I lavoratori tecnologici cinesi sono in condizioni di schiavitù a Shenzhen

FONTE NEWSLENS

Alle 10 di sera quasi tutti i giorni della settimana, fila su fila di dipendenti possono essere visti ancora al lavoro, ancorati alle loro scrivanie e chiaramente illuminati all’interno dei grattacieli di vetro del quartiere Nanshan di Shenzhen, sede di molte delle principali tecnologie cinesi aziende.

Alcuni membri del personale lasciano questi edifici verso le 18.30, ma la maggior parte non torna a casa; si dirigono semplicemente verso uno dei tanti ristoranti o bar situati in una comoda posizione per cenare o andare in palestra per un allenamento veloce prima di tornare al posto di lavoro.

È la stessa scena nei fine settimana: la progettazione urbana integrata di Shenzhen e l’efficiente rete di trasporti rendono molto facile per il personale passare in ufficio per poche ore di sabato pomeriggio. Chi vive più lontano può naturalmente lavorare a casa se lo desidera, e molti scelgono di farlo. Per i giovani lavoratori della tecnologia della Silicon Valley di Shenzhen, i confini tra lavoro e tempo libero sembrano essere permanentemente confusi.

L’ingegnere Java è attualmente di gran lunga il lavoro più competitivo a Shenzhen con ben 14.409 domande al giorno.

Il lavoro straordinario non è obbligatorio, ma i lavoratori accettano che le ore di lavoro lunghe sono l’unico modo per andare avanti nel settore tecnologico. Se non lavori duramente come i tuoi colleghi, sarai presto lasciato indietro o sostituito da una delle migliaia di altre persone che chiedono a gran voce il tuo lavoro.

La piattaforma di reclutamento online Zhaopin nota che un ingegnere Java è attualmente di gran lunga il lavoro più competitivo a Shenzhen con 14.409 domande al giorno incredibili il 18 giugno, seguito al secondo posto da tester software (12.073 candidati al giorno) e, al quarto posto, software engineer (9.483 candidati al giorno). Mentre un sondaggio condotto nel 2017 ha mostrato che i lavoratori dell’industria cinese in Cina hanno fatto più straordinari rispetto a qualsiasi altra professione.

I datori di lavoro sanno che offrendo uno stipendio iniziale relativamente alto con la promessa di un sostanziale bonus di rendimento possono far lavorare lo staff il più a lungo possibile e il tempo necessario per portare a termine il lavoro. Come osservato da un osservatore del settore con sede nel Guangdong, un alto stipendio significa che “il capo è fondamentalmente padrone di te”.

RTR2NOHR

Credito fotografico: Reuters / TPG

Il logo di QQ.com è visibile presso la sede Tencent del parco industriale Nanshan Hi-Tech Park nella città cinese meridionale di Shenzhen.

Un senior product manager di Tencent ha spiegato: “Ci si aspetta se si vuole lavorare in questo settore e ne vale la pena quando si ottiene un bonus alla fine dell’anno.” Un giovane ingegnere di intelligenza artificiale presso una start-up, ha accettato : Ha guadagnato circa 20.000 yuan (US $ 3.057) al mese (tre volte lo stipendio medio) e opzioni di condivisione della compagnia.

Tuttavia, questi premi non sono garantiti, specialmente nel settore dei giochi in cui i bonus dipendono interamente dal successo o dal fallimento del gioco o dell’app che i lavoratori stanno sviluppando. I vantaggi variano da un’azienda all’altra, e persino da un team all’altro all’interno di un’azienda, e sono progettati per mantenere la conformità del personale. Esegui bene e sarai ricompensato. Under-perform e sarai sostituito.

“C’è un enorme numero di candidati che possono sostituire chiunque in questo campo”, ha detto un product manager che lavorava nel settore dei giochi. Di conseguenza, ha detto, “nessuno si prenderà la briga di intraprendere alcuna azione contro il proprio datore di lavoro o presentare un reclamo. Non vuoi causare nessun problema. “

Leggi tutto “I lavoratori tecnologici cinesi sono in condizioni di schiavitù a Shenzhen”

La Cina propone l’abolizione dell’organismo di sicurezza sul lavoro


FONTE  CHINA LABOUR BULLETTIN

Nell’ambito di un’ampia riforma del governo e della struttura amministrativa della Cina, presentata oggi al Congresso nazionale del popolo a Pechino, il governo ha proposto di eliminare l’Amministrazione statale per la sicurezza sul lavoro (SAWS) e di unire le sue funzioni in una nuova gestione nazionale delle emergenze.

Dipartimento

Il nuovo dipartimento, sotto il Consiglio di Stato, assorbirà anche le responsabilità di gestione delle calamità attualmente ai sensi dei ministeri degli affari civili, dell’agricoltura, delle risorse idriche, del territorio e delle risorse, nonché i dipartimenti responsabili del terremoto, della siccità e dell’alluvione.

La logica del nuovo dipartimento è di fornire una risposta efficiente e coordinata a un’ampia gamma di disastri dagli incendi boschivi alle esplosioni di miniere di carbone, ma sembra eliminare il ruolo di SEGHE nell’assicurare un ambiente di lavoro sicuro.

I vigili del fuoco nello Shanxi durante un salvataggio di terremoto di pratica.

La mossa sembra confermare il sospetto che, sulla questione della sicurezza del lavoro, il governo cinese sia più interessato alla gestione e al controllo delle calamità piuttosto che a prevenire gli incidenti sul lavoro in primo luogo.

Come abbiamo sottolineato nel nostro articolo di riferimento sulla sicurezza del lavoro, SAWS e le sue affiliate locali non sono mai stati molto propositivi nel loro approccio alle ispezioni sul posto di lavoro e avevano un potere limitato per far rispettare l’ampia legislazione cinese in materia di sicurezza sul lavoro. Tuttavia, semplicemente sbarazzarsi di SAWS non risolverà nulla.

I dettagli del nuovo dipartimento di gestione delle emergenze sono ancora vaghi ed è possibile che includa l’ispezione sulla sicurezza del lavoro nel suo mandato. Se questo è il caso, è essenziale che il nuovo organismo non emuli semplicemente l’approccio reattivo e coercitivo di SAW alla sicurezza sul lavoro, ma adotta una strategia molto più proattiva e costruttiva che vede il governo collaborare con imprenditori e dipendenti per assicurarsi che le pratiche di lavoro e di lavoro sono il più sicure possibile.

La mappa degli infortuni sul lavoro del CLB ha chiaramente dimostrato che i principali disastri rappresentano solo una piccola parte degli incidenti sul lavoro in Cina. La stragrande maggioranza degli incidenti coinvolge solo una manciata di lavoratori e di solito è correlata al fallimento del datore di lavoro nel fornire attrezzature di base per la sicurezza e formazione per i dipendenti.

Se la sicurezza del lavoro deve davvero migliorare in Cina, deve esserci un cambiamento fondamentale nei rapporti di lavoro sul posto di lavoro, al fine di impedire ai datori di lavoro di costringere i dipendenti a lavorare in un ambiente pericoloso e di garantire che i lavoratori siano adeguatamente curati e compensati in caso di incidenti si verificano

In particolare, se SAWS è davvero in via di uscita, è più importante che mai che il sindacato colmi il vuoto e svolga un ruolo molto più costruttivo nella sicurezza del lavoro. I funzionari dell’Unione dovrebbero garantire che i dipendenti siano adeguatamente formati e che dispongano delle attrezzature di sicurezza di cui hanno bisogno per svolgere i compiti loro assegnati. Dovrebbero incoraggiare i lavoratori a sollevare problemi di sicurezza e proteggere gli informatori dalle rappresaglie del management. Una volta rilevati i pericoli, il sindacato dovrebbe agire immediatamente per rettificare la situazione e chiedere la chiusura della produzione, se necessario, in conformità con la legge.