende come AstraZeneca, Moderna e Pfizer BioNTech a sviluppare e produrre vaccini. Questi vaccini appartengono alle persone e devono essere condivisi.

Un modo in cui le aziende possono farlo è aderire al COVID-19 Technology Access Pool (C-TAP) dell’Organizzazione mondiale della sanità, progettato per mettere in comune le risorse tra le aziende. Finora nessuna azienda vi ha aderito.

È ora di mettere la vita delle persone al primo posto. Usiamo il nostro potere in cifre per mostrare alle aziende farmaceutiche che vogliamo che rispettino le loro responsabilità in materia di diritti umani condividendo le loro conoscenze e tecnologie e unendoci subito a C-TAP.

Unisciti subito al movimento globale e chiedi alle aziende farmaceutiche di dare a tutti una giusta possibilità.

Venti anni fa, milioni di persone hanno avuto accesso a cure salvavita contro l’HIV dopo che le principali aziende farmaceutiche hanno permesso ad altre società di produrre versioni “generiche” a basso costo di medicinali per l’HIV. Il modo in cui le aziende farmaceutiche proteggono o condividono le loro conoscenze e tecnologie in questo momento influisce su come e quando terminiamo COVID-19.

FIRMA L’APPELLO DI AMNESTY INTERNATIONAL 

 

Iran: le autorità stanno preparando una macchina ghigliottina per amputare le dita dei prigionieri.

Fonte : Amnesty International

Le autorità iraniane stanno preparando la loro macchina di tortura per mutilare e traumatizzare ancora una volta deliberatamente le persone attraverso punizioni corporali giudiziarie indicibilmente crudeli, ha dichiarato oggi Amnesty International dopo aver ricevuto informazioni sulle autorità dell’accusa a Urumieh, nella provincia dell’Azerbaigian occidentale, che si preparano a portare una ghigliottina usata per amputare le dita nella prigione di Urumieh. Fino a sei uomini condannati per rapina e detenuti in prigione corrono il rischio imminente di farsi amputare le dita, pochi giorni dopo che le autorità dell’accusa di Teheran hanno frustato 74 volte un attivista per i diritti dei lavoratori per aver organizzato una protesta pacifica che criticava il ministro del lavoro.

Data:
 3 dicembre 2020
IL TESTO DEL RAPPORTO AMNESTY