I piloti di aereo accolgono con molto favore le buone notizie sulle restrizione del governo rispetto alla importazione di laser dal governo britannico.

Le restrizioni più severe sull’importazione di puntatori laser ad alta potenza sono state accolte favorevolmente dall’associazione dei piloti britannici.

Il Dipartimento per le imprese, l’energia e la strategia industriale ha annunciato che ridurrà le importazioni di laser non sicuri a seguito dei risultati di un’inchiesta sui problemi che causano.

I laser puntati da terra sui velivoli sono stati un problema costante per molti anni e la British Airline Pilots ‘Association (BALPA), così come altri nel settore dei trasporti, hanno promosso da tempo campagne per un maggiore controllo sulle vendite, oltre a sanzioni più severe per i trasgressori.

La notizia arriva poche settimane dopo l’annuncio da parte del Dipartimento per i Trasporti che le leggi sarebbero state rese più severe per i trasgressori, comprese le pene detentive e una multa potenzialmente illimitata.

Il Segretario generale della BALPA, Brian Strutton, ha dichiarato:

“Questa notizia che proviene dal governo sui laser è molto apprezzata dai piloti e mostra che si sta prendendo sul serio questa importante questione.

“Il Dipartimento per i trasporti ha recentemente annunciato l’introduzione di nuove leggi più severe per coloro che puntano da terra i raggi laser sugli aerei. Ora le maggiori restrizioni all’importazione dovrebbero, si spera, impedire che laser ad alta potenza giungano in primo luogo nelle mani di chi ha cattive intenzioni.

“Puntare un raggio laser ad alta potenza su si un aereo è estremamente pericoloso e ha il potenziale di causare un incidente che potrebbe essere fatale non solo per quelli a bordo, ma anche per le persone a terra”.

Note: nel 2016 gli attacchi laser su aerei sono stati 1.258. Le cifre 2017 devono ancora essere annunciate.

(Traduzione assistita da google translator )

FONTE  IL SINDACATO DEI PILOTI BRITANNICI BALPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *