mercoledì 28 settembre 2016
you are here: Home arrow Notizie arrow Il commento di Ruvidus arrow Lunardi e la black list delle compagnie aeree non sicure.
Lunardi e la black list delle compagnie aeree non sicure. Stampa E-mail
Inserito da Editor   
domenica 28 agosto 2005

 



ATTENZIONE QUESTA PAGINA NON E' PIU' AGGIORNATA

Abbiamo aperto il Dossier Sicurezza Voli  e le Black list dellE compagnie aeree . Gli aggiornamenti saranno effettuati sul Dossier .

>> VAI AL DOSSIER



Al fondo dell'articolo i link alle black list delle Autorità Francese e Belga

Le posizioni  del Ministro Lunardi sono sconcertanti.

 A chi fa paura la black list o lista nera delle compagnie che non hanno superato i controlli d'uso, molto superficiali peraltro ?

L'Italia non pubblicherà la lista delle compagnie inaffidabili perchè,  afferma il Ministro, meglio bandire chi non è in regola. E' una sciocchezza ed è una scelta  pericolosa alimentare l'idea che dall'Italia , isolati,  si possa influire sulla sicurezza del sistema dei trasporti aerei.  Il livello minimo per avviare un processo di nuova regolazione internazionale per la sicurezza dei voli  è quello europeo.
Facciamo un esempio: un cittadino programma un viaggio in un paese dell'America Latina o dell'Asia o dell' Africa . La prima tratta in aeroporti europei non pone problemi, teoricamente,   dovrebbero operare solo compagnie sicure fino alla capitale di questo o quel paese. I problemi nascono allorquando il nostro cittadino  dovrà scegliere una compagnia per voli interni in quel paese dell'America Latina, dell'Asia o del Nord Africa o dei paesi dell'Est europeo.
I controlli sul territorio italiano , peraltro scarsi, possono tutelare solo parzialmente la sicurezza dei voli internazionali.

  Il primo livello di conoscenza efficace è una lista almeno europea delle compagnie internazionali inaffidabili,  che tutti i cittadini possono consultare preventivamente , via internet, con un database degli incidenti,piccoli e grandi, dei rates di pericolosità delle compagnie , in tal modo potranno scegliere consapevolmente su quali aerei salire. In particolare questo discorso vale anche per la miriade di microcompagnie che lavorano in subappalto  per le grandi e nel settore charter. Le black list servono e nell'era di internet hanno grande efficacia a orientare gli utenti nelle loro scelte.

Il Ministro saprà sicuramente che queste black list con ricchi database esistono da tempo in rete e anche manager o uomini d'affari della sua parte le consultano o le fanno consultare prima di programmare qualche viaggio d'affari in paesi emergenti dell'est o asiatici.

 I giornali hanno puntato i riflettori su problemi molto gravi come le giuste denunce del mercato dei ricambi taroccati, degli appalti e subappalti a improbabili compagnie di manutenzione. Assai meno attenzione è stata dedicata alle condizioni di lavoro in cui operano gli equipaggi, dai piloti agli/alle assistenti di cabina.

La deregulation del mercato del lavoro, la maggiore ricattabilità di questi lavoratori che operano spesso in condizioni di stanchezza e stress possono essere causa di errori nelle fasi critiche e nelle emergenze.

Non appaiono nelle cronache certi fatti quotidiani: piloti licenziati in tronco perchè non raggiungono gli obiettivi produttivi che significano , in molti paesi extraeuropei, chiudere un occhio e decollare anche se qualche spia resta accesa...

Ben vengano black list e liste bianche , la sicurezza si basa sulla trasparenza , sul fatto che si sceglie di volare con una compagnia  non solo perchè ti offre un volo per Londra o Berlino  per 35 euro ma perchè l'utente quando acquista il biglietto sa che parte dei suoi denari sono spesi per la manutenzione e per un equipaggio non stressato o esausto. Al di là di ciò che farà il governo italiano,  e il suo Ministro premoderno , domani linkeremo le black list europee e internazionali. 
Intanto invitiamo a visitare alcuni siti che danno informazioni giuste per chi vola .


RUVIDUS

 _______________________


---- aggiornamento al 28/04/07 -----

dal sito della DGAC  Direction general de l'Aviation civile (DAC) Francia le liste aggiornate delle compagnie

Aggiorniamo la lista delle compagnie aeree cui è vietato , in ragione di deficit gestionali in materia di sicurezza dei voli , operare in Europa

Sommaire Espace passager aérien Liste des transporteurs aériens interdits dans l'Union européenne

Transporteurs aériens de passagers autorisés et transporteurs aériens interdits pour la desserte de la France 
 La pagina della DGAC

la lista della Commissione Europea aggiornata al 5 marzo 2007




-------------------------------------------

 Aggiornamento 13 ottobre 2006

UE: MODIFICATA LA "LISTA NERA"

La Commissione Europea ha provveduto a modificare per la seconda volta la cosidetta Lista Nera delle compagnie aeree bandite dai cieli europei. La "lista nera" delle compagnie aeree a rischio, adottata nel marzo 2006 era già stata modificata una prima volta il 20 giugno successivo.

L'esecutivo Ue non ha incluso nell'elenco, creato nel marzo 2006, alcune linee, tra le quali la Pulkovo Aviation, certificata in Russia, la Pakistan International Airways, la Johnsons Air del Ghana e l'Ajet (ex Helios Airways), certificata a Cipro. Sono state invece aggiunte all'elenco le due compagnie gemelle DAS Air Cargo del Kenya e Dairo Air Services assieme ad altre compagnie africane e asiatiche, colpita anche Linee Afghane.

''Oltre alle modifiche apportate alla lista nera - ha affermato il commissario ai Trasporti Jacques Barrot - intensificheremo il nostro lavoro di verifica su alcuni vettori che operano con frequenza voli passeggeri in Europa". fonte 80.it md

.....................................................

22 marzo 2006

L'elenco dal sito della comunità europea
Le compagnie vietate nella Ue 

    

Air Koryo Unknown (Korea)
Air Service Comores (Comores)
AFG Afghanistan (Afghanistan)
BGB Air (Kazakihstan)
GST Aero Air Company (Kazakihstan)
Phoenix Aviation (Kyrghizistan)
Phuket Airlines (Thailandia)
Reem Air (Kyrghizistan)
Silverback Cargo Freighters (Ruanda)

Tutte le compagnie aree del Congo

Africa One
AFRICAN COMPANY AIRLINES
AIGLE AVIATION
AIR BOYOMA
AIR KASAI
AIR NAVETTE
AIR TROPIQUES
ATO – Air Transport Office
BLUE AIRLINES
BUSINESS AVIATION
BUTEMBO AIRLINES
CAA – Compagnie Africaine d’Aviation
CARGO BULL
CENTRAL AIR EXPRESS
CETRACA AVIATION SERVICE
CHC STELAVIA
COMAIR
COMPAGNIE AFRICAINE D’AVIATION
C0-ZA AIRWAYS
DAS AIRLINES
DOREN AIRCARGO
ENTERPRISE WORLD AIRWAYS
FILAIR
FREE AIRLINES
GALAXY CORPORATION
GR AVIATION
GLOBAL AIRWAYS
GOMA EXPRESS
GREAT LAKE BUSINESS COMPANY
I.T.A.B. – International Trans Air Business
JETAIR – Jet Aero Services, s.p.r.l.
KINSHASA AIRWAYS
KIVU AIR
LAC – Lignes Aériennes Congolaises
MALU AVIATION
Malila Airlift
MANGO MAT
RWABIKA “BUSHI EXPRESS”
SAFARI LOGISTICS
SERVICES AIR
TEMBO AIR SERVICES
THOM’S AIRWAYS
TMK AIR COMMUTER
TRACEP
TRANS AIR CARGO SERVICES
TRANSPORTS AERIENNES CONGOLAIS (TRACO)
UHURU AIRLINES
VIRUNGA AIR CHARTER
WALTAIR AVIATION
WIMBI DIRI AIRWAYS

Tutte le linee della Nuova Ginea Equatoriale

Air Consul SA
Avirex Guinee Equatorial
COAGE – Compagnie Aeree de Guinee Equatorial
Ecuato Guineana de Aviacion
Equatorial Guinea Ecuatorial Cargo
GEASA – Guinea Ecuatorial Airlines SA
GETRA - Guinea Ecuatorial de Transportes Aereos
Guinea Jetline Inc.
KNG Transavia Cargo
Prompt Air GE SA
UTAGE – Union de Transport Aereo de Guinea Ecuatorial
Tutte le linee della Liberia

International Air Services
SATGUR AIR TRANSPORT
WEASUA AIR TRANSPORT

Tutte le compagnie della Sierra Leone

AEROLIFT
AFRIK AIR LINKS
AIR LEONE
AIR RUM
AIR SALONE
AIR UNIVERSAL
DESTINY AIR SERVICES
FIRST LINE AIR
HEAVYLIFT CARGO
PARAMOUNT AIRLINES
STAR AIR
TEEBAH
WEST COAST AIRWAYS

Tutte le compagnie aeree dello Swaziland
AFRICAN INTERNATIONAL AIRWAYS
AIRLINK SWAZILAND
Jet Africa
NORTHEAST AIRLINES
SCAN AIR CHARTE
SWAZI EXPRESS AIRWAYS
22 marzo 2006


28/08/2005

 LINK SELEZIONATI 

LE PRIME BLACKIST BELGA E FRANCESE

Black List della Autorità Belga | Transporteurs aériens de passagers autorisés et transporteurs aériens interdits pour la desserte de la France. !Aviation safety related news from the Aviation Safety Network Syndication

----- aggiornamento --------

PARLAMENTO EUROPEO

La Commission des Transports demande une liste noire des transporteurs aériens 

Après les multiples accidents aériens du mois d'août, la commission des Transports du Parlement européen réclame la publication par l'UE d'une liste noire des compagnies aériennes qui ne remplissent pas les conditions internationales de sécurité. Ces compagnies devaient être connues du public et interdites dans toute l'Europe, a déclaré le 30 août, le président de la commission des Transports, M. Paolo COSTA (ADLE, IT). Il a souhaité "une tolérance zéro" vis-à-vis des transporteurs concernés. >>> SEGUE SU FONTE PARLAMENTO EUROPEO

----- aggiornamento --------

SVIZZERA - SICUREZZA AEREA

02/09/2005

Associazioni dei consumatori, agenzie di viaggio e piloti per una lista internazionale
  Berna – La pubblicazione della lista nera delle compagnie aeree considerate a rischio da parte dell’Ufficio federale dell’aviazione civile ( Ufac) è stata accolta ieri con soddisfazione in Svizzera: si tratta di un passo nella buona direzione. Associazioni dei consumatori, agenzie di viaggi e piloti chiedono però a gran voce una « black list » internazionale. segue su fonte la regione Ticino 

 ----- aggiornamento --------

PARLAMENTO EUROPEO

Sicurezza aerea: tolleranza zero e lista nera    
Dichiarazione della Commissione - Sicurezza aerea

A seguito di una dichiarazione della Commissione, l'Aula svolgerà un dibattito sulla sicurezza aerea in Europa. Un tema che è tragicamente tornato d'attualità dopo i numerosi incidenti accaduti durante il mese di agosto.

Nel mese di febbraio la Commissione ha presentato una proposta di regolamento - che dovrà essere adottato con la procedura di codecisione - che stabilisce le norme atte ad assicurare che i passeggeri aerei siano informati sull'identità del vettore aereo che opera effettivamente i voli da essi utilizzati e introduce l'obbligo di uno scambio di informazioni sulla sicurezza tra Stati membri. segue su >>>fonte Parlamento Europeo

----- aggiornamento --------

 È ancora sicuro volare ?  swissinfo  
2 settembre 2005 09.55
           
Volare oggi è ancora sicuro? Dopo una serie di incidenti aerei, la domanda è ridiventata d'attualità anche in Svizzera. Gli esperti assicurano di sì.
In Europa, una nuova agenzia è competente per la sicurezza dell'aviazione. Anche la Svizzera vi partecipa, da quando sono entrati in vigore gli accordi bilaterali. segue su swissinfo.ch

 ----- aggiornamento --------

Atr, altro atterraggio d'emergenza
Enac: "Forse stop agli aeromobili"
In volo da Trapani verso Pantelleria quando si è improvvisamente bloccato un motore. Panico a bordo, ma nessun pericolo per i 27 passeggeri e i 3 membri dell'equipaggio. Il mezzo è della 'Italy First' per Air One. Aereo sequestrato. Riggio (Enac): "Inconveniente grave >>> l'articolo segue su fonte La Repubblica

----- aggiornamento --------

[ Low cost, low safety ? ndr ]  5 settembre 2005

 Un Boeing 737 della Mandala precipita poco dopo il decollo Sul velivolo viaggiavano anche diversi politici indonesiani Sumatra, aereo sulle case
Cento morti a bordo, trenta a terra Secondo il governo sono 17 i superstiti tra i 117 passeggeri
Cause ancora da accertare. Quinto disastro in meno di un mese. l'articolo segue su fonte repubblica.it

 ----- aggiornamento --------

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO   6/9/2005   10.35      Africa
INCIDENTE AEREO NELL’EST, PIÙ GRAVE BILANCIO VITTIME

È di 11 morti, otto passeggeri più i tre membri russi dell’equipaggio, il bilancio della tragedia aerea verificatasi ieri nei pressi dell’aeroporto di Isiro, nell’est della Repubblica democratica del Congo. Nessuna delle persone che viaggiavano a bordo del vecchio Antonov 26 della compagnia aerea privata congolese ‘Galaxie’ si è dunque salvato. Secondo testimoni, l’incidente sarebbe stato provocato dall’urto del velivolo, in fase di atterraggio, con una palma: al momento della tragedia nella zona imperversava il cattivo tempo e la visibilità era molto bassa. fonte misna.org

----- aggiornamento --------

 

In una nota del consorzio italo-francese e in un'altra dell'Ansv è segnalato l'errore: era stato installato un pezzo dell'Atr 42 ( crash della TUNAIR ndr )
L'Atr 72 era senza carburante "Non conformi gli indicatori montati"
La società ha rilevato l'assenza di benzina sul luogo dell'impatto "Estremamente improbabile l'avaria contemporanea di entrambi i motori" l'articolo segue su  fonte  repubblica.it

 ----- aggiornamento --------

 7 settembre 2006

"Le liste nere vanno rese note dovete adeguarvi anche voi"

Jacques Barrot, commissario ai trasporti: direttiva presa insieme, il ministro Lunardi era d'accordo
La lista nera delle linee aeree a rischio sarà accessibile a tutti pubblicata su Internet ed esposta in ogni agenzia di viaggio di PIETRO DEL RE  fonte repubblica.it

 

  ----- aggiornamento --------

 7 settembre 2006

 Incidente ATR 72 Tuninter: le due raccomandazioni di sicurezza inviate all’EASA
      
A seguito delle notizie apparse sulla stampa, l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) precisa quanto segue. >>> ANSV

....................................................

 

18 settembre 2005 

E' per davvero apprezzabile questa iniziativa del Corriere della Sera: un FORUM aperto ai lettori su " Le vostre disavventure in volo "
Guasti tecnici, evacuazioni di emergenza, falsi allarmi bomba: oltre alle tragedie aeree che occupano le prime pagine dei giornali, ci sono una serie di incidenti d'alta quota che seminano panico a bordo ma sfuggono ai media e alle statistiche, e hanno come unici testimoni i passeggeri.  LE VOSTRE DISAVVENTURE IN VOLO

..........................................................
  SICUREZZA: PDL PER COMBATTERE RICAMBI CONTRAFFATTI
Fermare il mercato dei ricambi "taroccati", è quanto si propone in una proposta di legge presentata il 27 ottobre scorso alla Camera dal deputato della Margherita Santino Adamo Loddo.

Alla luce degli ultimi incidenti avvenuti in Italia e nel mondo che hanno portato in evidenza lacune nella manutenzione degli aeromobili, e l'uso errato di strumenti e ricambi, viene auspicata l'istituzione di un ufficio competente nel settore. segue su md80.it
 

 


 



Ultimo aggiornamento ( mercoledì 03 giugno 2009 )
< Prec.   Pros. >
Eu Cookies
Informativa Generale sull'applicazione della norma  " Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" (Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) per saperne di più >>> clicca qui 


Notizie Salute Sicurezza Lavoro Ambiente Settembre 2016
Newsletter


Vuoi ricevere la newsletter

di diario prevenzione 

gratuita nella tua email ?



Per iscriverti alla lista

clicca >> qui

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate su riviste e siti italiani e internazionali che si occupano di prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.









Podcast






***

E' online il Podcast
Notizie di Diario Prevenzione
 puntata n° 38 
2 settembre  2016

Il Notiziario



***
Per ascoltare le puntate precedenti
clicca qui





Emeroteca Rss

EMEROTECA RSS
di diario prevenzione



i titoli degli articoli e/o degli abstract appena pubblicati dalle Riviste scientifiche più importanti in materia di ambiente lavoro e salute.

EMEROTECA RSS


OH&S Global News
OH&S GLOBAL NEWS

Health and Safety NewsWire from Hazards

I contenuti di diario prevenzione sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 2.5 Unported
Privacy Policy

visite dal 23 settembre 2013