Vai al contenuto

Nel Regno Unito vi è il rischio tra non molto che non ci sia più il numero di infermieri adeguato a coprire il fabbisogno del SSN . Il testo è stato tradotto con Google Translator .. (editor)

 

FONTE RCN ( Royal College of Nursery )

Nonostante un piccolo aumento rispetto allo scorso anno, gli ultimi dati dell'UCAS mostrano che le domande di laurea per infermieri in Inghilterra sono diminuite di 13.000 dal 2016.

Il RCN ( Royal College of Nursery ) ha avvertito che il piano a lungo termine del NHS non avrà la possibilità di avere successo se la negazione  delle richieste di assistenza agli studenti non viene annullato. Il College sta sollecitando il governo a investire almeno 1 miliardo di sterline all'anno in infermieristica per l'istruzione superiore in Inghilterra, al fine di capovolgere la tendenza.

Le cifre pubblicate da UCAS mostrano che il numero di persone che si iscrivono allo studio infermieristico in Inghilterra è diminuito di oltre 13.000 dal 2016, gli studenti dello scorso anno hanno ricevuto la borsa di studio. 

Con 40.000 posti di lavoro vacanti in Inghilterra, l'RCN ha detto che il calo del numero di studenti mette ulteriormente a rischio la futura disponibilità di infermieri e mette a rischio la cura del paziente. 

Dame Donna Kinnair, Chief Executive Officer di RCN, ha dichiarato: "Queste cifre mostrano la portata della sfida della forza lavoro che ci attende, e l'incapacità di agire ora rischia la cura del paziente per una generazione. Il piano a lungo termine merita di avere successo, ma non può farlo senza che le infermiere lo consegnino.

"Con i numeri dei candidati che non mostrano alcun segno di recupero dopo la rimozione dei finanziamenti di sussidi agli studenti, i servizi sanitari alla fine avranno ancora meno infermieri per curarci nei nostri ospedali, case, scuole e cliniche". 

Le cifre mostrano che il numero di richieste di studenti infermieri maturi da parte di persone oltre i 25 anni in Inghilterra ha visto un declino ancora maggiore, calando del 41% da quando la borsa è stata rimossa.

Ciò significa che le aree specialistiche maggiormente colpite dalla più ampia crisi di personale, come la specializzazione ad assistere le disabilità e l'assistenza infermieristica, continueranno a lottare per reclutare le (gli) infermiere/i di cui hanno bisogno.

Entrambe queste aree si basano su studenti con una significativa esperienza di vita - con meno studenti maturi che si candidano, le cifre indicano che i livelli di personale potrebbero scendere ulteriormente.

"Le cifre di oggi mostrano che tutti abbiamo bisogno di lavorare insieme per affrontare la crisi della forza lavoro, non solo attraverso gli investimenti nella formazione infermieristica in Inghilterra, ma attraverso una strategia della forza lavoro che riflette le richieste della popolazione in ogni paese. Ciò deve essere sostenuto da una legislazione che garantisca il giusto numero di infermieri e personale infermieristico per fornire assistenza sicura ed efficace ".

La campagna "Our Our Future" del RCN  chiede al governo di investire almeno 1 miliardo di sterline all'anno in istruzione infermieristica per aiutare a fermare il declino del numero di infermieri degli studenti e reclutare il personale infermieristico necessario per mantenere i pazienti al sicuro.

Il Collegio ha presentato al governo proposte costate come una borsa di mantenimento per tutti gli studenti infermieri, o una combinazione di sovvenzioni e prestiti perdibili, oltre a un sostegno pratico per le tasse universitarie.

Per garantire la consegna del piano a lungo termine di NHS, l'RCN chiede al governo di destinare il denaro come parte della revisione della spesa in primavera.

 

FONTE C.I.I.P 

Aula Magna Mangiagalli - via Commenda 10, Milano
venerdì 15 febbraio 2019 ore 9:00-17:00

Fondazione IRCCS Cà Granda

PROGRAMMA

9.00 Registrazione partecipanti

Saluti del Responsabile dell’UOC Medicina del Lavoro Dr. Luciano Riboldi

PRIMA PARTE: MODELLI DI GESTIONE
Moderatore: Claudia Sferra

...continua a leggere "Evoluzione del rischio da movimentazione pazienti dal 1999 al 2017 Un nuovo Dossier Ambiente e Lavoro"