Vai al contenuto

di Maurizio Martinelli, UNPISI – Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario d’Italia

L’attuale enfasi data alla formazione nel quadro normativo riguardante la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori esposti ai rischi professionali e agli infortuni, dimostra l’importanza attribuita a tale processo, considerato come mezzo elettivo per la diffusione della cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro.

La consapevolezza che la riduzione dei rischi lavorativi oltre che un obbligo legislativo, può essere un valore, è largamente condivisa dai professionisti sanitari, dalle organizzazioni datoriali e dal mondo accademico, ed un esempio virtuoso in tal senso è rappresentato dalla UO Medicina del lavoro dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che da molti anni opera nell’ambito della diagnostica avanzata, identificazione, trattamento e denuncia delle tecnopatie, nelle valutazioni idoneative inerenti la determinazione dei fattori di rischio professionali e nell’analisi del loro impatto sulla salute e sul benessere degli operatori.

Le attività di Ricerca e di Didattica coordinate dal Prof. Andrea Magrini, hanno permesso l’attivazione dei seguenti servizi:

  • Centro Sperimentale di Studio e Prevenzione del Disadattamento Lavorativo presso l’Ambulatorio di Medicina del Lavoro.
  • Attività di ricerca sulla valutazione dei rischi psicosociali (stress mobbing e burn-out) e sulle strategie di intervento organizzativo e individuale correlato.
  • Attività di ricerca sulle nanotecnologie.
  • Scuola di specializzazione in Medicina del Lavoro
  • Corso di Laurea triennale in Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Attraverso uno staff dedicato di specialisti della formazione in grado di supportare e monitorare ogni fabbisogno formativo, un’ampia faculty di professionisti esterni, la possibilità di monitorare tutti gli aggiornamenti normativi e tecnici, una metodologia formativa creativa e non tradizionale in particolare (giochi di ruolo, attività outdoor ecc), negli anni lo staff del Prof. Magrini ha sviluppato una forte esperienza nella prevenzione e protezione di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, progettando e realizzando un’offerta formativa caratterizzata da corsi personalizzati sulle specifiche esigenze dei professionisti che operano su tutto il territorio nazionale.

Una opportunità didattica di carattere specialistico e professionalizzante per il corrente A.A. 2018/2019, è il Master di II livello “Governance di strutture complesse sanitarie e aziendali per la prevenzione ambientale e la sicurezza sul lavoro”, le cui domande di ammissione vanno effettuate entro il 04/12/2018.

Il Master è stato progettato per fornire ai professionisti impegnati nel settore sanitario ed ai laureati ad alto potenziale nel campo della sicurezza sul lavoro e della protezione ambientale, una formazione avanzata nell’area della ricerca, dell’organizzazione e dell’innovazione delle aziende. Pertanto formerà tecnici esperti, fornendo loro le competenze occorrenti per effettuare una corretta individuazione dei fattori di pericolo e valutazione dei rischi lavoro correlati (Hazard Identification & Occupational Risk Assessment) e per impostare su tali basi interventi strutturali ed organizzativi di gestione conservativo/migliorativa della sicurezza e salute, nel rispetto della normativa vigente (Occupational Risk & Safety System/Total Quality Management).

Gli interessati potranno consultare il Bando alla pagina web:

http://web.uniroma2.it/module/name/Content/newlang/italiano/action/showpage/navpath/DID/content_id/59973/section_id/4434

Il Master mira alla definizione di una figura professionale tecnico-scientifica di alto livello, responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi e dell'emergenza, che assuma nuove conoscenze e nuovi strumenti di gestione della sicurezza in ambiente lavorativo e che sia capace da subito di attuare la progettazione/definizione di un'organizzazione sistemica affidabile e sicura. Il percorso formativo del Corso integra la conoscenza teorica con momenti applicativi sul campo attraverso l’attività di stage.   Grazie alle nuove competenze acquisite sarà possibile impostare interventi strutturali ed organizzativi di riduzione dei rischi attraverso valutazioni di macchine, impianti, attrezzature ed aspetti legati ad esposizioni ad agenti chimici, fisici e biologici.   Tali competenze consentiranno l'inserimento sia nel settore privato che in quello pubblico o, in alternativa, permetteranno di svolgere attività di libera professione. Le specifiche attività che potranno essere svolte riguardano: inserimento come responsabili ed addetti dei servizi di prevenzione e protezione dai rischi, responsabili ed addetti nella gestione delle emergenze, esperti nelle valutazioni del rischio e nei sistemi di gestione della sicurezza, esperti nella progettazione ed implementazione di piani di gestione dell'emergenza, docenti in attività di formazione tecnica dei vari soggetti della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Sono previste:
15 borse di studio erogate dall’Inail a copertura totale e parziale dei costi del Master (richiedibili anche da persone occupate)
3 borse di studio erogate dall’Inps a copertura totale dei costi del Master (specifiche per figli di dipendenti e pensionati della PA)

PRESENTAZIONE MASTER IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA LIVELLO I - A.A. 2018-2019 EDIZIONE X