newsletter diario prevenzione


www.diario-prevenzione.it

25 febbraio  2011 - vol.n°6

notizie, documenti e link sui temi del governo dell'ambiente, della salute e della sicurezza nel lavoro
e sulla responsabilità sociale d'impresa

----------


LA SETTIMANA IN 20 RIGHE

Questa settimana l'attenzione dell'opinione pubblica è attratta  dalla rivolta delle popolazioni di Libia, Tunisia ed Egitto contro  regimi autoritari e dittatoriali che per anni hanno compresso lo sviluppo umano ed economico e frustrate le speranze di futuro di milioni di giovani uomini e donne.

E' difficile  prevedere quale sarà il percorso e il destino di questo movimento che avviene sulle coste del Mediterraneo. Ciò che è certo che questo sommovimento avrà un impatto e produrrà cambiamenti nelle condizioni di vita e di lavoro anche nei paesi europei, in primis l'Italia. Un movimento per le libertà più elementari che va pienamente sostenuto senza nascondersi  dietro calcoli  di piccola bottega come sembra fare il governo. Bisogna tuttavia  non ignorare che impatti ve ne saranno tanto più gravi  se non si sceglie da che parte stare.
 
Cambiamenti in negativo delle condizioni di vita e di lavoro, la  mancanza o la perdita del lavoro per molti, sono in atto da tempo anche nel nostro paese. I processi di globalizzazione  hanno introdotto, tra gli altri aspetti, una concorrenza al massimo ribasso delle retribuzioni e delle condizioni materiali di lavoro tramite le delocalizzazioni e/o la cancellazione dei contratti nazionali di lavoro, la moltiplicazione di appalti e subappalti al massimo ribasso, ecc

Proprio per monitorare quello che sta avvenendo nel campo dei cambiamenti delle condizioni di lavoro e di vita, come diario prevenzione, segnaliamo le ricerche e le documentazioni più utili per conoscere le trasformazioni in atto.

Una buona notizia: è tornato online il sito web della Società nazionale degli Operatori della Prevenzione www.snop.it . Dopo alcuni mesi off-line a causa di attacchi hacker la Società nazionale degli Operatori della Prevenzione ha di nuovo un mezzo di comunicazione.L'inaugurazione è celebrata con la diffusione del Dossier "La Snop e Mirafiori".

Riteniamo molto importante questo lavoro di analisi svolto da esperti che mette in luce alcuni elementi di criticità dell'accordo Fiat, siglato a Mirafiori il 23 dicembre 2010. L'accordo contiene alcuni elementi di criticità che andrebbero analizzati attentamente al fine di prevenire il peggioramento delle condizioni di lavoro e della salute degli impiegati. L’accordo definisce infatti, sia le modifiche dei ritmi e dell’ergonomia del lavoro, sia aspetti decisivi come il lavoro straordinario produttivo, i recuperi produttivi, le assenze per malattia e la rappresentanza dei lavoratori (compresi quelli per la sicurezza). È prevedibile che questo accordo determini l’instaurarsi di un regime di maggior fatica e stress dovuto anche alla minore copertura economica in caso di malattia, riflettendosi in ultimo nell’aumento del rischio di infortuni sul lavoro.

Segnaliamo il Dossier che contiene questi documenti che vanno letti e utilizzati come strumenti di lavoro >>

IL DOSSIER DELLA SNOP SULL'ACCORDO MIRAFIORI. UN'ANALISI SUGLI ELEMENTI DI CRITICITA' CHE POSSONO PEGGIORARE LE CONDIZIONI DI LAVORO E DI SALUTE DEI LAVORATORI



http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2427&Itemid=2

------------------------------------------------------
NOTIZIE SALUTE SICUREZZA LAVORO
------------------------------------------------------


25/02/11- OMS: ITALIA ALLARME SMOG. OGNI CITTADINO PERDE IN MEDIA 9 MESI DI VITA PER ESPOSIZIONE AL PARTICOLATO
 

Ogni cittadino perde in media 9 mesi di vita per esposizione al particolato, lo afferma il Centro europeo ambiente e salute dell'Oms.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità lancia l’allarme inquinamento dell’aria e in particolare rileva come le maggiori città italiane siano colpite da smog.
E’ critica la situazione delle emissioni di polveri sottili da trasporto urbano. Secondo dati recenti, nel 2010, 48 capoluoghi di provincia hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili oltre i 35 giorni consentiti dalla legge. La conferma arriva anche dalle stime dell'Agenzia europea per l'ambiente che riporta 17 citta' italiane tra le prime 30 citta' europee più inquinate, con Torino, Brescia e Milano ai primi posti della classifica.
E a Roma anche nei parchi la concentrazione media annua di polveri sottili rilevata e' di oltre 30 microgrammi per mc, piu' alta della media europea (a 15) pari a 24,6.

segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2428&Itemid=2


-----------------------


24/02/11 - GENOVA PENSIONI AMIANTO, PRESIDIO E CORTEO IN CENTRO


vedi filmato

http://www.primocanale.it/viewvideo.php?id=37785

----------------------

24/02/11 - BRASILE: IL DIRITTO ALLA SALUTE  PREVALE SULL’AMIANTO

Una buona notizia per l’ambiente e la salute dei cittadini arriva dal Brasile e ne dà notizia la puntuale rubrica “Terra Terra” curata per il quotidiano Il Manifesto da Marinella Correggia.

Il movimento brasiliano per la messa al bando dell’amianto è riuscito ad ottenere un significativo successo in ambito giudiziario. Alcune navi in partenza da San Paolo sono state bloccate dal Tribunale Federale poiché “nello stato non è solo l’uso dell’amianto ad essere vietato, ma l’intero ciclo, compresa l’esportazione”. Le lobbies dell’asbesto hanno ottenuto sempre lauti guadagni dall’esportazione di questo minerale.

Ad oggi sono 55 i paesi ad aver messo al bando l’amianto, tra cui i membri dell’Unione Europea, Italia compresa.vedi fonte Osservatorio Brasile

http://musibrasil.net/2011/02/i-diritti-prevalgono-sullamianto/

----------------------

24/02/11 Siglato nuovo “Protocollo d’intesa per la pianificazione degli interventi sulla sicurezza del Porto di Ravenna”

RAVENNA -  Siglato il rinnovato “Protocollo d’intesa per la pianificazione degli interventi sulla sicurezza del Porto di Ravenna“. L’importante documento, che giunge dopo tre anni di sperimentazione, conferma e migliora gli accordi presi nel 2008.
L’accordo, cui si è giunti dopo attenta e proficua concertazione, ribadisce e conferma le linee di indirizzo già intraprese e apporta alcune innovazioni migliorative.segue su quotidianosicurezza.it

http://www.quotidianosicurezza.it/sicurezza-sul-lavoro/prevenzione/siglato-nuovo-protocollo-dintesa-per-la-pianificazione-degli-interventi-sulla-sicurezza-del-porto-di-ravenna.htm

-----------------------

23/02/11 - Incontro "Interventi per la rimozione dell'amianto, la coibentazione degli edifici e l'installazione di impianti fotovoltaici"

Data dell'evento: 07/3/2011
Contributi ed agevolazioni per le imprese

Camera di Commercio e Provincia di Modena, in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, hanno organizzato un incontro pubblico, per il giorno 7 marzo 2011 alle ore 15.00 presso la Sala Panini della Camera di Commercio, rivolto alle piccole e medie imprese modenesi per informarle dell'opportunità di accedere a contributi per interventi di rimozione e smaltimento dell'amianto, coibentazione degli edifici ed installazione di pannelli fotovoltaici.segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2423&Itemid=2

------------------------

23/02/11 AGRICOLTURA - NUOVI STUDI DI CASI PER PREVENIRE I DISTURBI MUSCOLOSCHELETRICI LEGATI AL LAVORO

L'agricoltura è il settore in cui i disturbi muscoloscheletrici (DMS) e l'esposizione ai rischi di tali disturbi sono maggiormente diffusi. La maggior pater dei lavoratori impiegati nell'agricoltura riferisce di essere esposta a movimenti ripetitivi di mani e braccia, a posizioni stancanti o dolorose e al trasporto o allo spostamento di carichi pesanti. Le percentuali di dolori alla schiena e dolori muscolari in questo settore sono due volte superiori alla media.

Gli studi di casi di buone prassi raccolti nell'ambito di questo progetto forniscono informazioni pratiche su come prevenire i DMS in agricoltura, contribuendo così all'applicazione ‘dell'accordo europeo sulla riduzione dell'esposizione dei lavoratori al rischio di DMS legati al lavoro in agricoltura’.

vedi sito OSHA.EU

http://osha.europa.eu/it/teaser/new-case-studies-to-prevent-work-related-msds-in-agriculture

Il settore dell'agricoltura in sintesi

http://osha.europa.eu/it/sector/agriculture


-------------------------


23/02/11 - Le differenze uomini donne nelle condizioni di lavoro.Un Rapporto di ricerca DARES sulle diseguaglianze in Francia. fonte INRS

Les différences hommes/femmes


Une étude de la Dares met en lumière des différences entre hommes et femmes en matière de conditions de travail. Globalement, les femmes occupent des postes où elles disposent de moins de marges de manœuvre que les hommes. Elles exercent moins souvent de responsabilités et accèdent moins facilement à des formations. Elles sont également moins confiantes sur l'utilité de leur travail et moins satisfaites de leur salaire.

IL RAPPORTO DARES in francese

http://kiosque.inrs.fr/lettre/go.php?l=1819&p=4


---------------------------

23/02/11  - I LAVORATORI PIÙ STRESSATI DEL MONDO? GLI AUTISTI DI AUTOBUS

 -  Sono diversi gli studi internazionali che attribuiscono a questa professione il triste primato del maggior logorio psicologico. Le cause: la paura continua di essere aggrediti da passeggeri sempre più impazienti e irascibili (se non violenti) e una vita passata nel traffico, tra ingorghi, colpi di clacson e pirati della strada
Guidare un autobus è il lavoro più stressante del mondo. A certificare questa notizia solo in apparenza bizzarra sono stati uno studio condotto da un'autorevole rivista scientifica come il Journal of Occupational Health Psychology e una ricerca inglese che ha preso in rassegna circa un centinaio di mestieri. l'articolo segue su fonte sicurezzaonline.it

http://www.sicurezzaonline.it/homep/infcro/infcro2011/infcro201102/infcro20110221.htm

----------------------------

22/02/11 - IMPARARE DAGLI ERRORI: INCIDENTI CON LA PIALLA A FILO E LA TRONCATRICE


Esempi tratti dall’archivio Ispesl Infor.mo.: incidenti con l’utilizzo di pialle a filo e troncatrici in attività di lavorazione del legno. L’importanza delle protezioni, il rifiuto del pezzo, le dinamiche degli infortuni e le misure di prevenzione.fonte puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/it/ps/view/imparare-dagli-errori-incidenti-con-la-pialla-a-filo-la-troncatrice-art-10612.php

----------------------------

22/02/11 - INCA CGIL: FONDO VITTIME AMIANTO. INDICAZIONI DI LAVORO

Pubblichiamo di seguito la circolare INCA CGIL con le indicazioni di lavoro sul fondo vittime amianto.

Il 25 gennaio, con nostra nota n. 16/2011, abbiamo fornito una serie di indicazioni rispetto al D. M. attuativo del Fondo vittime Amianto.

http://www.cgil.it/dettagliodocumento.aspx?ID=15724

----------------------------

22/02/11 - LA LEGGE INGLESE SULL'AMIANTO NON CORRISPONDE AGLI STANDARD EUROPEI.

Nella Rivista RISK del sindacato inglese TUC viene segnalato il fatto che HSE, l'autorità tecnica in materia di salute e sicurezza avrebbe male intepretato i criteri tecnici  della direttiva europea sulle esposizioni sporadiche e a bassa intensità. L'interpretazione che HSE ha fatto nel recepimento apre la strada al non riconoscimento di molte situazioni di esposizione all'amianto. La Commissione ha invitato il governo britannico a modificare la norma pena il deferimento alle sanzioni della Corte europea....

fonte RISK

http://www.tuc.org.uk/workplace/tuc-19187-f0.cfm#tuc-19187-2

http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/11/164&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en


-------------------------------

22/02/11 - The Rapid Alert System for Non-Food Products (RAPEX)   

La Direzione Generale  Salute e Consumatori della Commissione UE pubblica ogni settimana un bollettino di avvisi che segnalano prodotti pericolosi per la salute e la sicurezza dei bambini e degli adulti. E' una rassegna di prodotti provenienti da paesi asiatici, vestitini che possono incendiarsi, cosmetici da sconsigliare per il contenuto di principi attivi non raccomandabili, giocattoli verniciati con vernici dannose. Segnaliamo questa rassegna di nefandezze che non dovremmo evitare di portare a casa e farci giocare i bambini.... il bollettino  Rapex
 
http://ec.europa.eu/consumers/dyna/rapex/create_rapex.cfm?rx_id=341

-------------------------------

Promoting Mental Health and Well-being at Workplaces - Thematic Conference under the European Pact for Mental Health and Well-being

organised by the European Commission and the German Federal Ministry of Health
in cooperation with the German Federal Ministry of Labour and Social Affairs
with the support of the Hungarian EU-Presidency

Berlin, 3rd - 4th March 2011
BCC Conference Center, Berlin

PROGRAMMI LAVORO

http://ec.europa.eu/health/mental_health/events/ev_20110303_en.htm

--------------------------------

22/02/11 - Per la competitività sempre più vittime sul fronte del lavoro


Un operaio bengalese di 23 anni è morto sul lavoro negli stabilimenti Fincantieri di Gorizia. Lavorava per una ditta appaltattrice

L'inciampo a venti metri d'altezza e poi il vuoto. Così è morto oggi un operaio bengalese che lavorava negli stabilimenti Fincantieri di Gorizia. La morte del lavoratore, dipendente di una ditta appaltatrice, richiama ancora una volta l'attenzione sui temi della sicurezza troppo spesso sacrificati quando la mansione richiesta viene esternalizzata. La convenienza dell'appalto è nel basso costo proposto dalla ditta appaltata. L'economicità della prestazione è spesso a sacrificio della sicurezza. (l'intervento di Giorgio Cremaschi della Fiom Cgil) segue su fonte Agenzia Multimendiale Italiana

http://www.agenziami.it/articolo/8031/Per+la+competitivita+sempre+piu+vittime+sul+fronte+del+lavoro/


========================

LINK E SERVIZI UTILI

========================

FACEBOOK

ADERISCI AL GRUPPO AMICI DI DIARIO PREVENZIONE

http://www.facebook.com/group.php?v=wall&ref=nf&gid=258638993718


=================================

DIARIO PREVENZIONE SU TWITTER

http://twitter.com/dprevenzione

===============================

12.01 25/02/2011


Arrivederci alla prossima settimana
da
Gino Rubini, editor di www.diario-prevenzione.it


[ Utenti  registrati che ricevono la newsletter:  20175]




°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°