mercoledì 23 agosto 2017
you are here: Home arrow Notizie arrow Ricerche arrow HesaMag #15: The precarious state of journalism
HesaMag #15: The precarious state of journalism Stampa E-mail
Inserito da Editor   
mercoledì 21 giugno 2017

fonte ETUI.ORG


12 June 2017

HesaMag #15: The precarious state of journalism

 
 

There appears to be no end in view to the crisis gripping the mainstream media, the profit statements of the various media groups are far from the only pitiful sight, and information professionals are also feeling the pressure – these are just some of the conclusions to emerge from the analysis of the state of journalism in Europe which appears in the latest issue of HesaMag – the journal published by the European Trade Union Institute (ETUI) – and which was carried out in collaboration with the European Federation of Journalists (EFJ).

 
 

The situation gives cause for deep concern. The job satisfaction of journalists was rated at a mere 34 out of 100 in a survey carried out by the EFJ in late 2016 among its member organisations, and other recent studies in various European countries provide further evidence that journalists are ‘hacked off’. When over 1 000 French journalists were asked in a survey whether their job had a negative impact on their health, 65% responded in the affirmative.

There are vanishingly few print media titles which have not undergone restructuring over the past 10 years, and editorial offices are losing staff by the day. At the same time, the proliferation of different forms of digital media means that journalists need to become increasingly flexible and able to multi-task, since those who are lucky enough to keep their jobs must achieve ever greater levels of productivity in less time and with fewer resources.

More and more content is provided by an army of invisible freelancers willing to hawk their wares, with one third of the members of journalists’ trade unions in Europe now working on a freelance basis. Isolated and pitted in competition against each other – and sometimes even against the vast swathes of information shared on social media networks – these freelancers will do anything to make a name for themselves, and are correspondingly reluctant to join forces with others in a similarly precarious situation.

This increasing precarity of information-sector jobs entails consequences which reach far beyond the social sphere; what is really at stake is the quality of information and thus the quality of democratic debate, at a time when the proponents of alternative facts have the most effective technologies in the history of the world at their disposal.

 
< Prec.   Pros. >
Eu Cookies
Informativa Generale sull'applicazione della norma  " Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" (Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) per saperne di più >>> clicca qui 


Notizie Salute Sicurezza Lavoro Ambiente
Aggiornamenti


GLI AGGIORNAMENTI DI DIARIO PREVENZIONE RIPRENDERANNO IL 30 AGOSTO

BUONE VACANZE

Evidenze


Rinasce l’archivio del Crd


Diego Alhaique



Una mattina di primavera del 1999 squillò molto presto il telefono di casa. Era Gastone Marri. Mi comunicava che l’archivio del Centro ricerche e documentazione rischi e danni da lavoro (Crd) stava per essere mandato al macero. Leader della Cgil nel periodo più ricco e intenso della partecipazione diretta dei lavoratori alle lotte di fabbrica contro la nocività delle condizioni di lavoro, Marri aveva ideato il Crd, l’aveva fortemente voluto e poi diretto, dalla sua costituzione nel 1974. Sapeva bene, quindi, l’immensa perdita di memoria storica che una tale evenienza avrebbe comportato. L’archivio giaceva abbandonato in quella che era stata la sua sede, a Roma, in viale Regina Margherita, in un appartamento al primo piano di un vecchio palazzo umbertino, in affitto al Centro unitario dei patronati, che però da lì a poco l’avrebbero lasciato. 


continua ---> leggi tutto


Newsletter


Vuoi ricevere la newsletter

di diario prevenzione 

gratuita nella tua email ?



Per iscriverti alla lista

clicca >> qui

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate su riviste e siti italiani e internazionali che si occupano di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.









Podcast









Ambiente Lavoro Salute - Podcast di Diario Prevenzione 

25 luglio  2017 - puntata n° 47
a cura di Gino Rubini

In questa puntata parliamo di 

- La precarietà nella professione di giornalista, rischi per la salute. Un numero monografico della Rivista HesaMag 15 - 2017


- MIOPI ALLO SPECCHIO - A proposito della cultura dei genitori che si oppongono alle vaccinazioni dei figli

- ATTACCO AL CAPITALE UMANO DEL SSN ( da saluteinternazionale.info)

- Rinasce l’archivio del Crd  di Diego Alhaique



(34 MINUTI)



Per ascoltare le puntate

clicca 


***


Emeroteca Rss

EMEROTECA RSS
di diario prevenzione



i titoli degli articoli e/o degli abstract appena pubblicati dalle Riviste scientifiche più importanti in materia di ambiente lavoro e salute.

EMEROTECA RSS


OH&S Global News
OH&S GLOBAL NEWS

Health and Safety NewsWire from Hazards

Act Now !

Act NOW!

I contenuti di diario prevenzione sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 2.5 Unported
Privacy Policy

visite dal 23 settembre 2013