mercoledì 30 luglio 2014
you are here: Home arrow Notizie arrow Ricerche arrow Mobbing: una meta-analisi
Mobbing: una meta-analisi Stampa E-mail
Inserito da Editor   
giovedì 24 maggio 2012
Mobbing: una meta-analisi


Sancini A, Tomei F, Ciarrocca M, Di Pastena C, Rosati MV, Di Giorgio V, De Sio S, Scala B, Schifano MP, Scimitto L, Cetica C, Caciari T, Fiaschetti M, Nardone N, Capozzella A, Tomei G

Sancini A1, Tomei F1, Ciarrocca M1, Di Pastena C1, Rosati MV1,  Di Giorgio V1, De Sio S1, Scala B1, Schifano MP1, Scimitto L1, Cetica C1, Caciari T1, Fiaschetti M1, Nardone N1, Capozzella A1, Tomei G2

1 Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro (Dir: Prof. F. Tomei), “Sapienza” Università di Roma
 2 Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma
 
Citation: Sancini A, Tomei F, Ciarrocca M, at al. Mobbing: a meta-analysis. Prevent Res 2012; 2 (2): 175-192

Parole chiave: mobbing, persecuzione in ambiente lavorativo, bullismo, meta-analisi

Abstract
 
Introduzione: Il mobbing è l’insieme di atti e comportamenti discriminatori e vessatori, protratti nel tempo, posti in essere nei confronti di un lavoratore.
 
Obiettivi: Scopo della nostra meta-analisi è effettuare una revisione aggiornata degli articoli scientifici presenti in letteratura e individuare e valutare gli effetti sulla salute psico-fisica dei soggetti mobbizzati, soprattutto alla luce dell’inesistenza di evidenze scientifiche chiare sulle conseguenze del mobbing sulla vita delle vittime.
 
Metodi: La ricerca sistematica degli articoli esistenti in letteratura dal 1990 al 2009 ha portato all’individuazione di 13 pubblicazioni utili al nostro scopo, ossia che rispondessero ai seguenti criteri di inclusione: essere studi caso-controllo; esprimere i risultati in termini numerici di media e indici di dispersione. L’elaborazione statistica dei dati è stata effettuata per sottocategorie individuate all’interno di 5 categorie generali.
 
Risultati: In base ai risultati statisticamente significativi ottenuti dall’analisi dei dati si deduce che nei mobbizzati per la categoria “Misure di personalità” vi è un aumento del cinismo, con bassa eterogeneità tra gli studi, e una riduzione della stabilità emotiva (alta eterogeneità tra gli studi), della fiducia nella giustizia (alta eterogeneità tra gli studi) e dell’autostima e positività nella vita (bassa eterogeneità tra gli studi). Per la categoria “Misure di salute mentale” si riscontra un aumento significativo dello stress e della compromissione della salute mentale, entrambi con alta eterogeneità tra gli studi. I mobbizzati presentano inoltre una significativa compromissione della salute fisica, con alta eterogeneità tra gli studi. Dai risultati della categoria “Misure di percezione dello stress in ambito occupazionale” emerge che il ruolo ricoperto dal lavoratore e la mancanza di supporto da parte dei colleghi (entrambi con bassa eterogeneità tra gli studi) sono importanti nell’aggravamento dei fenomeni di mobbing.  Nelle “Misure delle strategie di coping” non emergono differenze statisticamente significative tra vittime e controlli.
 
Conclusioni: Si può concludere quindi che il mobbing può provocare influenze negative sulla vita dei soggetti che ne sono vittime, sia dal punto di vista lavorativo e della vita di relazione, sia sulla salute psicofisica.


< Prec.   Pros. >
Newsletter


Vuoi ricevere la newsletter

di diario prevenzione 

gratuita nella tua email ?


Iscriviti


La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate sui maggiori siti che di prevenzione dei rischi sul lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.
L'iscrizione alla newsletter consente ai lettori e alle lettrici di proporre tematiche sulle quali saranno svolti approfondimenti e pubblicati dossier 







Notizie Salute Sicurezza Lavoro Ambiente 2014


Podcast Ipad






Per ascoltare le precedenti  puntate del Notiziario Podcast
di Diario Prevenzione
clicca qui


Se usi ipad o iphone clicca qui

E' online il


.
Podcast Audio.  Una Regione senza  Amianto, la Piattaforma della Cgil E.R. Intervista ad Andrea Caselli Cgil ER. ( 02/07/2014)

Una regione senza amianto.La piattaforma della Cgil Emilia Romagna per gestire il rischio amianto, dalla tutela dei lavoratori ex esposti ed esposti ai problemi della bonifica ambientale.
Intervista ad Andrea Caselli responsabile dell'Area Salute e Sicurezza nel lavoro  della Cgil Emilia Romagna a cura di Gino Rubini, editor di diario prevenzione. .

L'intervista audio ( durata 32 minuti )
 


Napo
  Napo in... When stress strikes

news rassegna.it



I contenuti di diario prevenzione sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 2.5 Unported