Vai al contenuto

FONTE SUVA.CH

Esther Galliker

 

Metà Svizzera attualmente lavora in home office. Per molti questa è una situazione del tutto nuova. Leggete i nostri consigli di sopravvivenza, che vi aiuteranno ad attrezzarvi al meglio per lavorare da casa.

Keywords: Campaign 2020-2022, Partecipazione dei lavoratori, Disturbi muscoloscheletrici

Il documento di riflessione esamina il progetto ErgoKita, volto a studiare i fattori di rischio relativi a disordini muscoloscheletrici per gli insegnanti della scuola dell’infanzia e gli effetti di un intervento. Partendo dalla misurazione fisiologica del lavoro, segnatamente posture disagevoli ad esempio stare seduti ed effettuare sollevamenti, il progetto includeva la fornitura di attrezzature ergonomiche.

Mobili progettati per gli adulti oltre che per i bambini hanno migliorato la salute dei lavoratori. La partecipazione dei lavoratori nel processo decisionale ha stimolato l’impegno e ha contribuito a una maggiore sensibilizzazione, modificando il comportamento sul luogo di lavoro e al di fuori di esso. L’approccio partecipativo all’ergonomia è stato applicato con successo in molti settori e l’intervento può essere esteso ad altri asili nido e ad altri paesi.

Download

IL PROGETTO KITA 

FONTE ENETOSH CHE RINGRAZIAMO

L'Uruguay è uno dei paesi partecipanti al Progetto globale “Costruire una generazione di lavoratori sani e salvi. Safe Youth @ work ”, eseguito dall'ILO e finanziato dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Una delle componenti del progetto mira a rafforzare l'integrazione della sicurezza e della salute sul lavoro nella formazione professionale.
L'inclusione della formazione sulla SSL nei programmi di formazione sulla VT è all'ordine del giorno. Tutti gli attori coinvolti nella formazione e nel lavoro concordano sul fatto che è nei processi di formazione che dovremmo acquisire conoscenze, sviluppare competenze e interiorizzare l'identificazione dei rischi e i comportamenti di prevenzione sul lavoro.
Per consentire ai partecipanti ai processi di formazione, in particolare ai giovani, di adottare comportamenti lavorativi sani e sicuri, devono comprendere e valorizzare la loro importanza, associarli e applicarli nei diversi processi e momenti della loro pratica lavorativa, conoscere i loro diritti e doveri in questo campo e, soprattutto, identificano e agiscono per prevenire i rischi specifici a cui sono esposti sviluppando competenze in SSL.
L'obiettivo di questo opuscolo è offrire alcune linee guida pratiche agli insegnanti per facilitare il loro lavoro nel campo della SSL.
Le linee guida e i suggerimenti qui sistematizzati mirano a integrare la prevenzione dei rischi sul lavoro, la protezione e la promozione della salute nel settore della silvicoltura e della produzione di legno, tenendo conto anche delle peculiarità del pubblico destinatario: i giovani che sono partecipare a processi educativi.
Queste linee guida includono: Identificazione delle competenze che devono essere sviluppate dai partecipanti, Suggerimenti metodologici per l'integrazione, Analisi dei processi di lavoro identificando i rischi, errori comuni e sistematizzando le buone pratiche, Esempi di attività di apprendimento collegate a rischi diversi e un deposito di risorse a supporto dei processi di formazione .
La guida può essere scaricata dal sito web dell'OIL .

Troppo spesso si tende a considerare l’ergonomia come una scienza che si occupa, in ambito lavorativo, solo dei disturbi muscolo-scheletrici o dei problemi correlati alle posture.

In realtà anche se è vero che i disturbi muscolo-scheletrici sono da tempo i primi in classifica tra le malattie professionali riconosciute da parte dell'Inail, esistono molti altri ambiti ergonomici meno conosciuti e, dunque, poco considerati nei luoghi di lavoro.

 

Cosa è veramente l’ergonomia? E perché è importante tenerne conto nei luoghi di lavoro?

Quali sono le norme che ne parlano direttamente? Ci sono delle differenze di genere in relazione alle patologie ergonomiche? E lo stress può dipendere da carenze ergonomiche?

Si pensa all’ergonomia nelle aziende? Che rapporto c’è tra organizzazione ed ergonomia? E cosa dovrebbero fare i medici competenti?

LEGGI L'ARTICOLO ALLA FONTE SU PUNTOSICURO.IT

Fonte Osha.eu 

L’impatto dell’uso degli esoscheletri sulla sicurezza e salute sul lavoro

Il documento di discussione esamina il ruolo che gli esoscheletri possono avere nell’ambiente lavorativo del futuro e l’impatto del loro utilizzo sulla sicurezza e salute dei lavoratori. Esso analizza il possibile ruolo degli esoscheletri nella prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici, affrontando nel contempo i rischi potenziali
che potrebbe comportare il loro impiego in diversi ambiti.

Il documento riconosce le incertezze in merito ai loro effetti a lungo termine sulla salute e le difficoltà nella creazione di una certificazione uniforme, e rileva la necessità di studi più esaustivi. È inoltre oggetto di discussione la gerarchia delle misure di prevenzione da considerare nella progettazione dei luoghi di lavoro futuri, piuttosto che basarsi sugli esoscheletri al fine di creare ambienti di lavoro ergonomici.

Downloadin:EN 

Università Studi di Ferrara
SSN Regione Emilia Romagna - ASL Ferrara
INL - Ferrara Rovigo
INAIL
Comune di Ferrara

IL BENESSERE IN AZIENDA: LAVORO PIU' SICURO E PIU' SANO AD OGNI ETA'

INVECCHIAMENTO E DISABILITA' SUL LAVORO: QUALI PROSPETTIVE ?

SEMINARIO DI STUDI
10 maggio 2019
9,00 - 13,00
SALA CONFERENZE CNA FERRARA VIA CALDIROLO 84
FERRARA

LOCANDINA PROGRAMMA LAVORI 

Nel quadro di Esperienze di Ergonomia in Clinica del Lavoro a Milano i materiali del 1° incontro
Martedì 19 Febbraio 2019 08:38 . FONTE SNOP.IT

 

Le presentazioni dellincontro del 15/2/2019  l’evoluzione del rischio da movimentazione pazienti da 1999 a 2017.

Attachments:
File File size
Download this file (EsperienzeDiErgonomia_def.pdf)EsperienzeDiErgonomia_def.pdf 250 Kb
Download this file (Locandina_15_02_2019.pdf)Locandina_15_02_2019.pdf 850 Kb