martedì 24 maggio 2016
you are here: Home arrow Notizie arrow I Dossier arrow 06/05/11 - Police job strain during routine activities and a major event
06/05/11 - Police job strain during routine activities and a major event Stampa E-mail
Inserito da Editor   
lunedì 06 giugno 2011
06/05/11 - Police job strain during routine activities and a major event

    S. Garbarino1,2,
    N. Magnavita3,
    M. Elovainio4,5,
    T. Heponiemi4,
    F. Ciprani1,
    G. Cuomo1 and
    A. Bergamaschi3

+ Author Affiliations

    1State Police Health Service Department, Ministry of the Interior, Italy
    2Department of Neuroscience, Ophthalmology and Genetics, University of Genoa, Italy
    3Institute of Occupational Medicine, Università Cattolica del Sacro Cuore, Rome, Italy
    4National Institute for Health and Welfare, Helsinki, Finland
    5University College London, London, UK

    Correspondence to: N. Magnavita, Institute of Occupational Medicine, Università Cattolica del Sacro Cuore, Largo Gemelli 8, 00168 Rome, Italy.

ABSTRACT
< Prec.   Pros. >
Eu Cookies
Informativa Generale sull'applicazione della norma  " Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" (Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) per saperne di più >>> clicca qui 


Notizie Salute Sicurezza Lavoro Ambiente Maggio 2016
Amianto Convegno
 Convegno sul sistema di cure del Mesotelioma - Bologna 9 Giugno 2016

Promosso da AFeVA Emilia Romagna e CGIL Emilia Romagna       

Con il Patrocinio dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna

La presa in carico globale del paziente - organizzazione sanitaria, cure e ricerca 

AMIANTO E MESOTELIOMA: combatterli assieme

Per una rete integrata del sistema delle cure del mesotelioma in Emilia-Romagna


Giovedì 9 giugno 2016

ORE 10.00 – 13.30

Bologna

Sala “C-D” Regione Emilia-Romagna

Viale della Fiera, 8

Programma Lavori


Newsletter


Vuoi ricevere la newsletter

di diario prevenzione 

gratuita nella tua email ?



Per iscriverti alla lista

clicca >> qui

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate su riviste e siti italiani e internazionali che si occupano di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.









Rassegna SSL


Rassegna.it - Salute e sicurezza
  • Vigili del fuoco in assemblea, al centro la sicurezza

    Unici nella tutela'. Questo il titolo scelto per l'assemblea nazionale della Fp Cgil Vigili del fuoco che si tiene oggi (martedì 24 maggio) a Roma. Un'iniziativa di tutta la categoria delle lavoratrici e dei lavoratori del corpo nazionale dei Vigili del fuoco della Cgil per "rimettere al centro della discussione la predisposizione della piattaforma per il rinnovo contrattuale, fermo, come quello degli altri comparti del pubblico impiego, al 2009, insieme alla rivalutazione dell'intero sistema del corpo".

    Tra i temi trattati principali della giornata, la salvaguardia della salute e sicurezza del personale. “Un argomento molto sentito - spiega la Fp Cgil - nella categoria perché, nonostante le numerose norme in materia di sicurezza dei lavoratori, la verifica della loro applicazione rimane ancora estremamente scarsa e incide non solo sull'incolumità del vigile del fuoco ma anche sulla sua aspettativa di vita pensionistica, ridotta addirittura del 50 per cento rispetto a tutti gli altri lavoratori, come affermano molti studi condotti a livello europeo”. Questo deriva “da una mala tutela della salute dei nostri lavoratori. Non è prevista, infatti, né una sorveglianza sanitaria né un sistema di riconoscimento delle malattie professionali, nonostante il nostro sia uno dei mestieri più ad alto rischio nel panorama professionale”.

    Per queste ragioni, continua la Fp Cgil, un'attenzione particolare "dovrebbe essere posta, ad esempio, sui dispositivi di protezione individuale, fondamentali per garantire e aumentare la massima sicurezza degli operatori. I caschi  di cui siamo al momento equipaggiati (Elmo VFR 2009 Pro, ditta Sicor), ad esempio, hanno una scadenza che si aggira tra gli otto anni, in caso di normale utilizzo, e i 12 anni, se a riposo. Sono, dunque, prossimi alla scadenza e hanno già mostrato molte volte problemi nella tenuta del calore, come accaduto lo scorso dicembre a Roma quando uno di questi caschi si è fuso durante lo spegnimento di un incendio mettendo a rischio l'incolumità del vigile del fuoco”.

    Oltre i caschi, prosegue la nota sindacale, anche "il completo antifiamma non riesce a garantire, spesso, l'operatività in totale sicurezza del personale del Corpo. Le sostanze tossiche, le polveri e i fumi, a cui sono costantemente esposti i vigili del fuoco durante gli interventi, e le alte temperature degli incendi possono determinare, anche inconsapevolmente, la contaminazione degli stessi indumenti di protezione. Gli stessi studi europei affermano, inoltre, che gli indumenti esposti rilasciano il 40 per cento degli agenti contaminanti assorbiti durante gli interventi nelle settimane successive". Diventa di importanza rilevante a quel punto, sottolinea il sindacato dei vigili del fuoco Cgil, “il meccanismo di decontaminazione, ad oggi non sempre certificati e ad hoc per “ripulire” i dispositivi di protezione individuale e non sempre sufficienti, come al comando di Napoli in cui i completi antifiamma vengono decontaminati ogni tre mesi indifferentemente dal numero e dal genere di intervento che si compie.

    Un altro problema connesso alla decontaminazione degli indumenti operativi”, continua a denunciare la Fp Cgil vigili del fuoco, “è quello della perdita delle caratteristiche dopo un numero eccessivo di lavaggi. La casa produttrice che ce li fornisce non ha indicato un quantitativo massimo di lavaggi a cui possono essere sottoposti per continuare a garantire la salute e la sicurezza del lavoratore durante e dopo gli interventi”. Per questo – conclude  – “siamo fermamente convinti che non basti una buona formazione e un'applicazione scrupolosa delle procedure operative di intervento. È necessaria una migliore tutela dei nostri lavoratori, attraverso una maggiore vigilanza sulle funzionalità dei dispositivi di protezione del personale ed una manutenzione degli stessi più efficiente ed efficace per garantire la loro salute e la loro sicurezza, nonché, attraverso un monitoraggio costante mirato a conoscere i limiti di tali attrezzature, riuscire a garantirne il naturale ricambio prima che questi perdano le loro caratteristiche di protezione".

Podcast






***

E' online il Podcast
Notizie di Diario Prevenzione
 puntata n° 36 
11 maggio 2016

Il Notiziario


***

Intervista ad Andrea Marchetti sullo stato
dell'arte della salute e sicurezza nel lavoro a Ravenna 


***
Per ascoltare le puntate precedenti
clicca qui





Emeroteca Rss

EMEROTECA RSS
di diario prevenzione



i titoli degli articoli e/o degli abstract appena pubblicati dalle Riviste scientifiche più importanti in materia di ambiente lavoro e salute.

EMEROTECA RSS


OH&S Global News
OH&S GLOBAL NEWS

Health and Safety NewsWire from Hazards

Act Now !


I contenuti di diario prevenzione sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 2.5 Unported
Privacy Policy

visite dal 23 settembre 2013